Virgilio Sport

Psg-Milan, moviola: Il gol annullato, la svista di Calvarese e quel giallo sbagliato

La prova dell’arbitro sloveno Vincic al Parco dei Principi, nel match della terza giornata di Champions, analizzata ai raggi X dall’esperto di Prime

26-10-2023 06:14

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Internazionale da 13 anni, nei quali ha diretto partite di Champions League, Europa League, qualificazioni ai Mondiali agli Europei e la gara inaugurale di Qatar 2022 Argentina-Arabia, l’arbitro Vincic, scelto dall’Uefa per Psg-Milan, ha un precedente scabroso extracampo. A maggio 2020, in piena pandemia, il fischietto sloveno è stata protagonista di uno scandalo in Bosnia, quando è stato sorpreso all’interno di una casa piena di gente nella città di Bijeljina: nonostante le rigide restrizioni sanitarie erano presenti 9 donne e 26 uomini. Sul posto trovarono anche 10.000 euro, armi e un ingente quantitativo di cocaina.

Lo hanno arrestato per un suo presunto legame con Tijana Maksimovic, anche conosciuta come Tijana Ajfon, la donna a capo del giro di prostitute. L’arbitro ha comunque cercato di fuggire su una barca lungo il fiume Drina con tre persone, poi ha chiarito tutto con le autorità.

I precedenti di Vincic col Milan

E’ stata la terza gara arbitrata dallo sloveno con i rossoneri protagonisti: i precedenti risalgono a Manchester Udt-Milan dell’11 marzo 2021 in Europa League con il gol annullato a Kessie per un evidente errore della squadra arbitrale e ad Atletico Madrid-Milan 0-1 del novembre 2021. Vincic vanta anche diversi altri precedenti con le squadre italiane, diresse anche Inter-Barcellona di Champions dello scorso anno col successo dei nerazzurri.

L’arbitro ha ammonito 5 giocatori

Coadiuvato dai connazionali Tomaž Klančnik e Andraž Kovačič con Matej Jug IV uomo, Kajtazovic al Var e il croato Bebek all’Avar l’arbitro Vincic ha ammonito 5 giocatori, di cui quattro della squadra di Pioli: 4′ Thiaw, 7′ Krunic, 15′ Hakimi, 61′ Tomori, 62′ Kalulu. Recupero tempo: 2′ nel primo tempo, 4′ nel secondo tempo

Psg-Milan, i casi da moviola

Questi i principali episodi dubbi: al 48’ Ugarte abbatte Musah a centrocampo recuperando il pallone e facendo partire il contropiede che porta Dembelè al goal. L’arbitroVincic va al VAR per rivedere l’azione, annullando il raddoppio. Al 53’ segna Kolo Muani e il gol è buono: Tomori è sulla linea di porta al momento della conclusione dell’attaccante francese.

Al 63’ viene ammonito Fikayo Tomori per un apparente colpo in faccia a Kolo Muani. I replay mostrano però come il tocco del difensore centrale del Milan sia lieve. All’89′ tris del PSG, ancora una volta regola: Kang-in arriva a rimorchio sull’assist di Zaire-Emery.

La svista di Calvarese

Nel commentare a caldo la partita, l’ex arbitro Calvarese su Prime è incappato in una svista. In diretta aveva infatti ritenuto giusto convalidare il gol di Dembelè, poi annullato. Quando rivede le immagini, però, si ravvede: “Dal replay si vede il fallo. L’arbitro aveva la visuale come la nostra prima telecamera e non ha visto. Tutto giusto, è fallo ed è corretta la decisione di annullare il gol”. Magra consolazione per il Milan che alla fine perderà comunque 3-0.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...