Virgilio Sport

Milan, il retroscena sull’esclusione di Leao: non solo ragioni tattiche

La scelta di Pioli di tenere il suo miglior attaccante fuori dalla formazione titolare nel derby con l’Inter dettata dalle condizioni atletiche del giocatore e dalla tattica adottata dal tecnico

Pubblicato:

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, per Virgilio Sport segue anche il calcio ma è con la pallanuoto che esalta competenze e passioni. Cura la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

La scelta di Stefano Pioli di tenere Rafael Leao fuori dalla formazione titolare del Milan nel derby contro l’Inter, perso per 1-0 dai rossoneri, ha fatto discutere: dietro la decisione dell’allenatore non ci sarebbero i problemi legati al contratto, ma esclusivamente ragioni tattiche e motivazioni legate allo stato di forma di Leao.

Milan Leao-dipendente nel derby

Il Milan visto nel il primo tempo del derby contro l’Inter, schierato con un quasi inedito 3-5-2 da Stefano Pioli, è stato tra i peggiori dell’anno sul piano del gioco. Con l’ingresso di Leao nel secondo tempo la situazione è lievemente migliorata: il Milan ha continuato a stentare nel creare occasioni, ma il portoghese ha almeno servito un assist al bacio a Giroud, che l’ha malamente sprecato.

Il Leao visto nel finale del derby, insomma, non meritava di partire dalla panchina. E soprattutto, senza di lui il Milan è apparso nullo in fase d’attacco. Ma perché Pioli ha preso questa scelta?

Milan, Leao non adatto al 3-5-2 per Pioli

Non c’entra la situazione contrattuale di Leao, che non sembra intenzionato a prolungare il suo accordo con il Milan, mettendone in crisi le strategie di mercato. Nel post-gara Pioli ha motivato l’esclusione del portoghese con ragioni dettate dal cambio di modulo.

“Le scelte che ho fatto sono le migliori per ciò che ho visto durante la settimana – ha detto Pioli, confermando che la sua decisione è avvenuta dopo una lunga valutazione – : Rafa non ha le caratteristiche per due punte vicine in verticale”.

Leao stanco ma Milan senza alternative

In realtà, però, a motivare l’esclusione di Leao sarebbero anche le condizioni fisiche non perfette del portoghese, che nelle ultime gare era apparso poco brillante a Pioli: d’altra parte il tecnico aveva escluso l’attaccante anche dalla formazione titolare contro il Sassuolo.

Secondo Pioli, dunque, Leao avrebbe bisogno di rifiatare: il problema, allora, più che le scelte dell’allenatore riguarda le alternative a sua disposizione. In un Milan Leao-dipendente, Pioli non può contare su un rimpiazzo valido del portoghese: una condizione che, inevitabilmente, finisce col mettere sotto accusa la dirigenza del Milan e lo scorso calciomercato.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...