Virgilio Sport

Romania-Ucraina 3-0: eurogol di Stanciu, Lunin il peggiore. Dovbyk delude anche il Napoli

Il talento allenato da Fabio Pecchia non delude le aspettative, a segno anche Razvan Marin dell'Empoli. Delusione totale per Shevchenko, presente in tribuna.

Pubblicato:

Pietro De Conciliis

Pietro De Conciliis

Giornalista

Giornalista pubblicista e speaker radiofonico, per Virgilio Sport si occupa di calcio con uno sguardo attento e competente sui campionati di Serie B e Serie C

Buona la prima per la Romania di Iordanescu, che asfalta senza troppi problemi l’Ucraina di Rebrov, grazie alle reti realizzate da Stanciu, Razvan Marin e Dragus. Assoluto mattatore Dennis Man, reduce dalla promozione in Serie A con la maglia del Parma di Fabio Pecchia, al pari di Mihaila. Male l’uomo mercato Dovbyk, seguito con attenzione dal Napoli di De Laurentiis dopo la super annata con i colori del Girona. Shevchenko contrariato in tribuna. La Romania, invece, può festeggiare la seconda vittoria della sua storia in un Campionato Europeo.

Man trascina la Romania, Stanciu si conferma centrocampista goleador

La colonia “italiana” conduce al successo la Romania di Iordanescu, che inizia nel migliore dei modi Euro 2024. Dalla prova superlativa di Dennis Man, autore di due assist per Stanciu e Dragus, al gol dalla distanza di Razvan Marin, centrocampista di proprietà del Cagliari ma in prestito all’Empoli nell’ultima stagione sportiva. Rispetta le aspettative di inizio gara il punto di riferimento della nazionale romena, Nicolae Stanciu, protagonista di una partita sontuosa, arricchita dalla meravigliosa rete in apertura. Il classe ’93 è nel pieno della sua maturazione. La Romania approfitta della giornata di grazia e non si accontenta di un primo tempo fatto di coraggio e riaggressione, chiudendo la pratica nei secondi 45 minuti con l’ausilio dello “sfortunato” Lunin e le straordinarie qualità tecniche di Man, che fa sognare i tifosi del Parma.

Male Dovbyk, il Napoli riflette

Paga l’emozione dell’esordio in questo Europeo Artem Dovbyk, gigante ucraino diventato oggetto del desiderio di tanti top club europei, tra cui il Napoli di Aurelio De Laurentiis. 24 gol e 8 assist in 36 apparizioni con il Girona quest’anno, nel massimo campionato spagnolo, e una lunga coda di squadre pronte a fare follie per il 27enne. Oggi, però, nulla è andato secondo i piani. Partita storta e Dovbyk poco coinvolto nella manovra offensiva dell’Ucraina, che vede nascere solo dai piedi di Sudakov le iniziative più importanti. I partenopei, in attesa di ulteriori sviluppi sul fronte Lukaku, non sono certo rimasti impressionati dalla prova odierna dell’ex Dnipro.

L’Ucraina delude anche Shevchenko

Delusione totale per i tifosi ucraini, che speravano sicuramente in un esordio diverso della nazionale allenata da Rebrov. Inquadrato dalle telecamere della regia internazionale, è apparso piuttosto contrariato anche il presidente della Federcalcio ucraina, Andriy Shevchenko, ex stella del Milan che in questi mesi ha utilizzato tutti i mezzi a disposizione per tenere accesi i riflettori anche sul conflitto che vede contrapposte Russia e Ucraina. Una figura importante, per ciò che rappresenta anche all’esterno del terreno di gioco, ma oggi non può essere certo soddisfatto della prestazione di Mudryk e compagni. La prossima sfida con la Slovacchia sarà già decisiva, anche per il futuro del commissario tecnico sulla panchina gialloblù.

RIVIVI IL LIVE DI ROMANIA-UCRAINA

Top e flop della Romania

  • Stanciu voto 7: Apre il suo Europeo con un eurogol alla mezzora, sfruttando al meglio un errore di Lunin in fase di impostazione e uno splendido appoggio di Dennis Man. Destro di prima intenzione sotto l’incrocio dei pali.
  • Man voto 6,5: Due assist e tante buone giocate al servizio della nazionale allenata da Iordanescu, che vola contro l’Ucraina.
  • Coman voto 5,5: Volitivo, ma poco preciso negli ultimi 20 metri. Si propone con buona continuità sull’out mancino.
  • M. Marin voto 5,5: Il centrocampista del Pisa gioca una partita piuttosto accorta, senza mai strafare. Non una totale bocciatura, ma ci si aspettava qualcosina in più per i colpi a sua disposizione.
  • Burca voto 5,5: Non disputa una brutta partita, ma viene salvato in un paio di circostanze da Dragusin, attento nel posizionarsi sempre al posto giusto al momento giusto.

Top e flop dell’Ucraina

  • Mudryk voto 6: Tra i più pericolosi dei suoi, conferma le qualità messe in vetrina con la maglia del Chelsea. Troppo isolato là davanti.
  • Sudakov voto 6,5: Molto attivo sulla trequarti offensiva, tra i pochi a salvarsi della squadra di Rebrov. Poco accompagnato dai compagni di reparto, anche in ripartenza. È suo l’unico vero tiro in porta dell’Ucraina.
  • Lunin voto 4: Regala due gol su tre alla Romania, prima sbagliando in impostazione e poi facendo una bruttissima figura sul destro dal limite di Razvan Marin. Delude il portiere del Real Madrid.
  • Zinchenko voto 5: Sognerà Dennis Man anche stanotte. Nervoso e molto impreciso nell’arco dei 90 minuti.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

EURO TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...