Virgilio Sport

Pagelle Milan-Roma 0-1: Mancini di nuovo mvp, Leao fischiato e mai in partita, Turpin fa infuriare i rossoneri

Top e flop della partita Milan-Roma, valevole per l'andata dei quarti di Europa League: deludono tutte le stelle di Pioli, Leao su tutte. Lukaku generoso, Mancini ancora letale.

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Colpaccio della Roma che si aggiudica il primo atto dei quarti di finale di Europa League con il Milan a San Siro. A decidere il match è il colpo di testa di Mancini, di nuovo a bersaglio dopo il gol realizzato nel derby con la Lazio. Deludono le stelle di Pioli, a partire da Rafa Leao, mai in partita. La qualificazione si deciderà la settimana prossima all’Olimpico. Le pagelle di Milan e Roma, top e flop, il voto all’arbitro Turpin, che ha fatto infuriare i padroni di casa, e il tabellino del match nella nostra analisi.

Milan-Roma, la chiave della partita

Nessuna sorpresa in casa Milan. Pioli sceglie Thiaw al fianco di Gabbia, in attacco i soliti quattro: Pulisic, Loftus-Cheek e Leao al servizio di Giroud. De Rossi punta su Smalling, al debutto in Europa, e Spinazzola. Lì davanti la Roma si affida a Dybala, Lukaku ed El Shaarawy. Il primo squillo è dei padroni di casa: tiro di Reijnders e bravo Svilar a intercettare la sfera. Ancora più bravo è Maignan a opporsi alla conclusione di El Shaarawy sporcata da Gabbia.

Ma sul conseguente calcio d’angolo – al 17′ – i giallorossi sbloccano il match con il colpo di testa vincente di Mancini. I padroni di casa protestano con l’arbitro Turpin perché nell’azione precedente al corner del gol c’era un fuorigioco di Lukaku non fischiato. I nervi sono tesi e il Milan fatica a trovare spazi, fino al tiro ancora di Reijnders che impegna Svilar poco prima dell’intervallo. Si va negli spogliatoi con un risultato che premia una Roma propositiva e battagliera. Al contrario, l’undici di Pioli è sembrato irriconoscibile rispetto alle ultime prestazioni.

Rivivi tutte le emozioni di Milan-Roma

Anche nella ripresa sono i giallorossi a provarci con maggiore convinzione, ma Pellegrini prima e Cristante poi non inquadrano lo specchio della porta. Pioli le prova tutte, sostituiendo anche l’evanescente e fischiato Leao per Okafor. Nel finale traversa da pochi passi di Giroud. Il risultato non cambia più: la Roma espugna la Scala del calcio. Appuntamento tra una settimana all’Olimpico per il ritorno dei quarti.

Milan, che cosa non ha funzionato

Il confronto con il Milan che si è visto in questo 2024 è impietoso. Male tutti i big: da Theo a Leao, da Giroud a Loftus-Cheek.

Roma, che cosa ha funzionato

Sin dai primi minuti i giallorossi hanno avuto un atteggiamento propositivo e offensivo, concedendo pochissimo alle bocche di fuoco del Milan. La Roma di De Rossi gioca e convince, qualunque sia l’avversario: tutt’altra storia rispetto al passato.

Le pagelle del Milan

  • Maignan 6: Il francese risponde presente quando chiamato in causa. Si supera sul tiro di El Shaarawy deviato da Gabbia, ma sul corner che ne consegue incassa il gol di Mancini.
  • Calabria 6: La catena di destra del Milan funziona meglio rispetto a quella mancina: il capitano – versione Theo – spinge con continuità venendo anche in mezzo al campo. Ma soffre le accelerazioni di Spinazzola.
  • Thiaw 5,5: Preferito a Kjaer, il tedesco sbanda.
  • Gabbia 6,5: Lukaku è un brutto cliente, ma l’ex Villarreal si conferma ad alti livelli.
  • Théo Hernandez 5: Salta a vuoto in occasione del gol di testa di Mancini. Mai uno spunto degno di nota.
  • Bennacer 5,5: L’algerino non riesce a imporre la qualità del suo giro palla. Scolastico. Adli (6 dal 59′: impegna Svilar con un tiro-cross che per poco non entra).
  • Reijnders 6,5: Nel primo tempo ci prova due volte, ma Svilar abbassa la saracinesca.
  • Pulisic 5,5: I compagni di squadra si appoggiano all’americano, ma questa volta manca il guizzo. Okafor (sv dal 78′).
  • Loftus-Cheek 5: Disattenzione fatale: Mancini gli sguscia via e trafigge Maignan.
  • Rafa Leao 4,5: Il giocatore più atteso stecca la partita più importante. Rafa, straripante in questi primi mesi 2024, si vede pochissimo e non incide mai. Fischiato da una parte del pubblico al momento del cambio. Chukwueze (6,5 dal 78′: S’inventa un’azione straripante che Giroud spreca da pochi passi).
  • Giroud 5: Un colpo di testa intercettato sulla linea da Lukaku e una traversa a pochi centimetri dalla porta su cioccolatino di Chukwueze.

Le pagelle della Roma

  • Svilar 6,5: Reattivo e pronto: si oppone tre volte a Reijnders.
  • Celik 6,5: Ha il compito non facile di arginare Leao. E ci riesce benissimo.
  • Mancini 7: Sesta rete stagionale, importantissima per il cammino europeo dei giallorossi. Ormai è quasi un attaccante aggiunto.
  • Smalling 6: De Rossi punta sull’esperienza dell’inglese nonostante il lungo stop e l’ex United non delude le aspettative del tecnico.
  • Spinazzola 6,5: A tratti si è rivisto lo Spinazzola incontenibile del primo tempo, come quando – sul finire del primo tempo – ha bruciato Calabria con uno scatto pazzesco.
  • Cristante 6,5: Prestazione solida in mezzo al campo. Peccato per quel giallo che stona: diffidato, salterà la gara di ritorno.
  • Paredes 6: L’argentino fa girare bene la squadra. Bove (sv dall’89’).
  • Pellegrini 6: L’uomo simbolo dell’era De Rossi, il capitano, gioca con generosità sotto gli occhi di Spalletti. Manca, però, quel quid in più che ha caratterizzato la sua rinascita post Mourinho. Aouar (sv dall’89’).
  • Dybala 6,5: Ispirato, l’argentino. Nella prima parte della partita mette in crisi la retroguardia rossonera con la sua classe smisurata. Abraham (sv dall’80’).
  • Lukaku 6,5: Per il gol… salvato sulla linea di porta sul colpo di testa ravvicinato di Giroud. Non tira, ma si danna l’anima per la squadra. Llorente (sv dal 92′).
  • El Shaarawy 6,5: Il Faraone – grande ex di turno – si rende protagonista di un’ottima gara a tutta fascia, per giunta quella di destra. Dal suo tiro arriva il corner del vantaggio giallorosso.

Top e flop di Milan-Roma

Top

  • Reijnders (Milan): Perché l’olandese è il più pericoloso dei suoi.
  • Mancini (Roma): In gol nel derby in campionato. In gol anche in Europa League. Cos’altro aggiungere?

Flop

  • Loftus-Cheek e Rafa Leao (Milan): L’inglese si addormenta in occasione del gol di Mancini, il portoghese non si vede mai.

La pagella dell’arbitro

  • Clement Turpin 5: Il gol della Roma firmato Mancini è frutto di un fuorigioco precedente di Lukaku non segnalato dal guardalinee. Prima del corner che ha portato al gol di Mancini, Pioli era stato ammonito per proteste proprio per l’offside non ravvisato. Il danno oltre la beffa. Qualche dubbio anche sulla gestione dei cartellini. Al Milan manca un fallo al limite dell’area per fallo non visto di Smalling su Giroud.

Il tabellino di Milan-Roma

Milan (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Thiaw, Gabbia, Théo Hernandez; Bennacer (59′ Adli), Reijnders; Pulisic (78′ Chukwueze), Loftus-Cheek, Leao (78′ Okafor); Giroud. A disposizione: Sportiello, Nava, Jovic, Kjaer, Terracciano, Florenzi, Musah, Zeroli, Bartesaghi. Allenatore: Stefano Pioli

Roma (4-3-3): Svilar; Celik, Mancini, Smalling, Spinazzola; Cristante, Paredes (89′ Bove), Pellegrini (89′ Aouar); Dybala, Lukaku (92′ Llorente), El Shaarawy. A disposizione: Rui Patricio, Boer, Karsdorp, Renato Sanches, Baldanzi, Zalewski, Joao Costa, Angelino. Allenatore: Daniele De Rossi

Arbitro: Clement Turpin (FRA)

Ammoniti: Pioli, Pulisic, Cristante, Adli, Loftus-Cheek

Marcatori: 17′ Mancini

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...