Virgilio Sport

Scommesse, Zaniolo in Procura a Torino: l'audizione sulle puntate illegali, erano solo poker e blackjack?

Zaniolo ascoltato dalla pm Manuela Pedrotta, che coordina l'indagine sul giro di scommesse su piattaforme online illegali: l'ex Roma ha sempre negato di aver giocato sul calcio.

27-10-2023 18:20

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Il giorno della verità è finalmente arrivato per Nicolò Zaniolo. Il talento dell’Aston Villa e della Nazionale italiana, tirato in ballo nell’indagine sul giro di scommesse su piattaforme online illegali, è arrivato pochi minuti dopo le 14.30 al tribunale di Torino per l’audizione davanti alla pm Manuela Pedrotta, coordinatrice dell’inchiesta.

L’audizione era prevista a inizio settimana, poi è stata rinviata a oggi. Per Zaniolo l’opportunità di chiarire una volta per tutte la sua posizione. L’attaccante dell’Aston Villa è rimasto in Procura fino alle 17.40 per tre ore di audizione. All’ex giallorosso è contestato l’esercizio abusivo di attività di gioco o di scommessa.

Scommesse, l’audizione di Zaniolo a Torino

L’ex romanista è il terzo calciatore di alto livello iscritto nel registro degli indagati dalla Procura del capoluogo piemontese insieme a Nicolò Fagioli e Sandro Tonali. A differenza degli altri due, però, Zaniolo non ha mai ammesso di aver effettuato puntate sul calcio (nel caso di Tonali, addirittura sulle squadre in cui militava: Brescia e Milan). Da parte di Zaniolo solo implicite conferme del fatto che sì, su quelle piattaforme ha eseguito l’accesso: solo, però, per giocare a poker e blackjack.

Nel cellulare e nel pc la ricerca di prove

Al Palazzo di Giustizia di Torino Zaniolo è arrivato a bordo di un van nero, con tutti i vetri oscurati. All’arrivo, ovviamente, non ha rilasciato dichiarazioni. Due settimane fa, mentre era in ritiro con la Nazionale a Coverciano per preparare il match di qualificazione a Euro 2024 contro Malta, Zaniolo è stato ascoltato una prima volta dagli inquirenti insieme a Tonali, accompagnato da Buffon. In quell’occasione sono stati anche sequestrati i dispositivi elettronici (cellulari e computer) in uso ai due calciatori.

Cosa rischia Zaniolo? Le differenze con Fagioli e Tonali

Se i rischi legati all’indagine penale sono relativi per Zaniolo e gli stessi Fagioli e Tonali (rischiano un’ammenda di poco superiore ai 500 euro), ben più gravi sono le possibili conseguenze a livello sportivo. Dovesse essere confermata la versione del giovane attaccante spezzino, quella cioè di aver giocato solo a poker e blackjack, non ci sarebbero rischi di squalifica. Dovesse emergere altro, Zaniolo finirebbe nel mirino della Procura FIGC.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Bologna - Verona
SERIE B:
Cosenza - Sampdoria

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...