Virgilio Sport

Olanda-Usa 3-1 pagelle: Dumfries accende l'Arancia Meccanica, Depay si sblocca

Gli orange lasciano sfogare gli yankee e li puniscono chirurgicamente, ora ai quarti potrebbero affrontare l'Argentina di Messi

03-12-2022 17:53

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua lunga carriera ha vissuto da inviato importanti eventi come i Giochi Olimpici, i Giochi del Mediterraneo e gli Europei di Calcio. Ha collaborato con importanti agenzie di stampa e quotidiani nazionali. Se fosse un calciatore, sarebbe sicuramente l’uomo d’ordine (e il capitano in pectore). Per Virgilio Sport cura specialmente la sezione dedicata al Calcio

Chi avesse visto solo i primi minuti di gara, con gli Usa in pieno possesso della gara e pericolosi sotto porta di fronte a un’Olanda imbarazzante, potrebbe non spiegarsi questo risultato che promuove gli Orange ai quarti dei Mondiali –  dove aspetta la vincente di Argentina-Australia – ma non c’è nessun errore. L’Olanda ha saputo aspettare e colpire in maniera strategica e cinica: due tiri nello specchio dei pali e due gol nel primo tempo con Depay e Blind mentre gli americani, nonostante un superiore possesso palla, si sono via via spenti per strada. Nella ripresa ancora un’illusoria fiammata iniziale degli Usa poi la gara resta in pieno controllo dell’Olanda, prima del convulso finale grazie al rocambolesco gol di Wright che però viene azzerato dalla rete di Dumfries, migliore in campo in assoluto. Finisce 3-1 e l’Olanda è la prima nazionale a centrare i quarti.

Olanda-Usa, le pagelle dell’Olanda

  • Noppert 7 – Decisivo subito con un grande intervento su Pulisic, si ripete su un gran destro di Weah. Una bella favola per un portiere che quattro anni fa era riserva del Foggia.Incolpevole sul gol, salva successivamente il risultato.
  • Timber 6 – Senza infamia e senza lode.
  • Van Dijk 6 – In difficoltà solo in avvio poi prende le misure agli avversari.
  • Aké 6 – Tiene bene la linea senza mai stafare. Esce al 91′ per de Ligt (sv)
  • Dumfries 8 – Efficace in difesa, ancor più importante in appoggio: suo l’assist per il gol di Depay e suo anche il cross per la rete di Blind. Nella ripresa prima salva un gol e poi segna la rete che
  • F. De Jong 6,5 – Gestisce i tempi di gioco, rallenta quando serve addormentare la partita, sempre presente nel collegare i reparti anche se si vede poco. Resta un punto fermo dell’Olanda.
  • De Roon 5 – Non si vede mai, lascia il posto a inizio ripresa a Koopmeiners (5,5, si becca subito un giallo)
  • Blind 7 – Chiude tutti i varchi in difesa, sbaglia un gol in avvio ma si rifa segnando la rete del 2-0 ed andando a festeggiare sotto gli occhi del celebre papà Danny.
  • Klaassen 5 – Poco servito ma anche poco attivo, esce al 1′ della ripresa per far posto a Bergwijn (6)
  • Gakpo 6,5Talento puro, manca l’appuntamento col quarto gol in quattro gare ma si rende sempre utile per la squadra. Esce nel recupero per Weghorst (sv)
  • Depay 7 – Si sblocca nella giornata più importante il bomber più atteso, bellissimo il gol del vantaggio, il suo 44esimo in nazionale e ora è a -6 da van Persie. Un po’ troppo egoista a volte ma è sempre il più pericoloso dei suoi. Esce nel finale per far posto a Simons (sv)

Olanda-Usa, le pagelle degli Usa

  • Turner 5,5 – E’ anche un po’ sfortunato perchè prende due gol sui primi due tiri tra i pali dell’Olanda ma non trasmette sicurezza. Nella ripresa meglio con un intervento da applausi.
  • Dest 6,5 – Derby personale per l’esterno del Milan che è nato proprio in Olanda: parte bene e sviluppa azioni interessanti sulla destra, dalle sue parti l’Olanda non sfonda ma dall’altra parte sì. Salva un’occasionissima olandese con un intervento in chiusura su Depay. Esce nel finale per Yedlin (sv)
  • Zimmermann 6 – Qualche amnesia nei momenti più delicati, si riscatta nella ripresa e si mette in evidenza anche con una rovesciata nel finale.
  • Ream 5,5 – A volte fuori posizione.
  • Robinson 5  – falloso e confusionario: sulla sua fascia Dumfries fa i solchi e serve gli assist decisivi. Esce al 90′ per Morris (sv)
  • McKennie 6: Si piazza su de Jong limitando così le sue incursioni e finendo per non riuscire in nessuna delle due fasi nel primo tempo. Molto meglio nella ripresa quando avanza il baricentro e sfiora due volte il gol. Esce al 66′ per Wright (6,5 prima sbaglia un gol fatto e poi ne inventa uno rocambolesco)
  • Adams 6 – Parte bene poi perde le misure.
  • Musah 6 – Cerca di dare la scossa ma non ci riesce.
  • Weah 6 – Il dna non tradisce, la tecnica c’è, la velocità anche.Peccato viaggi a luci alterne, un suo destro in chiusura di primo tempo obbliga Noppert agli straordinari. Esce al 66′ per Aaronson (sv)
  • Jesus Ferreira 5 – Anonimo. Il ct Behalter lo sostituisce dopo 45′ per Reyna (6)
  • Pulisic 6,5 – Uscito per infortunio nella gara con l’Iran dopo un colpo all’addome e ricoverato in ospedale, è riuscito a recuperare in tempo ma fallisce in avvio una palla gol pulita. Dal suo piede però partono le azioni più pericolose degli Usa, compreso l’assist per il gol

Olanda-Usa, le pagelle dei tecnici

  • Van Gaal 7 – Non si scompone per l’avvio difficile, gestisce bene i cambi.
  • Behalter 6 – L’aveva preparata bene ma non ha fatto i conti con Dumfries. Qualche cambio discutibile.

 

Leggi anche:

Caricamento contenuti...