Virgilio Sport

Milan-Juventus, moviola: Rosso inevitabile, ecco perché ma mancano altri due cartellini

La prova dell’arbitro Mariani nel big-match di San Siro analizzata ai raggi X dall’esperto di Dazn Luca Marelli che promuove il fischietto di Aprilia

23-10-2023 08:30

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Lo scorso maggio arbitrò la stessa gara a campi invertiti: Mariani era stato designato per il ritorno della stagione passata tra Juventus e Milan e convinse tutti in una gara molto accesa ma non cattiva (tre gli ammoniti, solo 16 i falli fischiati) in cui entrambe le squadre protestarono per un rigore giustamente non concesso ma come se l’è cavata ieri a San Siro il fischietto di Aprilia?

Clicca qui per vedere gli highlights di Milan-Juventus

I precedenti di Mariani con le due squadre

Con Mariani il Milan aveva 19 precedenti: 11 vittorie, 3 pareggi e 5 sconfitte. L’ultimo risale proprio al campionato in corso: la vittoria di San Siro contro il Torino per 4-1, alla seconda giornata. Per quanto riguarda la Juventus invece erano 15 i precedenti con Mariani: 10 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte. L’ultimo precedente proprio quella sfida con il Milan: la vittoria dei rossoneri per 1-0 allo Stadium nella penultima giornata della scorsa stagione.

Mariani ha ammonito 5 giocatori e ne ha espulso uno

Coadiuvato dagli assistenti Colarossi e Lo Cicero, con IV uomo Marcenaro, Irrati al Var e Maggioni all’Avar in Milan-Juve l’arbitro ha ammonito 5 giocatori, di cui 4 della squadra di Allegri (anch’egli ammonito), ovvero: Weah (J), Reijnders (M), McKennie (J), Gatti (J), Locatelli (J), Allegri (J) e ha espulso Thiaw (M) al 40’ pt. Recupero tempo: 3’ 1T, 6’ 2T.

Milan-Juve, i casi da moviola

Questi i principali episodi dubbi: al 40’ Weah lancia Kean che sfugge a Thiaw per involarsi in porta e viene atterrato dal difensore del Milan poco dopo la trequarti. Mariani non ha dubbi ed estrae il cartellino rosso, nonostante le proteste dei giocatori di Stefano Pioli. Tutte corrette le tante ammonizioni, anzi: ne manca uno a Locatelli (su Jovic, 17’ s.t.) e uno per Krunic che commette fallo sul contatto con Vlahovic (36’ s.t.) in fuga verso la porta del Milan.

Marelli promuove Mariani

A fare chiarezza è Luca Marelli. L’esperto di Dazn spiega: “Molto bene Mariani. Qualche fallo invertito ma rientra nella normalità. Un metro molto europeo, pochi fischi. All’inizio del secondo tempo ha stretto un po’ come si dice in gergo, nel senso che ha fischiato qualcosina in più, proprio perchè in queste partite c’è il rischio che possa alzarsi il tono agonistico. E per evitarlo, sono arrivate anche un paio di ammonizioni”

Marelli continua: “Ma l’episodio centrale è l’espulsione di Thiaw, un’espulsione ben giudicata, perchè dobbiamo tenere conto sempre dei quattro fattori, che devono esserci tutti per una chiara occasione da rete: vale a dire la posizione dei difendenti, e non c’era nessuno che potesse recuperare, perchè il più vicino era Tomori a dieci metri; il possesso del pallone e in questo caso c’era perchè era in vantaggio Kean su Thiaw.

La distanza dalla porta e la direzione generale dell’azione, e avete visto che il pallone era indirizzato verso la porta e Mirante era molto lontano. Per cui chiara occasione da rete evidente, corretta la decisione, e anche il Var ha confermato molto velocemente la decisione perchè era oggettiva”. Un episodio che ha probabilmente condizionato la gara, vinta poi 1-0 dalla Juve.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...