Virgilio Sport

La moviola di Torino-Juventus, focus su gol Vlahovic e rigore negato ai granata

La prova dell'arbitro Mariani di Aprilia nel derby della Mole analizzata ai raggi X dall'esperto di Dazn Luca Marelli

Pubblicato:

Vantava già 125 presenze in serie A ma per Maurizio Mariani era il primo derby della Mole in campionato. Il fischietto di Aprilia aveva diretto la Juve 12 volte in A (gli ultimi due precedenti risalgono alla scorsa stagione e terminarono entrambi con un punteggio di 1-1: in casa dell’Inter e sul campo dell’Atalanta) con un bilancio positivo nel complesso ma equilibrato nelle gare in trasferta (una vittoria, due pareggi e una sconfitta con 5 gol all’attivo e 5 al passivo) mentre Allegri era imbattuto con Mariani (8 vittorie e 2 pari). Ventidue erano i precedenti con il Torino, che quest’anno era stato già diretto nel successo esterno di Monza (1-2) ma come se l’è cavata ieri pomeriggio?

Torino-Juventus, Mariani tiene sempre in pugno la gara

E’ stato un derby teso, poco spettacolare ma senza grossi casi da moviola quello di ieri che ha visto il successo dei bianconeri grazie al gol di Vlahovic. Proprio in occasione della rete del serbo al 75′ le proteste più veementi. I granata hanno reclamato la posizione di fuorigioco del bomber.

Torino-Juventus, regolare il gol di Vlahovic

Nessun errore da parte di Mariani, che ha convalidato la rete. Vlahovic era in posizione regolare perché tenuto in gioco da Pellegri nell’azione che portato al gol. In precedenza l’unico errore del fischietto di Aprilia: al 27′ manca un giallo a Cuadrado per fallo tattico nei confronti di Miranchuk. Vede bene invece Mariani quando al 68′ Lazaro va a sbattere su Cuadrado in area, l’arbitro è a due passi e fa proseguire.

Torino-Juventus, per Marelli non c’è rigore per i granata

Il Torino però ha reclamato per un altro possibile rigore, al 78′ per un intervento in area di McKennie su Lazaro, con le braccia addosso messe da entrambi: dopo body check Mariani non assegna il rigore. Sul caso ecco il parere di Luca Marelli. L’ex fischietto comasco, oggi opinionista di Dazn, dice: “Un body check come ce ne sono tanti, non passibile di rigore. Lazaro si porta avanti il pallone e si va a scontrare con McKennie. Non ci sono le basi per assegnare il penalty”.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...