Virgilio Sport

Serie B, risultati 27a giornata: Venezia secondo, il Feralpisalò riaccende la speranza a La Spezia

La 27esima giornata di Serie B regala una classifica che si compatta leggermente in testa, con il Venezia che si prende il secondo posto e il Parma a rallentare. In coda, colpo del Feralpisalò con lo Spezia

Pubblicato:

Luca Santoro

Luca Santoro

Giornalista

Esperto di Motorsport ma, più in generale, appassionato di tutto ciò che sia Sport, anche senza il Motor. Dà il meglio di sé quando la strada fa largo alle due o alle quattro ruote

Il turno infrasettimanale di Serie B, relativo alla 27esima giornata di campionato, sancisce qualche scricchiolio sulla vetta alla classifica occupata ancora dal Parma che, pur in dieci, riesce a prendersi un pareggio che però fa avvicinare la Cremonese, vittoriosa contro una Sampdoria di nuovo battuta in casa. Il Palermo prova, invece, una reazione tardiva ma affonda in casa con la Ternana (che rifiata cercando di allontanarsi dalla zona playout), mentre il Como ha la meglio nel derby del lago contro il Lecco. Il Brescia è stato fermato dall’Ascoli, e il Bari perde ancora, questa volta contro il Cosenza.

Nei posticipi del mercoledì sera, il Venezia supera il Cittadella e si porta al secondo posto, a cinque lunghezze dal Parma. Il Feralpisalò fa il colpaccio a La Spezia nello scontro salvezza e riaccende le speranze, avvicinando proprio i liguri al terzultimo posto in classica, distante ora solo due punti. Si chiude, infine, sul 2-2 il bel batti e ribatti tra Pisa e Modena, con le due squadre a inseguirsi senza prevalere.

Ascoli-Brescia 1-1: al rigore di Mendes risponde l’eurogol di Dickmann

Il primo match di questa giornata si chiude in pareggio con un gol per parte. L’Ascoli va in vantaggio al 38′ grazie ad un calcio di rigore trasformato da Mendes, causato da un tocco di mano di Papetti. I padroni di casa vanno vicini al raddoppio, ma il primo tempo termina con la rivalsa delle Rondinelle con un gran gol di Dickmann, che sulla distanza cannoneggia la rete al 44′. Nella ripresa molto controllo palla da parte del Brescia, mentre l’Ascoli prova a forzare le difese avversarie. Finale un po’ nervoso per un rigore non concesso ai padroni di casa e le conseguenti proteste, ma il match va in archivio con l’1-1.

Reggiana-Sudtirol 1-1: altro pareggio, a segno Pieragnolo e Odogwu

Medesimo risultato per l’altra partita giocata alle 18:15. Primo tempo ben bilanciato tra le forze in campo, con la Reggiana ed il Sudtirol che hanno dato un saggio di tattica che ha lasciato un po’ di amaro in bocca agli allenatori Nesta e Valente. Tutt’altro spartito nel secondo, con i padroni di casa che vanno sull’1-0 al 63′ grazie al tiro di Pieragnolo servito in profondità da Girma. Un gol a cui risponde al 72′ Odogwu, uno dei cambi decisi dal tecnico dei tirolesi che porta il match sull’1-1 con un tap-in dopo la respinta del portiere della Reggiana.

Parma-Cosenza 1-1: i ducali di nuovo fermati

La capolista Parma, dopo il pareggio 1-1 con il Como, ha accolto il Cosenza reduce dalla prima sconfitta dopo cinque risultati utili ottenuta con la Sampdoria. E anche in questo caso è arrivato un pareggio per 1-1, con il primo gol siglato nei due minuti iniziali grazie ad un potente destro di Cyprien sugli sviluppi di un calcio di punizione. Gli ospiti costringono però i ducali al pareggio al 41′ con Camporese. E si avvicinano al raddoppio, infrantosi sulla traversa dopo il tiro di Tutino su cross ben calibrato di Frabotta. Nel secondo tempo le cose per il Parma si mettono male, con la squadra che finisce in inferiorità numerica per via dell’espulsione di Balogh (somma di ammonizioni). I ducali però sfiorano il 2-1, e così il Cosenza quando ormai la partita è decisamente agli sgoccioli.

Sampdoria-Cremonese 1-2: un’altra sconfitta in casa per gli uomini di Pirlo

Ancora una volta la Sampdoria non riesce ad avere la meglio in casa, e così incassa dalla Cremonese una sconfitta per 2-1, subito in vantaggio grazie a Johnsen con il suo destro, dopo aver beffato le difese blucerchiate. Zanimacchia si avvicina al 2-0, ma i padroni di casa pareggiano con Ghilardi su calcio piazzato al 12′. I grigiorossi nella ripresa si scatenano ulteriormente siglando il raddoppio con Falletti.

Catanzaro-Bari 2-0: gli ospiti provano a reagire ma incassano la seconda sconfitta di fila

Il Bari incassa la sua seconda sconfitta di fila perdendo al Ceravolo contro il Catanzaro, pur regalando qualche spunto reattivo. Il match, iniziato con 15 minuti di ritardo causa nebbia, giunge ad un primo vantaggio dei calabresi con Vandeputte su calcio di punizione. I galletti rispondono con un tentativo di Nasti e poi con Matino, con tiri che finiscono rispettivamente a lato della porta e sopra la traversa. Nel secondo tempo il Bari si avvicina al gol con Di Cesare, ma sarà ancora una volta il Catanzaro ad andare a segno, grazie ad Immello. Siamo al 78′, e la partita si trascina sino al conclusivo 2-0.

Palermo-Ternana 2-3: gli umbri spiazzano i padroni di casa

Decisamente scoppiettante il match del Renzo Barbera: subito il Palermo protagonista con la traversa colpita da Brunori, ma saranno gli umbri ad andare in vantaggio con Diakité, con un tiro rasoterra. Sono passati i primi dieci minuti, e nove dopo i rosanero firmano il pareggio con Lund sulla distanza. Nel secondo tempo la Ternana sigla il 2-1 con Pyythia e poi con Raimondo. I padroni di casa, spiazzati, reagiscono negli ultimi minuti del recupero con un tiro-cross di Brunori.

Lecco-Como 0-3: Abildgaard sfiora la doppietta

Infine, il derby lariano è stato vinto dal Como, che ha ottenuto una storica vittoria in Serie B al Rigamonti-Ceppi. Gli ospiti vanno in vantaggio intorno al 4′ con Goldaniga, su sviluppi di un corner. Il Lecco sfiora il pari con Novakovich, ma il Como timbra il 2-0 con Bellemo (servito da Nsamé). Un primo 3-0, grazie ad Abildgaard, viene invalidato per un fuorigioco di Nsamé. Nel recupero la tripletta vera e propria arriva sempre grazie ad Abildgaard.

Venezia-Cittadella 2-0

Cade ancora il Cittadella, che contro il Venezia al Penzo non riesce a porre fine a una crisi senza fine. I lacunari di Vanoli accorciano, così, sul Parma capolista, distante ora cinque lunghezze. La gara viene decisa dalle firme scandinave della Serenissima, che piegano le resistenze degli ospiti con un gol per tempo. Apre l’ex Monza, Gytkjær, lesto, dopo appena 3′, a correggere alle spalle di Kastrati la spizzata di Altare sul corner messo al centro da Andersen. I granata recriminano per la traversa e il palo colpiti a stretto giro di boa da Pittarello. Nella ripresa, i arancioneroverdi legittimano il successo con Bjarkason, ottimamente assistito da Svoboda.

Pisa-Modena 2-2

Pisa e Modena si spartiscono la posta in palio al termine di una gara concitata e combattuta. Dopo i miracoli di Loria in avvio, i padroni di casa passano a condurre sul tramonto della prima frazione con Mlakar che monetizza il gran lancio di Caracciolo per superare Seculin in uscita. I canarini approcciano meglio la ripresa e trovano il pareggio lampo con Abiuso, che vince il duello con Canestrelli e non lascia scampo a Loria. Gli emiliani tengono altra la tensione, con il rosso a Valoti che sembra togliere equilibrio al Pisa e il gol di Strizzolo in mischia che permette di mettere la freccia al 74′. Dieci minuti e Canestrelli ristabilisce definitivamente l’equilibrio incornando il 2-2 sugli sviluppi di un corner. Nel finale, annullato un gol a Riccio per offside.

Spezia-Feralpisalò 0-2

Successo pesantissimo per l’undici di mister Zaffaroni, che si prende tre punti preziosissimi in ottica salvezza nello scontro diretto con uno Spezia che cade dopo una importante serie di risultati utili, ma ora avanti appena due punti dal penultimo posto in classifica, con il Lecco che resta ultimo a 21 punti. La gara del Picco vede i padroni di casa partire meglio, ma dopo il gol annullato a Maranzani per fuorigioco, sono i Leoni del Garda a passare con Felici che, al 38′, insacca con il destro. La spinta della squadra di D’Angelo in avvio di ripresa per provare a pervenire al pareggio viene vanificata dalla raddoppio firmato da La Mantia, al 76′, sul servizio al bacio di Pilati.

Serie B, il programma della 27ª giornata

Martedì 27 febbraio ore 18:15

Ascoli-Brescia 1-1

Marcatori: 38’ Mendes (A), 44’ Dickmann (B)

Reggiana-Sudtirol 1-1

Marcatori: 63′ Pieragnolo (R), 72′ Odogwu (S)

Martedì 27 febbraio ore 20:30

Parma-Cosenza 1-1

Marcatori: 2′ Cyprien (P), 40′ Camporese (C)

Sampdoria-Cremonese 1-2

Marcatori: 5′ Johnsen (C), 12′ Ghilardi (S), 69′ Falletti (C)

Catanzaro-Bari 2-0

Marcatori: 4′ Vandeputte (C), 78′ Iemmello (C)

Palermo-Ternana 2-3

Marcatori: 10′ Pereiro (T), 19′ Lund (P), 64′ Pyythia (T), 74′ Raimondo (T), 95′ Brunori (P)

Lecco-Como 0-3

Marcatori: 3′ Goldaniga (C), 21′ Bellemo (C), 93′ Abildgaard (93′)

Mercoledì 28 febbraio ore 20:30

Venezia-Cittadella 2-0

Marcatori: 3′ Gytkjær, 74′ Bjarkason

Pisa-Modena 2-2

Marcatori: 42′ Mlakar (P), 48′ Abiuso (M), 74′ Strizzolo (M), 84′ Canestrelli (P)

Spezia-Feralpisalò 0-2

Marcatori: 38′ Felici, 76′ La Mantia

Serie B: la classifica dopo la 27ª giornata

La classifica: Parma 56, Venezia 51, Cremonese 50, Como 49, Palermo 46, Catanzaro 45, Modena e Cittadella 36, Brescia 35, Cosenza e Bari 33, Sudtirol e Reggiana 32, Sampdoria 31, Pisa 31, Ternana 29, Ascoli 27, Spezia 26, FeralpiSalò 24, Lecco 21.

Sampdoria: 2 punti di penalizzazione

La classifica marcatori della serie B

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...