,,
Virgilio Sport SPORT

Dramma Eriksen, gli aggiornamenti: ritorno in campo appeso ad un filo

Il responsabile della comunicazione della Federcalcio danese non si sbilancia: "Serviranno nuovi esami, Christian sta bene, ma la situazione è molto particolare e delicata".

Il secondo giorno dopo la grande paura potrebbe già essere uno dei più importanti per Christian Eriksen.

Dopo l’arresto cardiaco subito nel tardo pomeriggio di sabato nei minuti finali del primo tempo della partita tra Danimarca e Finlandia al Parken di Copenaghen, il fantasista dell’Inter ha trascorso due notti tranquille.

Presso l’ospedale Rigshospitalet della capitale danese nella quale è ricoverato, Christian, circondato dall’affetto della compagna e dei genitori, sta passando ore di serenità e all’insegna del buon umore, come rivelato dall’agente e amico Martin Schoots.

Nella giornata di lunedì sono intanto previsti nuovi controlli, volti a fare luce sulle cause del malore e di conseguenza sulle prospettive legate ad un ritorno in campo, seppur con tempistiche non immediate.

Il responsabile della comunicazione della Federcalcio danese, Jakob Hoyer, ha diramato un nuovo bollettino per fare il punto sulle condizioni odierne del centrocampista dell’Inter.

“Siamo stati nuovamente in contatto con Christian Eriksen oggi. Le sue condizioni restano buone e stabili. Ha bisogno di fare ulteriori esami nella giornata di oggi. È una situazione ancora molto particolare”. 

Hoyer ha poi invitato i media a non rivolgere ai giocatori coinvolti in conferenza stampa, Martin Braithwaite e Pierre-Emile Hojberg, domande circa la regolare ripresa delle partite di Euro 2020: “Spero che rispetterete i giocatori che interverranno oggi qualora non volessero rispondere a domande sulla ripresa delle partite. Rivolgetevi al nostro direttore sportivo Peter Møller”.

L’attaccante del Barcellona ha comunque commentato la situazione in un’intervista a ‘Sport’: “La cosa più importante è che Christian stia meglio, ma è stata un’esperienza orribile – ha detto Braithwaite – Ho ancora alcune immagini di quello che è successo sabato. Sono orgoglioso della reazione del gruppo. La ripresa della partita? Non era il momento migliore per giocare”.

Intanto, intervistato da Radio Rai nel corso della trasmissione ‘Radio Anch’io Sport’, il cardiologo di fama mondiale Bruno Carù si è sbilanciato sul futuro agonistico di Eriksen: “Il cuore non va in arresto cardiaco per lo stress, già prima della gara certamente doveva esserci qualcosa che non andava”.

Difficile, comunque, anche nella migliore delle ipotesi, immaginare che Eriksen possa essere pronto per l’inizio della nuova stagione: “Carriera finita? Non è detto, bisogna vedere cosa ha determinato l’arresto cardiaco. A volte l’elettrocardiogramma più cambiare dalla mattina alla sera. Se la patologia sarà curabile e il cuore potrà tornare sano allora potrà tornare in campo, ma non ci devono essere rischi. La possibilità che possa continuare a giocare ci sono, ma credo che la serie di analisi a cui si dovrà sottoporre renda difficile ipotizzare che per l’inizio campionato sia in campo”. 

OMNISPORT | 14-06-2021 12:02

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...