Virgilio Sport

Atalanta, Lookman: fame e povertà da bimbo, poi il boom, la delusione e l’exploit. La storia dell’eroe di Dublino

Sulla notte di Dublino è impressa la firma del nigeriano nato in una periferia londinese: la storia del bomber che ha eguagliato Puskas e Di Stefano

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Tre metri sopra il cielo di Dublino. Tre come i gol realizzati alla corazzata Bayer Leverkusen, asfaltata per la prima volta in stagione. Sull’Europa League conquistata dall’Atalanta c’è impressa la firma di Ademola Lookman, eroe indiscusso della notte storica della Dea. Per aspera ad astra: dall’infanzia difficile segnata dalla povertà all’exploit nella partita più importante della sua carriera, ecco chi è il nigeriano approdato a Bergamo via Leicester.

L’Europa League a Bergamo: Lookman eroe dell’Atalanta

Ventisei anni e una velocità impressionante. Doti fisiche da urlo e una qualità che non sempre è riuscito a mostrare con continuità. Ma nei 90 minuti più delicati della storia dell’Atalanta Lookman ha risposto presente. Perché è così che fanno i campioni. Uno, due, tre gol. E tutti di pregevole fattura. C’è il meglio del suo repertorio nella tripletta che ha tramortito il Bayer Leverkusen campione di Germania di Xabi Alonso. “Ce l’abbiamo fatta tutti insieme: abbiamo scritto la storia – ha detto duranti gli scatenati festeggiamenti l’mvp della finale di Europeo -. Il trofeo verrà con noi a Bergamo ed è qualcosa di incredibile”.

Chi è Lookman: l’infanzia difficile e il calcio come riscatto

Se dovessimo fotografare la vita di Ademola con una canzone, sceglieremmo ‘Adesso Tu’ di Eros Ramazzotti. Già, ‘nato ai bordi di periferia… dove l’aria è popolare, è più facile sognare che guardare in faccia la realtà’. Lookman, classe 2007, è nato e cresciuto davvero ai bordi della periferia londinese, in una zona di estrema povertà. Figlio di genitori nigeriani, la sera era costretto a frequentare le case degli amici per poter mangiare, perché in casa mancavano le stoviglie e il frigorifero, come raccontato in più d’una occasione dallo stesso calciatore, era sempre vuoto. Ma i sogni, quelli, nessuno può scipparli. Neppure il degrado.

Dal Leicester all’Atalanta: la scommessa vinta di Gasperini

Fin da piccolo mostra le sue qualità: dribbling e scatto, su tutte. Nel 2014 il Charlton decide di scommettere su Lookman: lì la frecce classe 1997 si impone come uno dei giovani più promettente del calcio inglese. Tre anni più tardi vince il campionato Mondiale Under 20 con i Tre Leoni, dopo essere stato ingaggiato dall’Everton. Non va benissimo, anche a causa di un brutto infortunio. Inizia così il suo pellegrinaggio: Lipsia, Fulham, Leicester e quindi l’Atalanta, che nell’estate 2022 lo acquista per 15 milioni. L’impatto con la Serie A è devastante: nelle prime giornate segna a raffica, poi cala ma chiude comunque con 13 reti. Quest’anno i gol segnati in campionato sono nove, ma ciò che resterà scolpito in eterno nella memoria del popolo bergamasco è la tripletta in finale di Europa League al Bayer. Con lui Gasperini ha saputo dosare bastone e carota: pur rimarcando la sua mancanza di continuità nell’arco di una partita, di fatto non ha mai smesso di credere nelle sue doti. E la scommessa è stata vinta.

Lookman con Puskas e Di Stefano: una notte da record

In pochi si sono concessi di realizzare una tripletta in una finale europea. Il nome di Lookman va ad aggiungersi a quelli di calciatori che hanno scritto la storia di questo sport. Da Di Stefano e Puskas, entrambi col Real Madrid negli Anni Sessanta, a Vicente Guillot, Luis Pujol, Pierino Prati (Milan, 1969), Jupp Heynckes, Terry McDermott e Radamel Falcao con l’Atletico Madrid nel 2012. Insomma, una notte magica. Una notte da record. Il modo migliore per lasciarsi alle spalle la recente delusione in Coppa d’Africa, quando la sua Nigeria è stata sconfitta in finale dalla Coppa d’Avorio.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...