Virgilio Sport

Arbitri Serie A: Chiffi quello con lo stipendio più alto. E Mou lo odia

“Il peggiore che io abbia mai incontrato”, queste le parole dell'allenatore portoghese a proposito del direttore di gara che ha guadagnato di più l'anno scorso

Pubblicato:

Il più odiato da José Mourinho, vale a dire l’arbitro Daniele Chiffi, è stato quello che ha guadagnato di più l’anno scorso in Serie A. I compensi sono stati svelati da Calcio&Finanza e, essendo finita la stagione nel massimo campionato, si può stilare anche una graduatoria dei fischietti che più hanno riempito il portafogli.

Quanto guadagnano gli arbitri in Serie A

Vediamo prima di tutto quanto guadagna un arbitro di Serie A, partendo dalla cessione dei diritti d’immagine, di durata annuale. Nel 2022-2023, per il 1° anno si percepiscono 20 mila euro (7 mila per un assistente), da 0 a 50 gare di Serie A 30 mila euro (10 mila per un assistente), oltre 50 gare di A si arriva a 60 mila euro (20 mila per un assistente). Fifa ed ex Fifa (ossia gli arbitri internazionali), si arriva a 90 mila euro (27 mila per un assistente).

Ogni arbitro poi guadagna un gettone a partita diretta. Per Serie A, Supercoppa e play off/out di Serie B, il guadagno è di 4 mila euro, per l’assistente 1.400 euro, per il quarto uomo 500 euro, per l’addetto al Var 1.700 euro, per l’Avar 800 euro.

Arbitri di A: la classifica dei guadagni

Eccoci quindi alla classifica dei compensi a partita per la stagione 2022-2023. Come detto, davanti a tutti c’è Domenico Chiffi che ha intascato 86.800 euro sia per il suo ruolo di arbitro, sia per Var, Avar e Quarto ufficiale. Mourinho disse di lui: “Il peggior arbitro che ho incontrato nella mia carriera”).

Al secondo posto c’è Michael Fabbri con 76.900 euro, quindi Daniele Doveri che ha guadagnato 76.700 euro. Subito ai piedi del podio c’è Maresca con 73.700, seguito da Massa con 73.300. E ancora: Mariani è a 72 mila, Di Bello a 70.200. Abisso si ‘accontenta’ d 67.800 euro, Orsato di 65.200. Completa la top ten dei direttori di gara che più hanno potuto mettere sul conto in banca Rapuano con 64 mila. Nella classifica dei top 30, all’ultimo posto c’è Massimi con 46.600 euro.

Arbitri: Ferrieri Caputi si ferma a 15.500 euro guadagnati

Altre curiosità sulle ex giacchette nere. Juan Luca Sacchi, che è finito nel mirino della critica per la direzione di gara di Monza-Inter, ha portato a casa un totale di 42 mila euro. La prima donna ad arbitrare un match di Serie A, ossia Ferrieri Caputi, ha ricevuto un compenso di 15.500 euro dalle sole designazioni nella massima serie.

Siamo ovviamente lontani dai compensi dei calciatori, del resto stiamo parlando di una categoria che non viene considerata professionista. I migliori riescono comunque a incrementare parecchio il loro conto: possono vivere anche soltanto di questo, per riassumere.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...