Virgilio Sport

MotoGP, Paolo Simoncelli da brividi: "Bagnaia deve ringraziare Bastianini". Le mosse di Ducati per Misano

Paolo, papà di Marco Simoncelli morto in un incidente che ha ricordato quello da cui si è salvato Bagnaia, ha dato la sua lettura dei terribili momenti di Barcellona. Anche Carlo Pernat ha parlato di Bagnaia-Bastianini. Intanto Michele Pirro "scalda i motori"

06-09-2023 09:39

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

La MotoGP guarda avanti e corre veloce verso Misano dove domenica si disputerà il Gran Premio motociclistico di San Marino e della Riviera di Rimini. Ma il paddock del Motomondiale è ancora scosso per il doppio incidente che in pochi istanti, in poche curve, ha visto protagonisti e vittime prima Enea Bastianini e poi Francesco Bagnaia.

Il “Bestia” ha avuto la peggio, salterà le prossime 3 gare per un incidente che purtroppo ha causato lui stesso. Pecco invece è da considerarsi un miracolato visto che nonostante Binder gli sia passato sopra le gambe con la moto non ha riportato nulla se non qualche contusione. Proprio di miracolo ha parlato Paolo Simoncelli, lui che con un incidente dalla dinamica molto simile ha perso un figlio, il compianto Marco in Malesia quel maledetto 20 ottobre 2011.

Paolo Simoncelli sull’incidente di Bagnaia: “Mezzo miracolo”

Nel suo consueto blog per la sua Squadra Corse 58, Paolo Simoncelli padre del compianto Marco e team owner del team intitolato al Sic, ha detto la sua sullo spaventoso incidente che ha coinvolto Bagnaia domenica al Montmelò:

“Secondo me dobbiamo ringraziare l’errore di Bastianini se Bagnaia é uscito praticamente indenne dallo spaventoso incidente. Lo trovate strano ma pensateci bene, se Enea non avesse in qualche modo sfoltito il gruppo di testa di cui Pecco era a capo, il rischio di investirlo almeno una seconda volta si sarebbe alzato drasticamente. Fortunatamente é andata bene e mando un abbraccio a entrambi di pronta guarigione. Sappiamo tutti che dove c’é velocità c’é pericolo ma il motociclismo é passione e non la puoi fermare. Vorrei mettere a risalto le penalitá che non sempre la direzione gara distribuisce in modo equo ma non oggi. Con una moto3 da capogiro e il mezzo miracolo in MotoGP dobbiamo solo ringraziare e assaporare questo momento, sono rari ma ci sono… e se chiudiamo un attimo gli occhi é già Misano!”

Fonte: Getty-Ansa

Bagnaia miracolato: la dinamica simile all’incidente fatale a Simoncelli

Paolo Simoncelli ha vissuto quasi in diretta, a poche centinaia di metri di distanza l’incidente che costò la vita al figlio Marco Simoncelli in quella maledetta mattina del 20 ottobre 2011 a Sepang in Malesia. Tutti domenica scorsa nel vedere e rivedere il terribile incidente di Bagnaia che cade e resta per terra a centro pista con le moto che gli arrivano addosso e Binder che gli passa sopra le gambe con la sua Ktm, hanno avuto un flashback o déjà vu che dir si voglia.

Il pensiero è andato subito all’incidente che è costato la vita a Marco Simoncelli. Il Sic al 2° giro del Gran Premio di Malesia 2011 scivola con la sua Honda, vi resta aggrappato nel tentativo di tenerla in pista, inizia a indirizzarsi verso l’interno in piena traiettoria: Alvaro Bautista e Nicky Hayden lo sfiorano passando accanto; Colin Edwards e Valentino Rossi non riescono a evitarlo e lo travolgono. È la tragedia.

Paolo Simoncelli era lì vicino, arriva subito sul luogo dell’incidente, insieme ai soccorsi ma come ha sempre detto: “Marco non c’era già più” anche se la morte del Sic sarà accertata poco dopo, dopo 45 minuti di tentativi di rianimarlo, inutili. Un duro colpo per tutto il motociclismo italiano e mondiale che fortunatamente non abbiamo rivissuto domenica a Barcellona.

Fonte: Ansa

Carlo Pernat: “Simoncelli ha protetto Bagnaia da lassù”

Ha menzionato il compianto Marco Simoncelli anche Carlo Pernat, decano dei manager del Motomondiale (da Capirossi a Rossi e tanti altri), oggi agente proprio di quel Bastianini che dovrà saltare le prossime tre gare. In un’intervista al Corriere della Sera, Pernat ha detto parole simili a quelle di Paolo Simoncelli:

«Pecco è stato miracolato da Simoncelli, che da lassù ha fatto in modo che non gli succedesse niente. Un piccolo aiuto glielo ha dato anche Bastianini: con la sua caduta nella curva precedente ha evitato che altre quattro moto sfrecciassero vicino a Pecco steso al centro della pista. Eravamo molto preoccupati per Pecco, che uscendo dall’ospedale, lamentando solo un forte dolore al coccige, mi ha detto: “Sono un miracolato”. È andata peggio a Enea, che ha due viti nel malleolo e la mano ricucita: lo rivedremo a metà ottobre in Indonesia».

Ducati verso Misano: Bagnaia ci sarà, Pirro wild card al posto di Bastianini

Sul fatto che Francesco Bagnaia ci sarà a Misano non ci piove. Il campione del mondo, uscito solo contuso e spaventato dall’incidente di Barcellona proverà a correre già da venerdì nelle prove libere sulla pista romagnola. Prima dovrà essere dichiarato “fit to race” dalla commissione medica e dalla direzione corse, ma sembra sia una formalità. Il pilota di Chivasso sarà sottoposto ad un controllo medico giovedì per ottenere il benestare dei medici. L’ostacolo più duro sarà la pista.

“Domenica sera sono rientrato subito a casa insieme alla squadra e, dopo essermi riposato un po’, ho poi iniziato subito a prepararmi per cercare di essere pronto a tornare in pista a Misano – ha detto Pecco – giovedì mi sottoporrò al controllo medico in circuito e se, come spero, i dottori mi daranno l’ok, potrò scendere in pista venerdì per le prime prove del mio Gran Premio di casa. Il GP di San Marino e della Riviera di Rimini è sempre un appuntamento speciale per noi piloti italiani e soprattutto per noi piloti Ducati. Farò del mio meglio quindi per poter correre sabato e domenica”.

Enea Bastianini a Misano non sarà sostituito sulla Ducati ufficiale. Ma di fatti il suo sostituto correrà lo stesso. Michele Pirro, tester Ducati, infatti avrà a Misano una wild card e correrà proprio con la squadra test del team di Borgo Panigale sotto l’egida della squadra Aruba. Sempre lo stesso Pirro sostituirà Bastianini fino al suo rientro nelle gare successive, India e Giappone sicuramente, nel team ufficiale.

MotoGP: Takahashi correrà a Misano con LCR al posto di Rins

Il giapponese Takumi Takahashi, che fa parte del team Honda che si è imposto quest’anno alla 8 Ore di Suzuka, sarà il pilota che sostituirà l’infortunato Alex Rins a Misano. Il team di Lucio Cecchinello ha dovuto provvedere alla sostituzione del sostituto, dal momento che Iker Leucona che ha corso sulla moto di Rins nelle ultime 5 gare, sarà impegnato nel Mondiale Superbike che nel prossimo fine settimana si correrà in contemporanea al Motomondiale a Magny Cours.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...