Virgilio Sport

Supercoppa, Napoli e Fiorentina pensano al boicottaggio: De Laurentiis vuole giocare a Roma

Cosa succede con la Supercoppa? Napoli e Fiorentina pensano di abiurare, per motivazioni geopolitiche e di calendario. La Lega multerebbe i due club

Ultimo aggiornamento 10-10-2023 14:03

Alessio Raicaldo

Alessio Raicaldo

Sport Specialist

Un figlio che si chiama Diego e la tesi di laurea sugli stadi di proprietà in Italia. Il calcio quale filo conduttore irrinunciabile tra passione e professione. Per Virgilio Sport indaga, approfondisce e scandaglia l'universo mondo dello sport per antonomasia

Caos Supercoppa. Nell’ultima Assemblea di Lega si è parlato anche della competizione nazionale, che da quest’anno cambia formula passando dalla classica partita tra la vincitrice del campionato e quella della Coppa Italia ad un mini-torneo tra le 4 migliori squadre della passata stagione. Dopo la decisione di cambiare le date, inizialmente fissate per inizio a gennaio, Napoli e Fiorentina starebbero pensando di boicottare l’evento, una mossa che sconvolgerebbe l’intero sistema.

Il primo nodo: il calendario

Procediamo con ordine. Partiamo dal calendario stabilito dal Consiglio di Lega. Accogliendo la proposta araba sono state modificate le date, spostate più avanti, verso fine mese. Nei giorni 21 e 22 gennaio tocca alle semifinali delle cosiddette Final Four con finalissima fissata invece per il giorno 25 gennaio: è previsto che sia la squadra campione d’Italia ad inaugurare il torneo toccherebbe a Napoli-Fiorentina aprire le danze. Seguirebbe quindi Inter-Lazio nel giorno successivo. Questo è il modello attualmente in vigore in Spagna, dal quale l’Italia (convinta dai soldi arabi) ha deciso di prendere spunto per migliorare la spettacolarità dell’evento.

Il Napoli non vuole andare a Riad

Già in serata sono emersi i malumori da parte del Napoli. Anzitutto legati a un eventuale viaggio in Arabia con tutto ciò che ne consegue dal punto di vista geopolitico, vista la situazione in Israele. Poi perché a metà febbraio sarebbero previsti anche gli ottavi di finale di Champions League, che vanno a intasare ulteriormente un calendario già fitto. Il desiderio degli azzurri sarebbe stato a questo punto quello di cambiare sede e disputare queste partite in Italia, ma ciò non è possibile per via degli accordi già firmati dalla Federazione e che sono pure parecchio remunerativi.

Tra i partenopei e la Lega Calcio c’è anche il discorso inno in mezzo. Con la decisione di Aurelio De Laurentiis di non proporlo all’inizio delle partite di Serie A come vuole la convenzione, come rivelato da Sportitalia. Al “Maradona” prima delle gare si sente ” ‘O sole mio”.

Già per questo episodio sono in corso le valutazioni da parte degli organi competenti circa la possibilità di punire i campioni d’Italia. Insomma, un braccio di ferro che tocca diversi punti e che vede il suo culmine massimo proprio nella Supercoppa. Anche perché il nostro calcio incasserebbe 23 milioni di euro per la spedizione araba. Soldi impossibili da rinunciare.

Come sta accadendo spesso sul fronte Lega, la posizione della Fiorentina si affianca a quella del Napoli. Le perplessità viola sono le medesime di quelle campane, col rischio di una trasferta del genere lunga e scomoda piazzata proprio nel bel mezzo della stagione.

De Laurentiis propone la soluzione Roma

Nel corso alla Luiss di Roma, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis (oltre al caso Garcia) ha parlato anche del caos Supercoppa.

I paesi arabi devono regolarizzarsi nel rispetto delle donne e del lavoro. Avete visto quello che sta succedendo in Israele? Potreste immaginare che ci sia un blocco aereo su quei territori. Noi con quatto aerei portiamo la bellezza di 120 giocatori che valgono quello che valgono. Ma siete deficienti, e tutto questo per guadagnare pochi milioni in più. Facciamola all’Olimpico. Non è che voglio boicottare: ho solo detto ragionate.

La Lega ha pronta la soluzione: dentro Milan e Atalanta

La Lega Calcio si starebbe già attrezzando per sostituire sia Napoli che Fiorentina con gli altri due club che, per ragioni di classifica, dovrebbero prenderne il posto. Stiamo parlando di Milan e Atalanta che nel caso si farebbero trovare assolutamente pronte in linea con una decisione che fu presa collegialmente. Secondo Repubblica, di fronte alla possibilità di un boicottaggio di Napoli e Fiorentina, l’amministratore delegato della Lega De Siervo avrebbe anche minacciato delle possibili penalizzazioni, convinto in questo modo che il caso possa rientrare.

Supercoppa, Napoli e Fiorentina pensano al boicottaggio: De Laurentiis vuole giocare a Roma Fonte: Imago

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE B:
Ascoli - Brescia
Reggiana - Sudtirol
Palermo - Ternana
Sampdoria - Cremonese
Lecco - Como
Catanzaro - Bari
Parma - Cosenza

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...