Virgilio Sport

Polonia-Olanda, moviola: scambio persona poteva costar caro, così si salva l’arbitro

La prova di Artur Soares Dias nella gara di Euro2024 analizzata ai raggi X, il fischietto portoghese ha ammonito solo un giocatore nei 90' di gara

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

La finale di Conference tra Fiorentina e Olympiacos è stata la prima finale della carriera per Artur Soares Dias, l’arbitro scelto per Polonia-Olanda, un premio meritato per uno come lui che ha lottato per decenni per raggiungere questi traguardi. Diventato internazionale nel 2010, a trent’anni, Soares Dias è figlio d’arte: anche il padre Manuel, scomparso nel 2009, era stato un direttore di gara. In precedenza la partita più importante della sua carriera era stata la semifinale di Champions dello scorso anno tra Real Madrid e Manchester City. Un match in cui mostrò empatia e non sbagliò sulle decisioni importanti, anche se sorvolò su qualche comportamento sopra le righe dal punto di vista disciplinare. Soares Dias fu scelto come VAR ai Mondiali di Russia 2018, mentre diresse due partite della fase a gironi di Euro 2020 ma vediamo come se l’è cavata ieri ad Amburgo.

I precedenti di Soares Dias con Polonia e Olanda

Il fischietto portoghese aveva diretto già tre volte i tulipani con un bilancio di due vittorie e un pareggio, un solo incrocio con i polacchi con la gara che finì in parità

L’arbitro ha ammonito solo un giocatore

Coadiuvato dagli assistenti Paulo Soares e Pedro Ribeiro con il bosniaco Peljto IV uomo e Martins al Var, l’arbitro ha ammonito solo l’olandese Veerman.

Polonia-Olanda, i casi da moviola

Questi gli episodi dubbi. L’arbitro lascia molto correre in una gara non cattiva ma comunque intensa in cui non sono mancate azioni fallose e nervosismo. Al 15′ giallo per Reijnders ma non era lui l’autore del fallo su Szymanski! Il giocatore olandese, dopo aver ricevuto il cartellino, lo fa presente all’arbitro che poi ammonisce Veerman, il vero autore del fallo. Un errore che poteva costar caro perché a Euro2024 al secondo giallo nel torneo si rimedia già la squalifica. Regolari i tre gol di Polonia-Olanda.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

EURO TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...