Virgilio Sport

Spalletti-Mourinho: una lunga storia di liti, battute e rivalità tra i veterani delle panchine 

Napoli-Roma è il confronto tra due eterni rivali: quando il portoghese era all’Inter l’inizio di un rapporto fatto di frecciate e battibecchi e che promette ancora scintille

Pubblicato:

Napoli-Roma è soprattutto la sfida tra Luciano Spalletti e José Mourinho, allenatori distanti per il proprio lavoro in campo e per i risultati ottenuti in carriera, che sono passati dall’essere rivali ad amici. Il loro rapporto, fatto spesso di liti e frecciate, sembra essersi addolcito col tempo, fino a diventare molto simile a una vera amicizia.

Mourinho e gli “zeru tituli” di Spalletti

In principio fu Inter contro Roma. Nel 2008/09, nella prima stagione di Mourinho con i nerazzurri, Spalletti e la formazione giallorossa perdono contro l’Inter la SuperCoppa Italiana ai rigori, poi diventano i principali rivali dello Special One nella lotta scudetto.

Mou vince 4-0 la gara del girone di andata all’Olimpico, ma la prima grande schermaglia arriva due giorni dopo il match di ritorno, il pareggio di San Siro che vede l’Inter rimontare da 1-3 a 3-3 anche grazie a un rigore discusso. Mourinho si ribella al processo alla sua squadra e punta il dito contro la Roma dei perdenti: “Non mi piace la prostituzione intellettuale: negli ultimi giorni c’è stata una grandissima manipolazione intellettuale e non si è parlato di una Roma con grandissimi giocatori, con tanti giocatori che io volevo avere con me, che finirà la stagione con zeru tituli”, attacca Mou, accusando indirettamente Spalletti di non essere stato capace di vincere. L’Inter porterà poi a casa lo scudetto: Mourinho alimenterà così la sua fama di vincente, Spalletti quella di eterno secondo.

Mourinho e Spalletti amici-rivali

La stagione seguente, quella del Triplete dell’Inter, Spalletti si dimette dopo due giornate: non incontrerà Mourinho fino allo scorso campionato. Prima della gara di andata all’Olimpico lo show. Mourinho incrocia Spalletti in collegamento su DAZN, è un momento felice per il toscano dato che il Napoli viene da 8 vittorie consecutive. Mourinho saluta il collega-rivale con un “grande Spallettone!”, poi scherza sullo scontro ormai prossimo: “Vuoi vincere tutte le partite? Secondo me tu devi perdere la prossima fuori casa”, dice il portoghese.

Spalletti fa gli scongiuri, ma la “gufata” di Mou va a segno: la Roma blocca sullo 0-0 il Napoli, entrambi gli allenatori vengono espulsi per proteste. Mourinho si conferma dunque imbattibile per Spalletti, che nel match di ritorno vede svanire nel recupero la chance di battere l’amico-rivale: dopo l’1-0 di Insigne su rigore, la Roma pareggia al 91’ con El Shaarawy.

Osimhen fa cadere l’imbattibilità di Mourinho

E probabilmente Mourinho avrebbe conservato la sua imbattibilità contro Spalletti anche questa stagione, se Victor Osimhen non avesse tirato fuori una delle perle più splendenti della sua stagione proprio all’Olimpico, nell’1-0 ottenuto dal Napoli contro la Roma. “Hanno vinto senza meritare”, il commento di Mou al termine di una partita dominata sul piano del gioco dagli azzurri.

Spalletti si trincera dietro un “no comment”: un gesto elegante verso l’amico-rivale. Ma il toscano è personaggio che non dimentica: chissà che, in caso di vittoria azzurra domenica sera al Maradona, non arrivi il suo turno di lanciare una provocazione a Mourinho.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Inter - Cagliari

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...