Virgilio Sport

Mondiali atletica: niente medaglia per Tamberi: "Devo guarire"

L'azzurro ci mette anima e cuore ma si deve accontentare del quarto posto. Tanta delusione ma anche la consapevolezza di poter far meglio in futuro: "Ora devo pensare a guarire".

Pubblicato:

La finale di salto in alto ai Mondiali di atletica non regala medaglie all’Italia. Gimbo Tamberi chiude al quarto posto, complice una condizione fisica decisamente rivedibile.

Mondiali, Tamberi ai piedi del podio in finale

Tanta delusione per Gimbo Tamberi che chiude la finale di salto in alto ai Mondiali di atletica al quarto posto finale. L’azzurro ha fatto di tutto per provare a conquistare almeno una delle tre medaglie in palio ma non è riuscito a brillare al suo meglio, a causa di una condizione fisica non al top.

La medaglia d’oro, come alle Olimpiadi, è andata a Mutaz Essa Barshim che, questa volta, non ha dovuto “spartire” il momento di gloria con l’azzurro (bello l’abbraccio finale tra i due). Medaglia d’argento per Woo Sang-hyeok (Corea del Sud) mentre Andrij Protsenko, ucraino, si è portato a casa la medaglia di bronzo saltando 2.33 come l’azzurro ma al primo tentativo (Gimbo Tamberi ci è riuscito al secondo salto).

Tamberi tra delusione e prossimo obiettivo

Al termine della finale di salto in alto (raggiunta con grande fatica), Gianmarco Tamberi ha analizzato così la sua prestazione direttamente ai microfoni della Rai: “Non posso lamentarmi di come sono riuscito a gestire la gara. Saltare 2.33 oggi diciamo che in molti non ci avrebbero scommesso un euro. Non posso dire di essere contento, perché della medaglia di legno ci faccio poco, ma le condizioni erano davvero difficili da trovare“.

Ora l’obiettivo è recuperare al meglio dai vari acciacchi: “L’oro mondiale? Arriverà, se faccio quarto in queste condizioni non può che arrivare. Intanto voglio guarire, Monaco è un obiettivo diverso dal Mondiale, ci sarò e voglio vincere ma prima devo guarire”.

Mondiali, dopo Jacobs anche Tamberi non brilla

Dopo la delusione legata a Marcell Jacobs, costretto a ritirarsi per problemi fisici nella gara regina, ossia i 100 metri (dominio statunitense), ora anche il forte rammarico di non aver potuto godere in gara del miglior Gimbo Tamberi.

I due campioni olimpici speravano di regalare altre grandi emozioni al popolo italiano ma, ai Mondiali, non sono riusciti a lasciare il segno come avrebbero voluto. La speranza è di rivederli al top della forma il prima possibile per vivere, insieme ai due fuoriclasse azzurri, altre serate magiche come quelle all’ultima rassegna olimpionica. Dimenticare in fretta la delusione dei Mondiali e puntare sui prossimi appuntamenti, ritrovando serenità fisica e mentale. L’Italia ha bisogno dei suoi due fuoriclasse, ovvero Marcell Jacobs e Gimbo Tamberi.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Falkensteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...