Virgilio Sport

Napoli-Atalanta 0-3, dai tifosi fischi e cori di rabbia: contestati De Laurentiis e squadra, che succede ora

Ultras inferociti con squadra e società dopo la disfatta contro i nerazzurri di Gasperini: il presidente invitato ad andarsene, contestati anche gli eroi dello Scudetto.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Le ultime speranze di acciuffare la Champions sono svanite nell’assolato e ventoso pomeriggio del Maradona. Napoli travolto in casa dall’Atalanta e sempre più lontano non solo dall’Europa che conta, ma dalla stessa Europa in generale: rischia di non giocare nessuna competizione internazionale nella prossima stagione. Azzurri a cui non ha portato bene sfoggiare la nuova maglia Everywhere, presentata nei giorni scorsi, e che sono stati pesantemente contestati dai propri tifosi.

Napoli, ultras inviperiti: messaggio al presidente

Se fino a qualche tempo fa dagli ultras delle curve era stata assicurata una sorta di immunità ai protagonisti dello Scudetto, già dopo la rete del vantaggio atalantino, messa a segno da Miranchuk poco prima della mezz’ora, si sono levati cori dai gruppi organizzati della Curva A. “Meritiamo di più”, rivolto alla società. “Napoli siamo noi”, il messaggio al presidente De Laurentiis, che dopo il patto siglato proprio con gli ultras ad aprile 2023 era stato risparmiato da ogni critica. Stavolta nel calderone c’è finito pure lui. Fischi e cori di disapprovazione che sono diventati assordanti dopo il raddoppio di Scamacca e dopo il fischio di fine primo tempo di Pairetto, pure lui bersaglio di qualche critica.

Applausi per Osimhen, fischi per tutti gli altri

Nella ripresa la situazione non è migliorata di molto. Applausi solo per Osimhen, che ci ha messo il cuore lottando fino alla fine. Ma al di là di qualche parata di Carnesecchi e di un doppio, clamoroso palo colpito, il Napoli non è riuscito a impensierire più di tanto l’Atalanta. Che ha poi triplicato nel finale con Koopmeiners, calciatore che il club azzurro ha inseguito a lungo anche la scorsa estate, salvo poi ritirarsi per il prezzo ritenuto eccessivo. Un altro errore, l’ennesimo compiuto da De Laurentiis e dalla sua cerchia ristretta di consiglieri nel corso di un’annata in cui davvero sembra non aver funzionato nulla. “Vaff…lo scudetto, meritiamo più rispetto”, l’eloquente coro degli ultras.

Dallo stadio ai social, tifosi del Napoli indignati

I fischi impietosi del Maradona sono stati solo un assaggio della contestazione feroce esplosa sui social ancor prima del fischio finale. “L’iniziativa contro il razzismo e pro Juan Jesus, che dopo lo schifo dei giorni scorsi oggi era un fantasma, è stata l’unica cosa buona fatta quest’anno. Per il resto solo errori e figuracce”, il commento di Ciro. “Ma questi sciagurati vogliono pure l’aumento di stipendio?”, chiede ironico Vincenzo. “Mi illustrate per favore i frutti della massiccia campagna di rafforzamento promessa per gennaio dal presidente?”, un’altra domanda dai contorni ironici. “De Laurentiis vendi e scappa”, è invece l’invito dai tratti perentori rivolto da numerosi supporter esasperati.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...