Virgilio Sport

Calciomercato Milan: De Ketelaere, Origi e Ballo-Tourè le tre spine rossonere

Il belga vuole rimanere all'Atalanta ma i rossoneri non sono disposti a trattare sui 22 milioni del riscatto, l'attaccante e il difensore hanno deluso in Premier League e dovranno essere piazzati

Pubblicato:

Le voci di calciomercato iniziano ad addensarsi, in vista dello start ufficiale, e il Milan ha moltissimi fronti aperti, a cominciare da quello dell’allenatore, per finire al centravanti, passando per tutti i reparti.

Milan-Atalanta, nodo De Ketelaere

Se l’affare Zirkzee appare possibile, se oggi è spuntato il nome di Rabiot, se il Bayern Monaco incombe su Theo Hernandez, ci sono anche molte spine che la società rossonera dovrà togliere dalla rosa da consegnare al nuovo allenatore (Fonseca..?). La prima è quella che riguarda Charles De Ketelaere, reduce da un’ottima stagione con la maglia dell’Atalanta: i rossoneri non vogliono fare sconti sui 22 milioni di euro per il riscatto (+2 di bonus), ossia la cifra pattuita la scorsa estate quando il belga si è trasferito a Bergamo con la formula del prestito oneroso (3 milioni di euro).

De Ketelaere: nessuno sconto dal Milan

C’è anche il nodo legato alla percentuale sulla futura rivendita, fissata al 10%, condizione che i rossoneri non vogliono negoziare: è una partita che si preannuncia lunga ed estenuante, anche perché il centrocampista belga non avrebbe alcuna intenzione di tornare a Milano dopo un anno da protagonista alla corte di Gasperini. Per lui 14 gol e 11 assist, oltre alla storica vittoria dell’Europa League. Probabile che si vada oltre il 14 giugno, termine ultimo per esercitare i riscatti, sebbene a quel punto De Ketelaere tornerebbe ad esser virtualmente un giocatore del Milan.

Origi, da promessa a delusione

Ma non finisce qui: la seconda spina per il Milan si chiama Divock Origi, preso dal Milan a parametro zero nell’estate 2022. Giunto con i galloni di campione d’Europa e del Mondo con il Liverpool nel 2019, avrebbe dovuto rappresentare un’alternativa di lusso a Giroud, ma tutto questo è rimasto solo sulla carta. Due gol in 36 partite, uno di questi a San Siro, nella sconfitta per 5-2 contro il Sassuolo, un apporto praticamente nullo alla causa rossonera. Reduce da una deludente stagione in prestito al Nottingham Forest (un gol in 20 presenze), ha uno stipendio da 4 milioni ed ha un contratto fino al 2026. Piazzarlo non sarà semplice.

Milan, la grana Ballo-Tourè

La terza spina per i rossoneri si chiama Fodé Ballo-Touré: per lui la miseria di sette apparizioni al Fulham, dove è stato girato quest’anno. In due anni 26 apparizioni in rossonero e un gol, l’ambizione di fare da vice-Theo Hernandez ben presto accantonata, costato tre milioni e in scadenza nel 2025. Anche per lui non sarà facile trovare una sistemazione.

Milan, il clamoroso retroscena di Galliani e Berlusconi

Calciomercato Milan: De Ketelaere, Origi e Ballo-Tourè le tre spine rossonere Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...