Virgilio Sport

Serie B nel caos, anche il Perugia alza la voce e chiede la riammissione: la lettera del club

"Lecco e Reggina non possono iscriversi al prossimo campionato cadetto", sostiene il patron degli umbri Massimiliano Santopadre, pronto a farsi largo in tutte le sedi di giudizio

24-06-2023 10:50

Il Perugia ha ufficialmente chiesto – dopo la retrocessione sul campo in C – la riammissione in Serie B. E lo ha fatto attraverso la convinzione di patron Massimiliano Santopadre secondo cui “Lecco e Reggina non hanno le carte in regola per iscriversi in cadetteria“. La bagarre continua ad essere particolarmente confusa circa il prossimo campionato e ci sono altre parti in causa, come ad esempio il Brescia di Massimo Cellino (dopo la sconfitta nel playout contro il Cosenza) che, nonostante in passato si sia dimostrato contrario al concetto di ripescaggio, ora brama di poterne usufruire.

Il Perugia chiede la riammissione in B: “Lecco e Reggina non possono iscriversi”

Proprio lo scorso mercoledì (21 giugno) il club umbro ha presentato un’istanza per l’accesso agli atti delle iscrizioni. E, nelle ultime ore, ha anche prodotto un comunicato, una nota senza mezzi termini:

“La società scrivente, a seguito di quanto si sta verificando circa i possibili partecipanti al prossimo campionato di Serie B 2023/2024, ricorda che esistono degli organi preposti al controllo e termini perentori per quanto riguarda le iscrizioni. Per tali motivi non accetterà nessuna sorpresa su questo aspetto. Ci sono i regolamenti e, visto che questo club li ha sempre rispettati, siamo convinti che saremo tutelati dalla FIGC e dalla Lega B per essere riammessi perché a nostro avviso Reggina e Lecco non hanno titolo all’iscrizione. AC Perugia Calcio”.

Lecco e il punto sulla questione stadio

Da una parte, si diceva, la questione Lecco. Nebulosa, quanto meno per le tempistiche con cui la società bluceleste, fresca vincitrice (contro il Foggia) dei playoff-odissea di Serie C, sia stata messa immediatamente alle corde dalle istituzioni del calcio in merito alla questione stadio. Il “Rigamonti-Ceppi” necessita di un sostanzioso adeguamento e la Prefettura ha rigettato la richiesta di trasferire temporaneamente le gare casalinghe a Padova, a circa 300 chilometri di distanza. Non avendo presentato per tempo l’iscrizione in Serie C (ipoteticamente preventiva), ora il Lecco in casa di mancata ammissione in B, rischia addirittura di finire pero giocare in Serie D.

I problemi della Reggina

La coda lunga, è invece quella della Reggina, che prosegue coi suoi problemi di carattere finanziario. Dopo i ritardi nei vari pagamenti degli stipendi (poi onorati in fase di iscrizioni), ora i problemi sono con l’Agenzia delle Entrate e con le dimissione del presidente Marcello Cadorna e di tutto il cda amaranto in seguito alla volontà della proprietà di passare la mano.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...