Virgilio Sport

Inter-Milan, moviola: Focus sul pestone di Acerbi e sul fallo di Krunic

La prova del francese Turpin a San Siro analizzata ai raggi X da Graziano Cesari

17-05-2023 08:47

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Avrà magari anche parlato agevolmente con i connazionali che giocavano col Milan ma il francese Clement Turpin, nonostante i piccoli dubbi di Inzaghi avanzati alla vigilia (e che avevano scatenato molte polemiche), non ha assolutamente sfavorito l’Inter nell’euroderby di ieri sera, aiutato anche dai protagonisti in campo per buona parte del match che alla fine ha visto i nerazzurri vincere per 1-0 e qualificarsi per la finale.

Inter-Milan, i precedenti di Turpin con le due squadre

Clement Turpin aveva diversi precedenti con i club milanesi: era stato scelto per il secondo atto degli ottavi col Tottenham, dove però non aveva convinto soprattutto per quanto riguarda la gestione dei cartellini. C’è stata anche un’altra situazione in cui il francese aveva fatto arrabbiare il Milan. L’1-1 col Porto nella scorsa Champions infatti fu macchiato da una sua errata valutazione, che giudicò regolare un’entrata di Grujic su Bennacer da cui originò il gol portoghese.

La squadra di Serie A che ha incrociato più volte è l’Inter (in precedenza quattro partite, 3 KO e una sola vittoria col Tottenham), mentre era stato designato tre volte col Milan (due pari e un ko). Ha arbitrato anche la Nazionale in tre gare, l’ultima delle quali è la disastrosa sconfitta con la Macedonia che è costata la qualificazione al Mondiale in Qatar, la scorsa finale di Champions tra Liverpool e Real Madrid e anche l’atto conclusivo dell’Europa League del 2021 tra Villarreal e Manchester United.

Inter-Milan, Turpin ha ammonito otto giocatori

Assistito da Danos e Pagès, con Frappart IV uomo e ai Var Brisard e Millot, l’arbitro Turpin ha ammonito sei giocatori, di cui cinque della squadra di Pioli: Thiaw (M), Barella (I), Tonali (M), Krunic (M), Tomori (M), Martinez (I), Kalulu (M), Lukaku (I)

Inter-Milan, i casi dubbi

Questi i principali casi da moviola. All’11’ Barella rimane a terra dopo un contrasto con Theo Hernandez, sul proseguimento dell’azione Tonali serve Brahim Diaz che per poco non segna; alla parata di Onana, tutta l’Inter circonda l’arbitro per lamentarsi del mancato fischio. In precedenza Inzaghi si era lamentato dei primi interventi del francese, tutti pro Milan. Al 31′ Theo Hernandez rischia grosso: gamba tesa su Dumfries che lo anticipa abbassando la testa e rimane a terra, anche in questo caso nessuna sanzione. Al 52′ in area di rigore del Milan Acerbi a palla lontana rifila un pestone a Tonali, poi chiede scusa. Turpin ferma il gioco, Calhanoglu stava per crossare in mezzo. Il Milan riparte. Infine all’81’ Krunic entra duro e in ritardo su Calhanoglu, arriva solo il giallo per lui e gli animi si surriscaldano.

Inter-Milan, per Cesari Turpin ha superato l’esame ma con qualche errore

A fare chiarezza è Graziano Cesari. A Canale 5 l’ex arbitro genovese premette: “Quest’arbitro è esperto, lo scorso anno ha fatto la finale di Champions League, finita con diciannove falli e un ammonito. In questa edizione ha diretto Bayern Monaco-Manchester City, dove nel Manchester ci sono quattro francesi. Pavard e Upamecano sono stati ammoniti, dall’altra parte anche Laporte è stato ammonito”.

Poi analizza la gara: “Turpin ha fischiato 37 falli quando la media è di 22, ma ha superato l’esame. Errore nel primo tempo per fallo fischiato su Giroud. Il francese non la prende con la mano, lui si lamenta e chiede spiegazioni ma l’arbitro era in posizione non consona. Vediamo ora come se la cava quando la gara si accende. Nella ripresa tra Barella e Tonali c’è uno scambio di convenevoli, lui li richiama e li ammonisce, per me è un’ingenuità. Intervento Krunic su Calhanoglu? Giocatore nettamente in ritardo. Acerbi? Pestone arrivato a pallone lontano: o finge molto bene o è accidentale ma subito dopo si scusa. Acerbi però gira lo sguardo per vedere Tonali, il movimento del piede sinistro c’è tutto»

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Milan

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...