Virgilio Sport

Juventus-Milan: Marelli fa chiarezza su rigori ed espulsioni

Pubblicato:

Juventus-Milan: Marelli fa chiarezza su rigori ed espulsioni Fonte: Ansa
Alla fine è arrivato un voto positivo, nonostante un errore grave, qualche fallo invertito ed un’ammonizione eccessiva a Pjanic: per Luca Marelli la prova di Orsato in Juventus-Milan di ieri sera è stata buona. L’ex fischietto comasco sul suo blog rileva che manca un cartellino giallo per Calabria, reo di un mano volontario, e poi si sofferma sui casi più eclatanti a partire dal rigore (poi sbagliato da Ronaldo) concesso a favore della Juventus. Del resto se la prestazione i generale dei protagonisti di Juve-Milan è stata sotto la media è ovvio che anche gli arbitri non sono ancora al top atleticamente.

Marelli commenta l’episodio del rigore fischiato alla Juve

Siamo al 12esimo minuto, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Ronaldo protesta per un presunto tocco di mano punibile da parte di Conti. Orsato lascia proseguire ed assegna un calcio di punizione per il Milan a seguito di un fallo in attacco della Juventus. Il VAR Aureliano, però, lo richiama alla “on field review” avendo ravvisato un tocco di mano a suo parere punibile.
Marelli è categorico: “Il rigore è corretto: Conti non solo guarda il pallone  ma, soprattutto, muove il braccio verso il pallone, colpendolo chiaramente con il gomito.  Orsato, richiamato alla “on field review“, modifica la decisione assunta in precedenza, assegnando il corretto calcio di rigore.
Una curiosità ulteriore. Subito dopo il tocco di gomito di Conti, Ronaldo tocca a sua volta il pallone con la mano sinistra, andando poi al tiro: Cosa sarebbe accaduto se Ronaldo, in questa circostanza, avesse realizzato una rete? Vantaggio e concessione della rete? La risposta è negativa, la rete sarebbe stata annullata per il fallo di mano dell’attaccante della Juventus e sarebbe stato assegnato il calcio di rigore per l’irregolarità commessa in precedenza da Conti.

Marelli giudica giusta l’espulsione di Rebic

Si passa poi al rosso per Rebic al 15′ a seguito di un fallo su Danilo: “Anche in questo caso non c’è alcuna discussione sulla scelta finale: cartellino rosso per fallo grave di gioco (vigoria sproporzionata).
Interessante notare che l’arbitro, in un primo momento, non ha estratto il cartellino rosso ma il giallo: Lo si nota chiaramente nella sua mano destra.
Nello stesso istante nel quale si accinge a mostrarlo a Rebic, viene richiamato dal quarto ufficiale Massa che lo corregge sul colore del cartellino. Orsato, che probabilmente aveva qualche dubbio sulla sanzione da comminare, modifica la sua scelta ed espelle (giustamente) Rebic.

Per Marelli c’era un rigore per il Milan

L’ultimo episodio degno di nota al minuto 41′ quando nell’area di rigore della Juventus, Kjaer protesta per una spinta di Bonucci: “Spinta evidente, il calcio di rigore sarebbe stato tutt’altro che un errore.
In ogni caso il VAR non poteva intervenire per due motivi:
1 – trattandosi di una spinta, la valutazione dell’entità è una prerogativa esclusivamente dell’arbitro di campo;
2 – Kjaer, al momento del lancio di Calhanoglu su calcio di punizione, si trovava in posizione di fuorigioco:

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...