,,
Virgilio Sport

Sport in TV: la Ferrari "spinge" la volata scudetto Milan-Inter, svelato retroscena

Il successo della F1 e in particolare l'inizio vincente della Ferrari avrebbe influenzato una importante scelta della Lega Serie A sulla volata scudetto tra Milan e Inter.

19-05-2022 07:30

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale che racconta tutto quello che vede, dallo sport allo spettacolo, in qualsiasi formato: radio, tv, web, carta stampata, c’è di tutto nella sua esperienza. Per Virgilio Sport segue i Motori, il Calcio e i suoi protagonisti, sempre con occhio critico e a volte… spietato

Formula 1 e calcio, due mondi apparentemente distanti ma che una volta tanto sono venuti a contatto. In queste ore si fa un gran parlare, soprattutto in rete, dell’influenza che il mondiale F1 2022 avrebbe avuto sulla volata scudetto in Serie A tra Milan e Inter, che domenica prossima sancirà la squadra Campione d’Italia.

In particolare, la Ferrari molto competitiva di questo inizio di stagione avrebbe “guidato” alcune scelta della Lega Serie A sul fotofinish del campionato.

Inter-Sampdoria e Sassuolo-Milan alle 18 solo per il caldo?

C’era grande curiosità a inizio settimana per conoscere il programma dell’ultima giornata in serie A che assegnerà lo Scudetto: in particolare, i tifosi si chiedevano quando Milan e Inter, divise da due punti a vantaggio dei rossoneri, avrebbero disputato le loro gare in piena volata per il tricolore. Nessun dubbio sulla contemporaneità, dopo le prime voci sull’orario delle ore 15 è invece emersa la decisione di far giocare Sassuolo-Milan e Inter-Sampdoria alle ore 18.

La prima motivazione, facilmente intuibile su tale scelta è legata al meteo. Il clima decisamente estivo, che sembra già essere arrivato in gran parte d’Italia, ha portato da qualche giorno temperature abbastanza calda e giocare alle 15 alla fine di un campionato lungo e dispendioso sarebbe stato sicuramente un rischio sia per lo spettacolo che per l’incolumità dei giocatori. Quindi “ok” a giocare in un orario più fresco, le 18 appunto seppur con tutte le problematiche logistiche legate ad eventuali festeggiamenti incrociati, con due cerimonie Scudetto organizzate dalla Lega Serie A su entrambi i campi, in un filo invisibile che collega Milano e Reggio Emilia. Il presidente Casini sarà a Reggio Emilia e l’ad De Siervo a San Siro, entrambi con uomini del cerimoniale al seguito.

Il retroscena sul calendario dell’ultima giornata di Serie A: la F1 sposta gli orari

Nelle ultime ore però è emersa anche un’altra possibile “causa” che avrebbe portato la Lega A a decidere per lo slot delle 18 come orario di gioco per Milan e Inter: la Formula 1. Già, perché domenica, a Barcellona sul circuito del Montmeló, tornano a rombare i motori delle F1 con il duello tra Ferrari e Red Bull, in particolare tra Leclerc e Verstappen, pronto a rinnovarsi sulla pista catalana. Proprio il grande successo riscoperto in Italia dalla F1 sarebbe alla base della scelta in serie A.

Il Gran Premio di Spagna di Formula 1 prenderà il via proprio domenica alle 15, l’orario indicato come prima opzione per la doppia sfida scudetto. Con una Ferrari mai in palla negli ultimi anni come in questo inizio di stagione con Leclerc in testa al Mondiale, i telespettatori, soprattutto quelli di fede rossonera e nerazzurra, sarebbero stati costretti ad una scelta “dolorosa” tra il vedere la monoposto di Maranello o la propria squadra del cuore. Ma anche i calciofili dal cuore rosso Ferrari avrebbero faticato nella scelta. Il risultato sarebbe stato comunque uno sperpero di pubblico tra calcio e F1.

La scelta sugli orari di Inter e Milan fa felici le TV

Una decisione che va incontro un po’ a tutte le parti. Sia alla Serie A che alla stessa Formula 1, evitando una concomitanza che non avrebbe giovato ad entrambi gli eventi. Ma soprattutto ai possessori dei diritti televisivi degli eventi come Sky e Dazn, che potranno offrire i rispettivi prodotti senza concorrenza diretta con altri eventi.

Basti pensare che due settimane fa il Gran Premio di Miami di F1, con l’ennesimo duello Verstappen-Leclerc, su SkySportF1 ha fatto 1,6 milioni di telespettatori, battendo, anzi doppiando, nella concomitanza Verona-Milan “fermo” a 800mila su Dazn.

Per chi invece non volesse perdersi nemmeno uno degli eventi del weekend, tra calcio e motori, ci sono i live di Virgilio Sport.

Sport in TV: la Ferrari "spinge" la volata scudetto Milan-Inter, svelato retroscena Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...