Virgilio Sport

Olimpiadi, Minisini è un caso: l’asso del sincro non convocato per Parigi 2024

La c.t. dell’Italia Patrizia Giallombardo ha escluso il 28enne romano dalla squadra per i Giochi della prossima estate: “Colpa del Cio, il doppio misto non è nel programma di gare” 

Pubblicato:

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, per Virgilio Sport segue anche il calcio ma è con la pallanuoto che esalta competenze e passioni. Cura la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

Giorgio Minisini non sarà alle Olimpiadi di Parigi 2024: una delle punte di diamante dell’Italia del sincro è stato escluso dalle convocazioni della c.t. Patrizia Giallombardo. Una scelta motivata dall’assenza del doppio misto dal programma olimpico, ha spiegato la commissaria tecnica.

Sincro, la stella Minisini non convocato per le Olimpiadi

Giorgio Minisini è la stella del nuoto artistico italiano, oltre a uno degli atleti più vincenti nel panorama internazionale del sincro, eppure non sarà presente alle prossime Olimpiadi di Parigi. Il 28enne romano, vincitore (tra le altre medaglie) di 4 ori ai Mondiali e altrettanti agli Europei, non è entrato nella lista dei convocati della c.t. Patrizia Giallombardo per i Giochi in programma in Francia nel prossimo luglio.

La c.t. Giallombardo: “Minisini escluso a causa del programma olimpico”

La Giallombardo ha spiegato che l’esclusione di Minisini dall’Italia del sincro a Parigi 2024 è dovuta esclusivamente al programma olimpico, che non prevede né il doppio misto, né il singolo maschile, ovvero le categorie in cui l’atleta romano ha dimostrato di essere tra i migliori al mondo. “Giorgio Minisini è un esempio di inclusività e determinazione, con le sue prestazioni ha promosso l’ingresso degli uomini in un ambiente che era esclusivamente femminile – ha dichiarato la c.t. al sito della Federnuoto -. Purtroppo il Cio non ha inserito il doppio misto nel programma olimpico e il regolamento consente di convocare solo 8 atleti più una riserva per nuotare gli esercizi tecnico, libero e acrobatico di squadra. Ciò comporta scelte difficili”.

“Sarà necessario avere a disposizione atleti al top della condizione – ha aggiunto la Giallombardo – , che eseguano le tre routine con coefficienti ancora più alti rispetto al recente passato, evitando penalizzazioni (basemark) determinanti ai fini del punteggio e della classifica. Minisini è un eccellente specialista di singolo e doppio misto. La sua stagione proseguirà coi campionati europei di Belgrado e l’obiettivo di allungare la striscia di successi che l’ha reso un esempio per il movimento internazionale”.

Sincro, la reazione di Minisini alla mancata convocazione olimpica

Minisini, dal canto suo, ha incassato la decisione senza fare polemiche, ma dalle sue parole è facile intuire la grande delusione di non poter essere presente alle Olimpiadi di Parigi. “Accetto la decisione – il commento del 28enne romano -. Comprendo le motivazioni che inducono il direttore tecnico Giallombardo a compiere questa scelta. Continuerò a lavorare per migliorare. Resto a disposizione della Nazionale. Il prossimo obiettivo è confermarmi ai campionati europei, vincere e alimentare i sogni miei e degli altri nuotatori artistici”.

Olimpiadi, le convocate dell’Italia del sincro

Per le Olimpiadi di Parigi 2024 la Giallombardo ha convocato 9 sincronette che saranno in collegiale al Centro Polivalente della Polizia di Stato a partire da domani e fino al 15 aprile. Si tratta di Linda Cerruti e Sofia Mastroianni (RN Savona / Marina Militare), Marta Iacoacci (Aurelia Nuoto / Marina Militare), Enrica Piccoli (Montebelluna Nuoto / Fiamme Oro), Susanna Pedotti (Busto Nuoto / Fiamme Oro), Lucrezia Ruggiero e Isotta Sportelli (Aurelia Nuoto / Fiamme Oro), Giulia Vernice e Francesca Zunino (RN Savona / Fiamme Oro).

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...