Virgilio Sport

Italia-Albania, moviola: il giallo sul gol di Barella e il grave errore dell'arbitro

La prova dell’arbitro Zwayer nel match degli azzurri a Dortmund analizzata ai raggi X, il fischietto tedesco ha ammonito due giocatori per parte

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

42 anni, tedesco, Felix Zwayer, l’arbitro designato per Italia-Albania, è stato coinvolto nello scandalo delle scommesse calcistiche del 2005 riguardante l’allora arbitro Robert Hoyzer. Ha fatto il suo debutto in Bundesliga il 15 agosto 2009. Zwayer viene impiegato come arbitro FIFA dal 2012. Successivamente, è stato classificato dall’UEFA nella categoria degli arbitri più importanti (“Elite”), in stagione ha diretto Brighton-Roma di Europa League, danneggiando i giallorossi. Ha arbitrato anche la finale di Nations League 2022/23 tra Spagna e Croazia. Dal punto di vista dell’atteggiamento in campo è un arbitro autoritario che ricorre il meno possibile ai cartellini e non predilige il dialogo con i calciatori. Altra caratteristica che lo contraddistingue è che tende a evitare l’aiuto del Var. Tecnicamente spesso approssimativo. La gara, sulla carta, è di terza fascia e la designazione è una conseguenza, ma come se l’è cavata ieri a Dortmund il fischietto teutonico?

I precedenti di Zwayer con Italia e Albania

Lo scorso novembre Zwayer ha diretto la gara di qualificazione a Euro2024 dell’Olimpico tra l’Italia e la Macedonia del Nord. In quella circostanza annullò giustamente un gol a Raspadori per fuorigioco e assegnò un rigore agli azzurri dopo la conferma del Var per fallo di mano di Serafimov. Il bilancio è positivo: una vittoria e un pareggio. Aveva anche diretto il primo match il 7 settembre del 2018 contro la Polonia (1-1).Prima volta in assoluto invece con gli albanesi.

L’arbitro ha ammonito quattro giocatori

Coadiuvato dagli assistenti Lupp e Achmoeller, con Siebert IV uomo e Dankert al Var, l’arbitro ha ammonito quattro giocatori, di cui due della Nazionale di Spalletti: Pellegrini (I), Calafiori (I), Broja (A), Hoxha (A)

Italia-Albania, i casi da moviola

Questi gli episodi dubbi. Al 17′ check del Var sul gol di Barella. L’azione che porta al tiro decisivo del centrocampista dell’Inter scaturisce da un pallone giocato da Dimarco, la cui posizione viene valutata dal Var. Dimarco non è in fuorigioco ed è scongiurato anche un suo possibile fallo su Asani: convalidato il gol del 2-1 dell’Italia. Al 21′ il primo giallo: è per Pellegrini che stende Asllani, lanciato in contropiede. Al 51′ ammonito Calafiori per un fallo su Broja che a sua volta si prende il giallo per una reazione troppo veemente. Quarta ammonizione al 75′ per Hoxha per un intervento in ritardo su Frattesi.

Per Bergonzi c’è un grosso errore dell’arbitro

A fare chiarezza è Mauro Bergonzi. Il moviolista della Rai spiega a “Notti Europee” su Rai1: “Sul gol di Barella ci sono tre situazioni da analizzare: la posizione iniziale di Dimarco, che è regolare, il contrasto con il n.9 dell’Albania e anche qui fa bene l’arbitro a far proseguire, e se al momento del tiro Dimarco infastidisce il portiere e non c’è alcuna azione di disturbo su Strakosha: rete valida, giusta la decisione arbitrale. Un errore grave però è stato commesso in occasione dell’ammonizione di Calafiori. Non è l’azzurro a commettere fallo ma è il contrario, subisce una manata e va a terra. Andava ammonito l’albanese e fischiata punizione per l’Italia, un errore grave perché le ammonizioni sono pesanti: dopo due gialli scatta l’espulsione”.

Italia-Albania finisce 2-1.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

EURO TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...