Virgilio Sport

Supercoppa, Napoli-Inter: chi è l'arbitro Rapuano che dirigerà la finale, fece infuriare Mourinho

Scelta a sorpresa del designatore Rocchi per la gara di lunedì a Riad, il fischietto di Rimini è reduce da una prova incolore proprio con i nerazzurri

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Così come la scelta di Marchetti per la semifinale Inter-Lazio aveva sorpreso molti ecco che Rocchi ha spiazzato ancora con la scelta di Rapuano per la finale tra il Napoli e i nerazzurri in programma lunedì alle 20 a Riad. Non si tratta di un big ma di uno dei giovani emergenti, Antonio Rapuano che in questa stagione ha diretto 8 partite in A e 2 in B, con uno score di 42 ammonizioni, un rosso e 6 rigori.

Rapuano male nell’ultima uscita in Monza-Inter

Il fischietto di Rimini di recente aveva fatto male proprio in una gara con l’Inter, a Monza (dove i nerazzurri si imposero per 5-1), quando aveva concesso tre rigori non tutti limpidi ed annullato un gol dubbio a Pessina che avrebbe potuto far girare diversamente la partita.

I numeri della scorsa stagione per lui dicono: pochi falli, ma tanti cartellini estratti. Infatti, nelle 12 presenze stagionali, la media di falli fischiati è molto bassa (22,43), così come quella di falli per contrasto (0,67). La musica cambia in merito alle ammonizioni comminate: sono ben 63 i cartellini gialli estratti. A questi si devono aggiungere i 3 cartellini rossi estratti durante il campionato.

Il motto dell’arbitro Rapuano

Il suo motto si esemplifica così: “La forza di un Arbitro è l’essere in grado di superare i momenti difficili, legati soprattutto a delle prestazioni arbitrali infelici che, alcune volte, sembra possano compromettere il futuro di un fischietto”. E’ ciò che è accaduto anche a lui quando, in una gara alla CAI, “inciampò” in una prestazione non positiva. “In quel momento ho avuto una vera è propria inversione di marcia, le successive gare sono state un continuo crescendo e, man mano che la stagione sportiva proseguiva, mi rendevo conto di aver una nuova forza ed una rinata consapevolezza delle mie potenzialità”. Qualità che sono subito state apprezzate da Rocchi

I precedenti di Rapuano con Napoli e Inter

I sei precedenti di Rapuano con Napoli e Inter hanno visto complessivamente 24 gol segnati. Rapuano aveva quattro precedenti con il Napoli, tre positivi e uno negativo: le vittorie contro il Sassuolo (il 6-1 nella stagione 2021/22 e il 4-0 della stagione successiva), il pesante ko interno per mano del Milan (0-4 nella scorsa stagione) e, più recentemente, il 2-0 alla Salernitana dello scorso novembre. Due soli i precedenti con l’Inter: la scorsa stagione la sconfitta a San Siro con l’Empoli (0-1) e la recentissima vittoria per 5-1 a Monza di solo una settimana fa.

La lite tra Rapuano e Mourinho

Due stagioni fa Rapuano fu protagonista di un siparietto con Mourinho che venne anche espulso durante la gara col Torino. lo Special One, nervoso per quanto stava accadendo in campo, all’ennesimo fallo non fischiato ai suoi aveva cominciato a insultare Rapuano, appellandolo più volte con il termine “pagliaccio“. Un termine ripetuto anche quando l’arbitro si è avvicinato alla panchina giallorossa, e che è valso l’inevitabile rosso. A nulla valsero le scuse a fine gara, per l’ormai ex tecnico della Roma scattò la squalifica.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...