Virgilio Sport

Pagelle di Roma-Inter 0-2. Horror Ibanez. Torna la LuLa, Brozo è di nuovo Epic

Top e flop di Roma-Inter, valevole per la 34° giornata della Serie A 2022-23. Decidono Dimarco e Lukaku. Erroraccio Ibanez, Brozovic domina il centrocampo

06-05-2023 20:12

Lorenzo Marsili

Lorenzo Marsili

Sport Specialist

Giornalista pubblicista, redattore, divulgatore. E' una delle anime video del sito: racconta in immagini un evento e lo fa come pochi altri

L’Inter sbanca l’Olimpico con un gol per tempo e mette un tassello importante nella corsa a un piazzamento Champions. Il netto 0-2 inflitto a una Roma in piena emergenza vale il quarto successo consecutivo per la banda di Simone Inzaghi, che si prende i tre punti grazie alle reti di Dimarco e Lukaku.

La gara si sblocca poco dopo la mezz’ora. Ci pensa Brozovic con una giocata da campione che premia lo scatto sulla destra di Dumfries. L’olandese mette al centro un perfetto cross basso tagliato sul quale, sul secondo palo, si avventa per il tocco decisivo Dimarco. Nella ripresa, l’erroraccio di Ibanez spalanca la porta a Lukaku, che non si fa pregare e infila Rui Patricio con un preciso mancino che si insacca sul primo palo. Nel finale, la traversa nega il gol a Lautaro.

Roma-Inter 0-2: cronaca, statistiche e highlights

Le pagelle della Roma

  • Rui Patricio 6: Sollecitato pochissime volte, sulle due reti non può davvero nulla. La traversa lo salva sulla pennellata deliziosa di Lautaro Martinez
  • Mancini 6: Prestazione senza grandi sbavature per il centrale, che tiene a lungo testa agli avanti nerazzurri
  • Cristante 6: Chiamato a giostrare sulla linea dei difensori, si mette a disposizione dei compagni con attenzione, corsa e grinta. Non sempre riesce a tenere a bada gli avanti nerazzurri, ma fa il suo e lo fa bene
  • Ibanez 4,5: E’ il pericolo numero uno dalle parti di Onana. Rovina tutto regalando letteralmente il raddoppio all’Inter, servendo con una giocata poco comprensibile la sfera a Lautaro
  • Zalewski 5,5: Giornata non semplice per il giovane esterno giallorosso, che fatica a farsi vedere in avanti e finisce per essere surclassato dall’ottima gara tattica dell’Inter. Dal 94′ Missori sv
  • Bove 6: Qualche buona corsa in avvio, poi prova con voglia e volontà a tenere il passo dei centrocampisti nerazzurri. Il grande dispendio di energie lo portano a non essere sempre preciso. Dal 70′ Dybala 6: Entra per guidare lo sprint finale. Regala vivacità e giocate, ma resta troppo spesso isolato e la marcatura asfissiante dei nerazzurri ha tutto sommato vita facile
  • Matic 6,5: L’ultimo giallorosso a mollare, lotta, ringhia e giostra con grande personalità. Come spesso gli capita ultimamente, è il migliore in campo per l’undici di José Mourinho. Questa sera, però, non basta. Dal 94′ Tahirovic sv
  • Camara 5,5: Un paio di iniziative interessanti, ma poco altro. La mancanza di esperienza lo penalizza contro una mediana nerazzurra infarcita di campioni fatti e finiti. Dal 94′ Pisilli sv
  • Spinazzola 5: Il vantaggio nerazzurro pesa principalmente sulla sua coscienza, soffre la pressione costante di Dumfries
  • Pellegrini 5,5: Parte bene, provandoci in un paio di occasioni. Poi, però, finisce per predicare nel nulla e la sua prestazione resta appena sotto la sufficienza
  • Belotti 5,5: Pochi palloni giocabili e poco spazio. Appena la sfera arriva dalle sue parti, le maglie nerazzurre si stringono e lui finisce per essere puntualmente annullato. Dal 74′ Abraham sv
  • Mourinho (all.) 6: Fa quello che può con il poco che ha. Solo due giocate estemporanee non gli permettono di evitare la sconfitta. Chiedere di più in questo momento è davvero difficile. E tra pochi giorni c’è una semifinale di andata da giocare…

Le pagelle dell’Inter

  • Onana 6,5: Due parate che salvano il risultato. Quando c’è da metterci una pezza, lui c’è, ed è fondamentale
  • Darmian 6,5: Buone giocate e gamba per una prestazione concreta e attenta
  • Acerbi 6,5: Si è caricato la retroguardia dell’Inter sulle spalle e, anche all’Olimpico in quello che per lui è una sorta di derby, finisce per essere tra i migliori in campo.
  • Bastoni 7: Davanti la Roma è poca cosa e lui ha vita facile. Anche quando Mourinho getta nella mischia i pezzi da novanta, il suo livello non scende
  • Dumfries 6,5: Movimento e assist perfetti per il gol di Dimarco. Vince su tutta la linea il duello con Spinazzola. Inzaghi gli risparmia l’ultima mezzora in vista del derby di Champions con il Milan. Dal 59′ Bellanova 6: Buon ingresso per l’ex Cagliari, che si fa vedere con personalità nelle due fasi
  • Barella 6,5: Autoritario e cattivo come sempre. Gioca un’altra importante partita nella sua stagione. Dall’81′ Gagliardini sv
  • Brozovic 7,5: Padrone del centrocampo. Recupera un’infinità di palloni, con grinta e precisione. Avvia l’azione che porta al vantaggio nerazzurro con una giocata da autentico campione. Dopo l’ottima prestazione di Verona, la conferma di un recupero pieno e importante
  • Calhanoglu 6: Maresca lo grazia in un paio di occasioni. Tra i centrocampisti nerazzurri è quello che appare meno in giornata. Dal 70′ Mkhitaryan sv
  • Dimarco 7: Come all’andata, apre il match con un inserimento alle spalle della difesa giallorossa che non lascia scampo a Rui Patricio. Dal 70′ de Vrij sv
  • Lukaku 7: Lotta e fa a sportellate con chiunque. A un quarto d’ora dal termine archivia la pratica con la precisa conclusione che supera Rui Patricio sull’errore di Ibanez
  • Correa 5: Prestazione ancora una volta senza spunti interessanti, anzi… In avvio di ripresa getta alle ortiche il possibile raddoppio dimenticandosi di calciare o servire Lukaku tutto libero in ottima posizione. Dal 60′ Lautaro 7: Lancia alla perfezione Lukaku sull’incredibile regalo di Ibanez per il gol che, di fatto, chiude i giochi. La traversa gli nega il gol nel finale
  • Inzaghi (all.) 7: Prepara la gara nel migliore dei modi, con l’Inter quadrata e capace di attendere il momento giusto per azzannare una Roma in difficoltà, ma non comunque non semplice da affrontare.

La pagella dell’arbitro

Fabio Maresca 5,5: il fischietto partenopeo dirige il match fischiando solo quando strettamente necessario. Manca molto probabilmente un cartellino giallo per Calhanoglu nella prima parte di gara. In avvio di ripresa, ben coadiuvato dal VAR, non concede la massima punizione alla Roma per il tocco involontario con la mano di Darmian.

Il nostro super TOP

La giocata che avvia l’azione del gol di Dimarco spacca letteralmente l’equilibrio del match e vale i tre punti. Il super top è Marcelo Brozovic, che conferma l’ottima prestazione di Verona, giocando e recuperando una mezza infinità di palloni, sempre con precisione, decisione e grandissima qualità. Brozo è finalmente tornato Epic.

Il calendario completo con i prossimi impegni dell’Inter

Il nostro super FLOP

Scelta obbligata per il titolo di super flop di serata, che va a Roger Ibanez. Il difensore brasiliano gioca una buona gara, arrivando anche in un paio di occasioni a pochi centimetri dal gol. Poi, però, l’incomprensibile amnesia che spalanca la porta a Lukaku e di fatto mette la parola fine ai giochi, vanifica ogni possibile assalto finale dei giallorossi.

Il calendario completo con i prossimi impegni della Roma

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Juventus - Frosinone
Cagliari - Napoli
Lecce - Inter
Milan - Atalanta
SERIE B:
Modena - Spezia

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...