Virgilio Sport

Zaniolo al Galatasaray: ore frenetiche, il terremoto allunga i tempi

Emissari turchi sono in Italia per definire l'operazione con la Roma, è una corsa contro il tempo dopo il sisma che ha colpito la Turchia

Pubblicato:

C’è solo il terremoto tra Nicolò Zaniolo e il Galatasaray. La scossa che ieri ha colpito la Turchia, infatti, rischia di allungare i tempi di una trattativa che deve chiudersi al più presto perché non manca tanto al gong del mercato turco. Ecco perché emissari del club turco sono in Italia per definire nel più breve tempo possibile i dettagli con la Roma, con il tecnico Okan Buruk che spinge per avere il giocatore.

La telenovela Zaniolo ora per ora

Rimandiamo indietro il nastro. Siamo a gennaio e Zaniolo chiede alla Roma la cessione, rifiutandosi di venire convocato per la trasferta con lo Spezia. Sogna il Milan, ma tra i rossoneri e i giallorossi non arriverà mai l’intesa per il trasferimento. Chi si fa avanti con decisione è il Bournemouth, che in breve trova l’accordo con il club capitolino sulla base di 32 milioni di euro. La Roma, però, non ha fatto i conti con l’oste, ossia il giocatore che rifiuta il trasferimento in una squadra che si trova al terzultimo posto in Premier League. Il mercato si avvia alla conclusione in Italia, gli inglesi virano su Touré e scaricano Zaniolo che, nel frattempo, forse si sarebbe convinto a dire sì. La Roma decide per il pugno duro: fuori rosa e fuori dal progetto. Si allenerà in orari diversi dai compagni di squadra.

A Roma, intanto, i tifosi la prendono malissimo, tanto che minacciano prima via social e poi di persona il giocatore, inseguito fin sotto casa in macchina. L’aria è pesantissima, insomma. Restare altri sei mesi diventa durissima. Ma arriva il Galatasaray, che fa la guerra con il Fenerbahce per assicurarsi Zaniolo. Ora in gara ci sono solo i primi, che con la Roma sono a buon punto per l’accordo.

L’offerta del Galatasaray per Zaniolo e il terremoto

Zaniolo attende solo l’ok della Roma per partire per Istanbul. Ha già parlato con l’allenatore del Gala, Okan Buruk, ex centrocampista dell’Inter. In Turchia sarà accompagnato da papà Igor. Il Galatasaray gli ha promesso un contratto di quattro anni e mezzo, da 3,5 milioni di euro l’anno più bonus, il doppio quasi dell’ingaggio percepito nella capitale. C’è anche una clausola rescissoria, valida solo per l’Italia, di 30-35 milioni di euro. Alla Roma dovrebbero andare 20 milioni di euro più 3 di bonus, da corrispondere nei prossimi cinque anni.

Se la trattativa ha subito un rallentamento nelle ultime ore non è per difficoltà nell’accordo tra i due club, ma a causa del terremoto che ieri ha sconvolto la Turchia, con migliaia di morti. Ieri sera, però, le due società si sono aggiornate in conference call per mettere a punto i dettagli. E oggi a Milano ci sono alcuni emissari del Galatasaray.

Il Galatasaray di Mertens e Icardi

Il Galatasaray ha giocatori che hanno calcato i campi della Serie A. Oltre all’allenatore, ex Inter, c’è infatti Mauro Icardi, che proprio a Istanbul pare aver ritrovato la vena smarrita ed essere tornato a cannoniere a tutti gli effetti, C’è anche Dries Mertens, che è arrivato a Istanbul dopo aver terminato il suo contratto con il Napoli. C’è poi un’altra vecchia conoscenza del nostro calcio in porta, è l’ex Lazio Fernando Muslera. Infine, c’è Lucas Torreira, centrocampista difensivo della nazionale uruguayana che ha vestito le maglie di Pescara, Sampdoria e Fiorentina.

Insomma, Zaniolo ritroverebbe un po’ d’Italia anche in Turchia, magari in attesa di una nuova chiamata in estate da parte di un club italiano, forse il Milan.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...