Virgilio Sport

Dakar 2024: Sainz cala il poker a 61 anni, l'abbraccio commosso con Carlos jr, esulta anche la Ferrari

Carlos Sainz senior trionfa per la quarta volta alla Dakar, all'arrivo dell'ultima tappa l'abbraccio commosso con il pilota della Ferrari e soprattutto suo figlio Carlos Sainz junior volato in Arabia per fare il tifo

Pubblicato:

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

Eterno Carlos Sainz senior! Il pilota automobilistico spagnolo entra ancora di più nella leggenda del rally. Ha trionfato per la quarta volta nella Dakar 2024 nella categoria auto. Il madrileno, padre del pilota della Ferrari che porta il suo stesso nome ha superato indenne l’ultima tappa del più famoso raid, e dopo la resa di ieri di Sebastien Loeb ha potuto così mettere le mani, in coppia con il suo copilota Lucas Cruz sul quarto trofeo di campione del rally più duro del mondo.

Dakar 2024, Sainz senior cala il poker

Con la morte ancora nel cuore per la tragica perdita di Carles Falcon la Dakar 2024 ha visto correre oggi l’ultima tappa, la meno dura insieme al prologo di inizio corsa. Carlos Sainz ha completato la tappa finale, un giro intorno a Yanbu con 175 chilometri di speciale stando soprattutto attento a non avere incidenti, forature e rotture, chiudendo così senza affanni una vittoria storica, la prima per Audi nel leggendario rally raid.

Sainz aveva un’ora e 26 minuti su De Mevius, quindi solo una fatalità (che non si è verificata) poteva separarlo dalla vittoria. Ieri era stata la giornata decisiva per la quarta vittoria dello spagnolo nella Dakar. Sebastien Loeb che lo stava insidiando a 13′ di ritardo e che il giorno prima gliene aveva mangiati 7, ha avuto un grossissimo problema alla sua Hunter e di fatto ha dovuto dire addio ai sogni di rimonta sul fil di lana.

Carlos Sainz senior, Dakar storica: vince a 61 anni, “prima” per Audi

Carlos Sainz vince la Dakar alla veneranda età di 61 anni, il 12 aprile prossimo saranno 62, ed infrange così il proprio record di pilota automobilistico più anziano a ottenere la vittoria tra le auto (il record assoluto appartiene a Josef Machacek, vincitore della categoria prototipi leggeri nel 2021… a 63 anni).

Peraltro Sainz ha ottenuto tutti e 4 i successi alla Dakar in coppia con Lucas Cruz, dalla prima vittoria (con Volkswagen nel 2010, quando il rally raid si correva in Africa) a quella di oggi con Audi passando per quella del 2018 con Peugeot e quella del 2020 con Mini. altra nota statistica, Sainz ha vinto la Dakar 2024 senza vincere una tappa, cosa che era riuscita prima di lui ai fratelli Marreau nel 1982, Jutta Kleinschmidt (2001) e Peterhansel nel 2007.

Dakar, triondo di Sainz: “Nessuno credeva alla vittoria di Audi”

Oltre al quarto titolo di Carlos Sainz (che lo eguaglia Ari Vatanen e lo colloca sul podio dei piloti più vittoriosi, dopo Peterhansel e Al-Attiyah) quello conquistato dallo spagnolo rappresenta anche il primo trionfo di una vettura a propulsione ibrida (benzina ed elettrico) nella storia della Dakar. Altro primato: Sainz diventa il ​​secondo pilota automobilistico, dopo Peterhansel, che è riuscito a conquistarlo con quattro marchi diversi.

“Vincere questa Dakar significa molto per me – ha detto lo spagnolo a Motorsport.es – Nell’ultimo tentativo che abbiamo avuto con Audi, ce l’abbiamo fatta. Venire da un infortunio, con due vertebre fratturate, recuperare ed essere qui e vincere è una soddisfazione. La mia famiglia non mi aveva detto nulla che sarebbero venuti. Potete immaginare che sia un onore che sia qui, che vedano il lavoro che c’è dietro a tutto ciò e che tastino con mano che con il duro lavoro si può ottenere tutto”.

Ferrari, esulta Carlos Sainz jr: l’abbraccio all’arrivo con papà

“Il 2024 è iniziato bene: Dobbiamo continuare così per la famiglia Sainz”

Di padre in figlio e viceversa. Un grande rapporto tra Carlos Sainz senior e junior. Dopo averlo sostenuto a distanza nei giorni scorsi il pilota della Ferrari, Carlos Sainz junior non ha voluto mancare l’appuntamento col trionfo del padre alla Dakar. Era all’arrivo dell’ultima tappa ed è stato tra i primi ad abbracciare Sainz senior visibilmente commossi entrambi.

“Hanno fatto una gara impressionante fin dal primo giorno – ha spiegato un emozionato Sainz junior pochi minuti dopo essere stato il primo ad abbracciare suo padre al traguardo di Yanbu. Il suo sorriso era di assoluta felicità, ancora più espressivo di quello di suo padre – Non hanno commesso un solo errore, è stata una Dakar perfetta, la più intelligente che io abbia mai visto nella mia vita. Ci è riuscito perfettamente. Penso che sia più intelligente di chiunque altro e abbia gestito la gara come sa fare”

La nuova Ferrari ha fatto la dieta, ecco perchè

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...