Virgilio Sport

Pagelle Inter-Real Sociedad 0-0: Cuadrado e Mkhitaryan deludono, il turnover non premia Inzaghi

I nerazzurri chiudono al secondo posto dietro agli spagnoli nel gruppo D

12-12-2023 23:01

Marco Festa

Marco Festa

Giornalista

Frequentatore di stadi ed esperto di calcio, ama agganciare e far domande a idoli e futuri campioni. Anzi, spesso precorre gli addetti ai lavori e li scova prima di loro

L’Inter non va oltre il pari a rete inviolate contro la Real Sociedad e chiude al secondo posto nel gruppo D di Champions League. Spinto da oltre tremila tifosi al “Meazza” gli spagnoli si piazzano davanti ai nerazzurri, finalisti nella scorsa stagione, grazie alla parità negli scontri diretti abbinata alla miglior differenza reti.

I meneghini affronteranno un sorteggio, quello del prossimo 18 dicembre, che potrebbe riservare incroci pericolosi. Bisognava vincere a tutti i costi per finire primi, ma la difesa iberica ha retto davanti agli attacchi tutt’altro che irresistibili degli uomini di Simone Inzaghi.

Inter-Real Sociedad, la chiave della partita

L’ordine e l’organizzazione con cui la Real Sociedad ha difeso il pareggio che le avrebbe permesso, come è stato, di chiudere al primo posto in classifica. Il turnover deciso da Simone Inzaghi si è rivelato penalizzante per la forza dell’onda d’urto nerazzurra, che è stata contenuta senza grandi difficoltà dagli ospiti.

Rivivi il live di Inter-Real Sociedad

Le pagelle dell’Inter

  • Sommer 6: Pressoché inoperoso. Sicuro nelle prese e nelle rare circostanze in cui viene chiamato in causa.
  • Darmian 6: Attento nelle letture sulle giocate di Kubo. Tante buone diagonali.
  • Acerbi 6: Tiene bene la posizione e non disdegna qualche proiezione in area di rigore avversaria. Se Oyarzabal e Sadiq non incidono gran parte del merito è suo.
  • Carlos Augusto 6.5: Attento, sul pezzo, gioca in tre ruoli. L’Inter giova della sua tecnica nella costruzione dal basso. Kubo è un brutto cliente ma viene contenuto in manierta tutto sommato efficace.
  • Cuadrado 5: Non incisivo nei tentativi di conclusione. A tratti fuori dal gioco. Fallo da rigore non ravvisato su Oyarzabal.
  • Frattesi 5.5: Un paio di conclusioni pericolose, ma non riesce a lasciare il segno con la specialità della casa: gli inserimenti letali.
  • Calhanoglu 5.5: L’arbitro Schärer lo fa infuriare abboccando alla simulazione di Kubo, ma il VAR ci mette una pezza. Parte bene, ma s’eclissa con l’andare dei minuti (37′ st Asslani sv: Dentro a giochi ormai fatti).
  • Mkhitaryan 5: Un colpo di testa alto sulla traversa. Serata “no”. Pecca di brillantezza e non riesce a incidere (20′ st Barella 6: Entra bene in partita).
  • Dimarco 6: Sempre tra i più positivi, arriva alla conclusione, si fa vedere ogni volta che ha la possibilità di spingere (33′ st Bastoni sv: Poco tempo per determinare).
  • Sanchez 5: Pronti, via, imbucata per Frattesi. Poi scompare dalla partita in maniera costante fino alla sostituzione (20′ st Lautaro Martinez 6: Dentro e subito al tiro, alto, ma in posizione di offside. Ben contenuto dalla retroguardia spagnola. Nel finale sfiora il colpo del ko).
  • Thuram 5.5: Spinge un contropiede che Mkhitaryan vanifica spedendo alto sulla traversa un’incornata su invito di Carlos Augusto. Cala alla distanza (20′ st Arnautovic 5.5: Non riesce a entrare in partita).
  • S. Inzaghi 5.5 (allenatore): Rinunciare a Lautaro Martinez, Arnautovic e Barella contemporaneamente è una scelta dettata dal turnover ma che l’Inter paga perdendo uomini chiave in una sfida da vincere a ogni costo per chiudere primi.

Inter: tutti gli impegni dei nerazzurri

Real Sociedad, top e flop

  • Kubo 7: Indemoniato. Esagera quando tenta di sgraffignare un calcio di rigore: il VAR lo smaschera.
  • Traoré 6.5: Gara solida. Bada al concreto e non disdegna qualche sortita offensiva.
  • Merino 6: Tocca un gran numero di palloni, ne sbaglia pochissimi.
  • Remiro 6: Fa buona guardia su tutti i tentativi dell’Inter.
  • Oyarzabal 5: Darmian e Acerbi lo asfissiano nella loro morsa. Cuadrado lo affonda: era rigore, ma Schärer grazia il colombiano.
  • Zakharyan 5: Mai in partita.

La pagella dell’arbitro Marchetti

A dirigere il match allo stadio “Meazza” è stato lo svizzero Sandro Schärer, coadiuvato dai connazionali assistenti di linea Erni e Zoga edal quarto ufficiale Tschudi. Al VAR dove hanno operato San (Svizzera)e Millot (Francia). Lascia correre troppo scontentando tutti. Clamoroso abbaglio sul rigore concesso e poi revocato a Kubo dopo intervento del VAR. Voto 5.

Il tabellino di Inter-Real Sociedad

INTER-REAL SOCIEDAD 0-0

INTER (3-5-2): Sommer; Darmian, Acerbi, Carlos Augusto; Cuadrado, Frattesi, Calhanoglu (37′ st Asslani), Mkhitaryan (20′ st Barella), Dimarco (33′ st Bastoni); Sanchez (20′ st Lautarlo Martinez), Thuram (20′ st Arnautovic). A disp.: Di Gennaro, Audero, Klaassen, Bisseck, Stabile. All.: S. Inzaghi.

REAL SOCIEDAD (4-4-2): Remiro; Traoré, Zubeldia (32′ st Elustondo), Le Normand, Munoz (41′ st Tierney); Kubo (41′ st Fernandez), Zubimendi, Merino, Zakharyan (32′ st Magunazelaia); Sadiq (10′ st Turrientes), Oyarzabal. A disp.: Unai Marrero, Odriozola, Olasagasti, Pacheco, André Silva, Gonzalez, Dadie. All.: Alguacil.

ARBITRO: Schärer (Svizzera).

NOTE: Ammoniti: Zubeldia (R), Zakharyan (R), Kubo (R), Lautaro Martinez (I), Elustondo (R).

Champions League: la classifica aggiornata

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...