Virgilio Sport

Inter-Bologna, moviola: il rigore dubbio e l’errore del Var, La Penna nervoso

La prova dell’arbitro a San Siro in Coppa Italia analizzata ai raggi X dall’esperto di Mediaset Cesari. Il fischietto romano ha ammonito 7 giocatori

21-12-2023 06:18

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Sta insistendo il designatore Rocchi a dare fiducia a La Penna, l’arbitro designato per la gara di coppa Italia tra Inter e Bologna. Finora da quando è tornato dalla squalifica ha migliorato il suo rendimento, tranne qualche recente sbandamento. Il fischietto romano era rimasto fermo quasi un anno: nell’ottobre del 2021 fu condannato a 11 mesi di squalifica per il cosiddetto “caso rimborsi”, scoppiato nel maggio precedente. Il suo iniziale stop, di 13 mesi, è stato poi ridotto in Appello a 11 e così l’arbitro è potuto tornare anzitempo in campo, ma come se l’è cavata ieri a San Siro?

I precedenti di La Penna con le due squadre

Erano tredici i precedenti tra La Penna e il Bologna con 3 vittorie rossoblù, 3 pareggi e 7 sconfitte. Ultimo Bologna-Lazio 1-0 del novembre scorso. Solo cinque invece i precedenti con l’Inter con 5 vittorie interiste. Ultimo precedente Fiorentina-Inter 0-2 del 5 febbraio 2021. In passato La Penna ha arbitrato un Bologna-Inter al Dall’Ara, finito 1-2, il 2 novembre 2019 con un rigore assegnato al 90′ per un leggero fallo su Lautaro Martinez.

La Penna ha ammonito 7 giocatori

Coadiuvato dagli assistenti Cecconi e Zingarelli, con quarto uomo Giua, al Var Serra e all’Avar Mazzoleni l’arbitro ha ammonito sette giocatori, di cui 4 della squadra di Inzaghi: 41′ Lykogiannis, 58′ Van Hooijdonk, 88′ Fabbian, 90+4′ Bisseck, 100′ Darmian, 103′ Pavard, 109′ Barella.

Inter-Bologna, i casi dubbi

Questi i principali episodi da moviola. Al 18’ Frattesi arpiona un gran pallone in area servito da Lautaro, Aebischer appoggia il braccio sull’ex Verona che cade per terra. Corretto non fischiare rigore. Al 53’ contatto in area interista Acerbi-Van Hooijdonk prima della conclusione al volo di Urbanski, La Penna non ritiene di intervenire. Al 62’ tocco di mano in area di Corazza che sfugge all’arbitro ma non al VAR. La Penna viene richiamato da Serra e non può che indicare il dischetto con Lautaro che poi sbaglia.

Infine al 112’ pareggia il Bologna con Beukema, un gol che nasce da un tocco di tacco di Zirkzee che riesce ad evitare che lo spiovente da corner vada completamente fuori. Protesta l’Inter ma le immagini danno ragione alla terna arbitrale, la palla non è uscita del tutto dalle immagini.

Per Cesari rigore Inter come mani di Bani

A fare chiarezza è Graziano Cesari. L’esperto di Mediaset dice a Canale 5: “La Penna salvato dal Var. C’è un episodio che diventa importantissimo, mi riferisco al calcio di rigore per l’Inter al 61′. Nell’angolo lui non è posizionato bene e fa proseguire bene, nel momento in cui Corazza allarga il braccio e colpisce il pallone. Poi dopo due minuti viene richiamato da Serra al VAR. Non voglio essere polemico, ma a distanza di 5 giorni abbiamo detto che l’intervento del VAR è soggettivo mentre in altre il giudizio è soggettivo. Ovviamente mi riferisco all’episodio di Bani in Genoa-Inter”.

Poi sul gol di Beukema spiega: “Il problema poteva essere se il pallone fosse uscito interamente. Dalle immagini si vede che il pallone non ha oltrepassato interamente la linea. Fallo di Barella su Calafiori? Il centrocampista aveva ragione a protestare, il difensore tocca il piede di Barella. L’arbitro doveva stare più attento, il difensore non tocca mai il pallone”. In sostanza alti e bassi di La Penna in Inter-Bologna.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Bologna - Verona
SERIE B:
Cosenza - Sampdoria

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...