Virgilio Sport

MotoGP, il trionfo di Bezzecchi in India: "Vendicata la Sprint Race". Bagnaia chiede scusa

Il pilota riminese vince al Buddh International Circuit e riapre clamorosamente i giochi per il titolo mondiale. Complice anche la caduta di Pecco

24-09-2023 14:12

Alessio Raicaldo

Alessio Raicaldo

Giornalista pubblicista

Mi sono laureato con una tesi sugli stadi di proprietà e, da quel momento, lo sport è diventato terreno nel quale indagare anche per i risvolti più reconditi, meno visibili ma altrettanto decisivi. In un periodo di forte esterofilia calcistica, continuo a scrivere di calcio italiano. Il più bello del mondo.

Prima volta in India per il Gran Premio di MotoGP. Ed è un inizio col botto per il Buddh International Circuit che ha di fatto riaperto la lotta al titolo iridato. Il campione in carica Francesco Bagnaia è infatti caduto a 8 giri dal termine mentre si trovava in seconda posizione, lasciando il secondo gradino del podio pertanto a Jorge Martin. Ma a festeggiare è soprattutto Marco Bezzecchi capace di portare a casa il terzo successo stagionale, che diventa il quarto se consideriamo anche la Sprint Race.

Il capolavoro di Bezzecchi riapre i giochi

E dunque giochi completamente riaperti, con Martin che ha guadagnato la bellezza di 20 punti a Pecco Bagnaia in un colpo solo. A gongolare più di tutti è Marco Bezzecchi, potenziale terzo incomodo, che è riuscito a prendersi una bella rivincita dopo l’incidente della Sprint che lo aveva costretto a una disperata rimonta fino al quinto posto.

Sono molto contento – le parole del pilota della Ducati VR46 – è stata una gara lunga e dura.  Dopo la Sprint Race di ieri volevo vendicarmi, sono partito bene, ho preso la testa subito, ho tenuto il passo e mi sono sentito un tutt’uno con la moto. Il caldo ha sorpreso un po’ tutti, ma quando sei a posto con la moto fai meno fatica. Dedico la vittoria a un mio amico, Filippo Momesso che è scomparso pochi giorni fa“.

La vittoria più bella della carriera

Il titolo ora diventa alla portata anche dello stesso Bezzecchi che si trova a -44 dalla vetta. Da qui alla conclusione della manifestazione mancano all’appello ancora 7 puntate, a questo punto assai delicate poiché ci sarebbe la clamorosa possibilità di ribaltamento dello status quo.

Anche per questo, ma non solo, si giustifica l’enfasi del campione riminese: “Questa è la mia vittoria più importante tenendo conto dell’ultimo periodo. Ho cercato di mettermi davanti perché ero stanco di faticare con le gomme: ho scelto la soft, ma non era scontato riuscire a fare tutta la gara in questo modo. Ultimamente in staccata sono più vicino a Bagnaia che è il riferimento. Ho cercato il limite in frenata durante le prove“.

Bagnaia affranto non molla: “Torneremo”

Dal vincitore al grande sconfitto, che non può che essere Bagnaia. Il campione del mondo in carica chiede scusa dopo le difficoltà incontrate in India: “Ho chiesto scusa alla squadra perché ho fatto un errore oggettivo. Forse è inevitabile quando si è al limite, non avevamo trovato la quadra giusta e mi sentivo in difficoltà. Ho dovuto montare la hard davanti anche se non era la gomma più adatta per queste temperature e fino a lì stava lavorando bene, ma è bastata una piccola sbavatura per perderla.

Mi dispiace molto perché penso che avremmo chiuso secondi nonostante le difficoltà. Bez era imprendibile, ci ho provato, ma sono finito a terra“. Fatte le scuse, ad ogni modo, la sfida non può affatto dirsi conclusa: “Torneremo dove dobbiamo essere“.

 

MotoGP, il trionfo di Bezzecchi in India: "Vendicata la Sprint Race". Bagnaia chiede scusa Fonte: Ansa

Leggi anche:

ECampus

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Napoli - Inter

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...