Virgilio Sport

Pagelle Sporting-Atalanta 1-2: Scalvini e Ruggeri chirurgici, Musso eroe, si rivede Scamacca

Successo di capitale importanza per l'Atalanta in Europa League: i nerazzurri passano a Lisbona contro lo Sporting, balzando in testa al girone e ritrovando l'attaccante.

05-10-2023 20:44

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Un primo tempo michelangiolesco, un secondo da incubo: al termine di una prestazione dai due volti, l’Atalanta passa a Lisbona in casa dello Sporting cogliendo una vittoria di capitale importanza per il cammino in Europa League. Nerazzurri primi nel girone grazie al 2-1 sul campo dei portoghesi, annichiliti nella prima metà di gara e poi rianimati da una ripresa troppo rinunciataria. Poco male: alla fine il successo è arrivato ugualmente a premiare gli sforzi dell’undici bergamasco.

Sporting-Atalanta, la chiave della partita

Difesa a tre per entrambi i tecnici, a funzionare meglio però sono gli equilibri imposti da Gasperini alla sua Atalanta. I nerazzurri mantengono alta la linea difensiva, lasciano un po’ di campo alle ripartenze dei portoghesi ma è un rischio calcolato. Il lungo e insistente possesso palla della Dea, infatti, produce corner e palle gol. Al 33′ il risultato si sblocca: Zappacosta mette in mezzo per Scalvini che insacca da due passi. Dieci minuti dopo il raddoppio: Lookman lancia Ruggeri che corregge a rete dopo una corta respinta di Adan.

Rivivi le emozioni di Sporting-Atalanta

Dopo l’intervallo Amorim ne cambia tre e lo Sporting cambia volto. L’Atalanta lascia sfuriare i portoghesi, s’affida all’esperienza di Toloi – che rileva Djimsiti, ammonito, ma dopo pochi minuti becca a sua volta un giallo – e ritrova Scamacca, in campo dal 9′. C’è da contenere il forcing dello Sporting e Gasperini inserisce forze fresche: Pasalic e Holm. Un rigore per tocco di mano di Scalvini, trasformato da Gyokeres, rende incandescente il finale, dove i nerazzurri vacillano, rischiano, soffrono, ma riescono a tenere un risultato davvero preziosissimo.

Cosa ha funzionato nell’Atalanta

Le geometrie della squadra nerazzurra sono accattivanti, così come i tagli e gli inserimenti di tutti gli uomini della rosa. Da manuale del calcio i gol realizzati dalla Dea nel primo tempo, in particolare il primo frutto di un’azione elaborata sulla corsia di destra. Notevole anche la personalità mostrata da Koopmeiners e compagni su un campo non facile e contro una squadra a sua volta ben organizzata.

Cosa non ha funzionato tra i nerazzurri

Dopo l’ottimo primo tempo la squadra ha tirato troppo i remi in barca nella ripresa, offrendo l’opportunità a uno Sporting in evidente difficoltà di rientrare in corsa. Atalanta che, di fatto, ha smesso di giocare, rinunciando a gestire il vantaggio col possesso palla e affidandosi soltanto alla trincea. Nè i cambi di Gasperini hanno aggiunto smalto e brillantezza a una squadra che ha chiuso col fiatone.

Le pagelle dell’Atalanta

  • Musso 7 – Provvidenziale nel finale incandescente su Edwards e Catamo.
  • Scalvini 7,5 – L’uomo che non t’aspetti al momento giusto: sblocca la partita, poi perà nella ripresa procura un penalty.
  • Djimsiti 6 – Appena rimedia il cartellino giallo è richiamato in panchina, ma non sfigura.
  • Kolasinac 6,5 – Giocatore d’esperienza e personalità, si fa valere anche col fisico.
  • Zappacosta 7 – Un assist perfetto per la rete del vantaggio di Scalvini.
  • De Roon 6,5 – Cuore e polmoni a centrocampo, ordinato negli appoggi.
  • Ederson 6,5 – Tanta lucidità nelle sue scelte e piedi buoni per applicarle.
  • Ruggeri 7 – Perfetto nell’inserimento che porta al raddoppio.
  • Koopmeiners 6 – Si sistema tra le linee e crea più di un grattacapo alla difesa portoghese, nella ripresa cala vistosamente.
  • De Ketelaere 6 – Ingabbiato dagli avversari, trova poche occasioni per mettersi in mostra.
  • Lookman 6 – Con un assist al bacio per Ruggeri si fa perdonare i tanti, troppi gol mangiati.
  • dal 54′ Toloi 5,5 – Prende il posto di Djimsiti, ammoniti, e rimedia un giallo dopo appena 6′.
  • dal 54′ Scamacca 5,5 – Entra nel momento peggiore, quando l’Atalanta è tutta sulla difensiva e nessuno lo assiste.
  • dal 66′ Pasalic 5,5 – Dovrebbe tener palla e far salire la squadra, ci riesce poco. Quasi per niente.
  • dal 66′ Holm 6 – Presidia la fascia destra con zelo e buon ordine.
  • dall’80’ Palomino SV
  • All. Gasperini 7,5 – Grande prova dell’Atalanta in Europa, il primo posto nel girone è prenotato.

Top e flop dello Sporting

Top

  • Gyokeres – Trasforma il rigore, ma soprattutto fa quasi reparto da solo, svariando continuamente su tutto il fronte offensivo.

Flop

  • Hjulmand – L’ex gioiello del centrocampo del Lecce è irriconoscibile, gioca un primo tempo da incubo e non fa ritorno in campo alla ripresa.

Sporting-Atalanta, il tabellino

Sporting-Atalanta 1-2

Sporting (3-4-3): Adan; Diomande, Nacio, Reis (46′ st Braganca); Fresneda (22′ st Esgaio), Hjulmand (1′ st Catamo), Moria, Nuno Santos (1′ st Edwards); Paulinho (1′ st Coates), Gyokeres, Pedro Goncalves. All. Amorim

Atalanta (3-4-1-2): Musso; Scalvini (35′ st Palomino), Djimsiti (9′ st Toloi), Kolasinac; Zappacosta (21′ st Holm), De Roon, Ederson (21′ st Pasalic), Ruggeri; Koopmeiners; De Ketelaere (9′ st Scamacca), Lookman. All. Gasperini

Arbitro: Hernandez (Spagna)

Reti: 33′ pt Scalvini, 43′ pt Ruggeri, 31′ st rig. Gyokeres

Note: ammoniti Djimsiti, Toloi, Scalvini, Pedro Goncalves, Braganca, Scamacca. Angoli 7-7. Recupero: 1′ pt, 5′ st.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Roma - Torino
Fiorentina - Lazio

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...