Virgilio Sport

Juventus-Inter, moviola: riflettori sul gol di Lautaro, era fallo su Chiesa?

La prova dell’arbitro Guida allo Stadium analizzata ai raggi X da Cesari di Mediaset e Marelli di Dazn, il fischietto campano ha ammonito 3 giocatori

27-11-2023 08:13

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Classe 1981, Guida – designato da Rocchi per il big-match di giornata Juventus-Inter – ha grande esperienza alle spalle: arbitro internazionale ormai da diversi anni, in stagione ha già diretto due match della fase a gironi di Champions League, quelli tra Lens e Arsenal e tra Manchester United e Copenaghen. A Old Trafford ha anche assegnato un calcio di rigore nei minuti di recupero del secondo tempo per un fallo di McTominay su Elyounnoussi, rigore poi parato da Onana. In questa stagione per Guida sarà la seconda partita con l’Inter coinvolta, dopo il match dei nerazzurri a San Siro contro il Bologna, terminato 2-2, ma come se l’è cavata ieri all’Allianz?

Clicca qui per vedere gli highlights di Juventus-Inter

Guida arbitrò Juve-Inter prima della chiusura totale per Covid

Non sarà il primo “derby d’Italia” per il direttore di gara originario di Pompei: Guida diresse questo match anche nel marzo del 2020. Fu una partita particolare, senza pubblico per via dell’emergenza Covid, e terminò con la vittoria dei bianconeri per 2-0 con gol di Ramsey e Dybala l’8 marzo del 2020. Il giorno dopo l’Italia – e tutto il mondo – chiuse tutte le porte per l’assoluta emergenza legata al Corona Virus ed anche il calcio si fermò per mesi.

In totale, il fischietto nato a Pompei e appartenente alla sezione di Torre Annunziata ha arbitrato il club torinese in 22 occasioni tra Serie A e Coppa Italia, la prima un 3-2 inflitto al Genoa nel 2010-11 e l’ultima il successo di misura alla Dacia Arena contro l’Udinese dello scorso 4 giugno: il bilancio, in totale, recita 16 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte. Meno netti i numeri con i nerazzurri: la società meneghina, con l’arbitro campano, si è imposta 14 volte su 28, con 8 segni X e 6 ko.

Guida ha ammonito tre giocatori

Coadiuvato dagli assistenti Meli ed Alassio, con Massa IV uomo, Irrati al Var e Meraviglia all’Avar, l’arbitro campano ha ammonito 3 giocatori, di cui 2 della squadra di Allegri: Cambiaso, Kostic (J); Cuadrado (I). Recupero: 1′ pt – 4′ st.

Juventus-Inter, i casi da moviola

Questi i principali episodi dubbi. Al 27’ Vlahovic recupera regolarmente su Dumfries facendo partire l’azione che porterà all’1-0. Al 33’ Darmian con il braccio largo su Chiesa sulla trequarti nerazzurra: situazione al limite, Guida è davanti e reputa regolare l’intervento. Sul proseguo dell’azione arriva il pari di Lautaro. Al 75′ intervento duro di Cuadrado, appena entrato in campo, su Kostic: solo ammonito il colombiano.

Il giudizio di Cesari sul gol dell’Inter

A fare chiarezza è Graziano Cesari che si sofferma sul gol del pareggio interista. Il moviolista di Mediaset a Pressing controlla l’episodio e dice: “Chiesa cade a terra, ma Guida lascia proseguire l’azione. Il braccio destro di Darmian è largo, non penso possa colpire il volto dell’avversario, perché sembra ad altezza inferiore. Certo non abbiamo a disposizione immagini chiarissime e tutti i replay partono dal momento in cui Sommer dà il via all’azione. L’arbitro è comunque in posizione buona per giudicare.

L’attaccante juventino peraltro si è comportato molto bene, correttamente, non rimanendo a lungo a terra. Una situazione che avrebbe forse attirato l’attenzione dell’arbitro e dei suoi assistenti in sala VAR. Guida ha tenuto una condotta uniforme per tutta la partita. Spinte e contatti leggeri sono stati tollerati. La sua è stata una direzione coerente lasciando molto spazio al gioco”.

Per Marelli gol regolarissimo

Ancor più netto Luca Marelli che su Dazn spiega: “Il contatto è sulla trequarti difensiva dell’Inter. Poteva sembrare una mano sul volto, in realtà non c’è un contatto sul volto. L’azione che porta alla rete non può essere considerata irregolare. Se ci fosse stato un colpo al volto sarebbe cambiata tutta la valutazione dell’azione perché il volto da regolamento è più tutelato rispetto alle altre parti del corpo. Non c’è contatto sul volto, c’è un contatto tra spalla e petto che viene valutato dall’arbitro in campo e non viene considerata una infrazione e secondo me correttamente. Non c’è nessun contatto sul volto, in questo caso si tratta solo della protezione del pallone”. In sostanza promosso Guida per la prova in Juventus-Inter.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Genoa - Udinese

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...