Virgilio Sport

Il Viminale ha deciso: due mesi di stop a trasferte per tifosi Napoli e Roma, oggi la firma

Il titolare del Viminale ha annunciato che è in arrivo il provvedimento di stop alle trasferte per i tifosi di Napoli e Roma: due mesi senza la possibilità di seguire i propri beniamini lontano da casa.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Dopo un singolare balletto durato quasi una settimana, il Viminale ha preso la sua decisione in merito ai gravi scontri all’autogrill sulla A1 tra ultras di Napoli e Roma. Entrambe le tifoserie dovranno disertare le trasferte per un po’. Non solo i responsabili degli incidenti che per qualche ora hanno tagliato l’Italia in due, paralizzando la circolazione sull’Autostrada del Sole: anche tutti gli altri.

Napoli-Roma, l’annuncio di Piantedosi

Il ministro dell’Interno Piantedosi, nel corso di una conferenza stampa in Prefettura a Trieste, ha annunciato lo stop alle trasferte per un periodo determinato: “Oggi pomeriggio probabilmente firmerò un provvedimento di prevenzione” relativo alle “trasferte dei tifosi di Roma e Napoli per i prossimi due mesi”. Stop non alternativo a misure individuali per i singoli responsabili degli atti di violenza e di teppismo, per i quali sono ancora in corso indagini e approfondimenti. “Ma non potrò non fare a meno – ha spiegato Piantedosi – di considerare un provvedimento generale di ordine pubblico per quanto riguarda le due tifoserie”.

Stop a trasferte Napoli e Roma: che significa

Lo stop alle trasferte, di fatto, implicherà la chiusura dei settori ospiti nelle partite esterne di Napoli e Roma. Per i residenti nelle due città, insomma, fino al prossimo 14 marzo – sempre che il provvedimento sia effettivamente firmato oggi – sarà impossibile seguire i propri beniamini lontano dal Maradona o dall‘Olimpico. Ciò non implica che i tifosi di Napoli o Roma residenti in altre regioni possano acquistare comunque i biglietti delle gare, a meno di specifiche limitazioni decise di volta in volta dall’Osservatorio o dal Casms.

Trasferte vietate, il precedente dell’Atalanta

Il Napoli, insomma, dovrebbe giocare senza ultras al seguito quattro partite: il derby con la Salernitana di sabato prossimo e le sfide di La Spezia, Sassuolo ed Empoli. Per la Roma niente tifosi a La Spezia, Napoli, Lecce e Cremona. “Salvo” per appena cinque giorni il derby con la Lazio del 19 marzo, che altrimenti si sarebbe giocato solo coi tifosi biancocelesti. Prima del provvedimento annunciato da Piantedosi si era registrato un solo stop del genere, deciso dal ministro dell’Interno Alfano nel 2014 contro gli ultras dell‘Atalanta, valido in quell’occasione per tre mesi.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...