Virgilio Sport

Napoli tra guerra e pace: tornano i tifosi ma ci sarà la scorta per De Laurentiis

De Laurentiis sotto scorta in una Napoli vestita a festa anche e soprattutto grazie a lui: è l'ultimo paradosso di una vicenda angosciante che vede di fronte ultras e presidente.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Napoli è tutta imbandierata, vestita a festa con i colori della squadra cittadina, il bianco e l’azzurro, pronta a esplodere di gioia per uno scudetto atteso da 33 anni. L’artefice di questo grande traguardo in arrivo, però, non è libero di circolare liberamente in città. La scorta al presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è l’ultimo, singolare paradosso di una vicenda che, da gennaio in poi, ha assunto via via contorni e risvolti decisamente preoccupanti.

Napoli, gli scontri sull’A1 e l’escalation della tensione

Tutto è cominciato a gennaio, con gli scontri sull’autostrada A1 con gli ultras della Roma e le conseguenti limitazioni del Viminale, che hanno acuito una frattura per la verità già esistente tra alcuni gruppi ultras del Napoli e De Laurentiis. Le modalità di accesso allo stadio sono diventate più stringenti, con tanto di richiesta e moduletto da compilare per entrare al Maradona con bandiere e tamburi. A questo si sono aggiunte le dichiarazioni del presidente, interpretate come veri “atti di guerra”: ultras dipinti di volta in volta come “criminali” o come gente da tenere “lontano dagli stadi”, a cui i tifosi hanno risposto con striscioni offensivi e polemici.

Ultras azzurri in guerra col presidente De Laurentiis

Dopo la feroce contestazione in occasione di Napoli-Milan di campionato (curve in sciopero, insulti al presidente e fumogeni accesi per protesta nel finale), De Laurentiis ha sporto denuncia invocando l’applicazione della legge Thatcher per fermare i facinorosi. Una settimana dopo, all’indomani del nuovo ko col Milan – stavolta in Champions – lo stesso presidente ha però fatto dietrofront, dicendosi disposto a fare un passo indietro per favorire il ritorno dei tifosi e della bolgia al Maradona. Proprio quando sembrava che il dialogo, favorito dalla mediazione di sindaco e istituzioni, potesse attenuare le tensioni, è arrivata la decisione del Viminale di mettere De Laurentiis sotto scorta.

Minacce al numero uno del Napoli: decisa la scorta

Scrive il Corriere della Sera: “Dalle indagini (anche intercettazioni ambientali) sui disordini in curva B durante la partita di campionato col Milan sarebbero emerse minacce significative verso il presidente. Sembra un paradosso, ma gli attriti tra fra le parti resistono nonostante le voci di una tregua. De Laurentiis non ha accettato certi comportamenti dei suoi sostenitori”. E così, mentre i tifosi si preparano a tornare colorati e rumorosi come un tempo già in occasione del match di campionato contro il Verona, in attesa della grande notte della possibile rimonta col Milan, il presidente è tenuto costantemente sott’occhio da una pattuglia di poliziotti.

Niente tavolo “distensivo” tra De Laurentiis e tifosi

Tra i più delusi per gli ultimi accadimenti c’è Ivan Zazzaroni, che in un editoriale per il Corriere dello Sport sottolinea: “La scorta assegnata in via prudenziale al presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, protagonista di una battaglia di princìpi contro certa tifoseria, è una sconfitta del calcio italiano e di un Paese costantemente ricattati e minacciati”. Ma sono tanti i tifosi che, nelle ultime ore, stanno esprimendo solidarietà al numero uno azzurro. Neppure lo scudetto e la cavalcata in Champions sono serviti a distendere gli animi. Col tavolo “distensivo” in Prefettura previsto per oggi rinviato a data da destinarsi. Si sarebbero trovati di fronte, magari, il presidente e qualcuno degli ultras per i quali è sotto scorta.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...