Virgilio Sport

Paulo Dybala, la Roma e quella clausola che cambia il mercato: parametri e possibilità di annullamento

I dettagli di una operazione che ha già grande rilevanza commerciale per la società dei Friedkin: Dybala porterà a Roma nuovi investitori e capitali

Pubblicato:

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

Se c’è un capitolo, nel contratto che lega Dybala alla Roma, che ha stuzzicato per via della anomalia è quello della clausola rescissoria, inserita nell’accordo triennale firmato dall’argentino con la società guidata dai Friedkin.

Dopo le visite mediche e 48 ore per mettere a punto un contratto particolarmente complesso, Dybala si è allenato per la prima volta con i compagni, dopo le sedute individuali di martedì della mattinata e ha assistito dagli spalti all’amichevole contro lo Sporting Lisbona da spettatore non pagante.

Quanto guadagnerà Dybala alla Roma

“L’AS Roma è lieta di annunciare l’ingaggio di Paulo Dybala. Il ventottenne argentino arriva in giallorosso dopo aver trascorso le ultime 7 stagioni alla Juventus. Il calciatore ha firmato un contratto che lo lega al Club fino al 30 giugno 2025″.

Dybala guadagnerà, tra ingaggio e bonus, una cifra che sfiora i sei milioni l’anno per tre stagioni, più l’opzione per la quarta come auspicato dal suo agente nella trattativa lampo che ha condotto Tiago Pinto, direttore sportivo dei giallorossi.

Dicevamo che, però, il punto che risulta più intrigante risulta essere quella clausola rescissoria alquanto anomala, già per via della somma che è stata inserita, abbastanza bassa, intorno ai 20 milioni, che la Roma può annullare rimodulando l’ingaggio del calciatore.

La clausola speciale del contratto

La formula non è la classica clausola liberatoria, ma è strutturata in più livelli: il calciatore ha una percentuale sulla clausola che oscilla su diversi parametri e la stessa Roma ha la possibilità di utilizzare i parametri, per annullare la clausola e trattenere il giocatore.

Anche per Dybala questa soluzione potrebbe rivelarsi proficua: la Roma ha stretto una sorta di partnership con il giocatore, che viene rivista in base al rendimento e sulla quale si può trattare a determinati livelli e centrati alcuni obiettivi. Come specifica ancora il Corsport, le commissioni sono in linea con la policy della proprietà.

Non viene pagata nessuna commissione dell’intermediazione, ma solo quelle sull’ingaggio del giocatore, che si attestano intorno al 10%; inoltre vengono dilazionate in modo che la società le paga annualmente fino a quando il giocatore resterà alla Roma.

Allenamento sotto controllo di Mou e dei Friedkin

Insomma, una nuova modalità di creare sinergie tra club e giocatori di questo livello. Per quanto riguarda, invece, gli aspetti meramente atletici della prima giornata ufficiale da giallorosso, Mourinho ha seguito personalmente l’allenamento di Dybala. Dopo l’ufficialità, la prima intervista e le foto di rito, il video della Dybala mask, ha segnato subito un record social, come sperato dai Friedkin che seguono da vicino ogni mossa.

Dopo ogni partita il gruppo viene diviso in due. Quelli che hanno giocato hanno svolto lavoro di scarico, gli altri invece hanno partecipato a un allenamento più intenso. Nonostante avesse intrapreso una preparazione individuale con un suo coach, Dybala ha lavorato con quest’ultimo gruppo; ha bisogno di migliorare la condizione ma sabato, nell’ultimo test in Portogallo contro il Nizza, giocherà 20 minuti partendo dalla panchina.

La macchina degli sponsor e dei social

L’operazione Dybala è stata anche un’ottima occasione, sul versante commerciale per la Roma di imprenditori molto attenti alle opportunità del mercato e i possibili sviluppi.

L’attaccante ufficializzato dal club giallorosso ha quasi 70 milioni di follower sui social, con abnormi potenzialità dal punto di vista della potenza di immagine, adv e in generale pubblicitaria anche come testimonial.

Nuovo accordo commerciale in vista

A breve, l’argentino dovrebbe annunciare un nuovo accordo pubblicitario arricchendo così i suoi introiti che per i diritti d’immagine fruttano tra i 20 e i 30 milioni di euro annui. Al tavolo delle trattative, si è discusso e poi tradotto nero su bianco l’insieme dei termini di accordo anche commerciali: sponsor e diritti, dal reparto media al merchandising.

Tradotto: come e quando utilizzare la maglia della Roma, quando non può sentirsi libero di non farlo e agire a titolo personale. Senza contare le aspettative di nuovi, possibili investitori che il nazionale argentino, ex Juventus, attirerà su Roma grazie al suo nome e al legame consolidato con Oriana Sabatini, una delle principali personalità musicali del Sudamerica.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...