Virgilio Sport

Tennis, Djokovic fa chiarezza sul rapporto con Federer e Nadal: "Non siamo amici". Poi fissa il momento per il ritiro

Novak Djokovic, numero 1 del tennis mondiale, nel corso di una lunga intervista fa chiarezza sui rapporti con gli altri due grandi mostri sacri del tennis Roger Federer e Rafa Nadal "non siamo amici ma rivali"

10-12-2023 22:32

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

Se Jannik Sinner è il futuro del tennis. Il presente e il passato ruota intorno a tre nomi da oramai oltre 20 anni a questa parte della serie “ieri, oggi e domani”: Roger Federer, Rafa Nadal e Novak Djokovic. Era il 2003 quando King Roger vinceva il primo Slam a Wimbledon. In attesa del ritorno dello spagnolo, Nole vince ancora facendo incetta di Slam tutt’ora.

Sul rapporto tra i tre mostri sacri della racchetta si è sempre chiacchierato, a volte fantasticato. A fare chiarezza, forse una volta su tutte, ci ha pensato proprio uno dei tre protagonisti, Djokovic che ha esplicitamente ammesso di non sentirsi amico di Federer e Nadal senza escludere però di voler coltivare un rapporto in futuro, una volta finita l’attività.

Proprio riguardo il fine carriera, Nole ha per la prima volta parlato apertamente della possibilità di ritirarsi dal tennis giocato. Ma lo ha fatto ovviamente alla sua maniera.

Djokovic ammette: “Non siamo amici con Nadal e Federer”

Novak Djokovic, numero 1 del tennis mondiale, nel corso di una lunga intervista alla celebre rubrica ’60 Minutes’ sulla tv americana Cbs, ha parlato del rapporto con gli altri due grandissimi che con lui hanno condiviso questi ultimi 20 anni di dominio del tennis mondiale, Roger Federer e Rafael Nadal (vicino al rientro):

Non siamo amici ma rivali, è difficile come atleti condividere alcuni tuoi aspetti o debolezze che poi potrebbero essere usati contro di te. Abbiamo condiviso il palcoscenico per così tanti anni. Credo che il massimo del rispetto comunque non manchi, almeno da parte mia nei loro confronti. E spero che un giorno in cui il sipario sarà calato potremo sederci e riflettere insieme. Sarebbe stupendo”

Djokovic ricorda la polemica sui vaccini: “Non sono no vax”

Negli anni scorsi in piena pandemia ha fatto molto discutere la scelta di Novak Djokovic di non sottoporsi al vaccino anticovid, cosa che gli ha fatto perdere diversi tornei. Nole ha sempre difeso la sua scelta e in questa intervista è tornato sull’argomento: “Non sono no vax e nemmeno pro vax. Voglio che la gente sia libera di scegliere”.

Djokovic e il ritiro: “Quando gli altri mi prenderanno a calci”

Nel corso dell’intervista Djokovic ha parlato anche della voglia di vincere che lo porta a trasognare nuovi record come quello dei 100 tornei Atp, ora è fermo a 98, e poi di aumentare i trofei dello Slam in bacheca, per ora ben 24: “Per me è del tutto normale avere sete di vittorie. Essere onesto, essere autentico ed esprimere ciò che sento. Cerco solo di essere onesto con me stesso e con gli altri e di dire quali sono i miei scopi e obiettivi. È così semplice.

Ma soprattutto per la prima volta ha parlato apertamente anche dell’ipotesi di ritiro quando va per i 37 anni il prossimo maggio ma Nole se ne esce con una battuta:Quando i giovani inizieranno a prendermi a calci nel sedere vorrà dire che è arrivato il momento di riflettere. Ma per ora non accade…”.

Chissà se le due sconfitte negli ultimi tre match contro Sinner saranno un campanello d’allarme…

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Milan

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...