Virgilio Sport

Italia-Inghilterra, Mancini: il paragone su Retegui è scomodo, il ricordo di Vialli straziante

Roberto Mancini tra speranze, paure e sicurezze alla vigilia della sfida tra Italia e Inghilterra che aprirà il cammino degli azzurri nelle qualificazioni a Euro 2024. Il ct della Nazionale si sbilancia su Retegui

Pubblicato:

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

Un titolo da difendere, un’onta, la seconda di fila, da cancellare. L’Italia riparte con un nuovo biennio. E lo fa con una sfida di livello, già decisiva, per i destini delle qualificazioni ai prossimi Europei di calcio 2024. Dove gli azzurri avranno da difendere il titolo conquistato nella notti magiche di Euro 2020 (nell’estate 2021) diventate poi notti tragiche con la non qualificazione ai Mondiali del Qatar.

Tutto questo e non solo nei pensieri di Roberto Mancini che alla vigilia della sfida di Napoli all’Inghilterra prova a caricare l’ambiente nonostante l’emergenza cronica sul fronte tecnico, le critiche ma con la speranza che tutto possa cambiare magari scoprendo in Retegui una piacevole sorpresa in salsa argentina.

Italia-Inghilterra, Mancini vuol partire bene e chiede aiuto a Napoli

Roberto Mancini non nasconde la sua emozione all’inizio di un nuovo ciclo anche se buona parte degli azzurri saranno gli stessi del gruppo dell’Europeo vinto nel 2021 ma anche del flop mondiale dello scorso anno. La voglia di partire col piede buono è tanta anche se l’Inghilterra, già affrontata lo scorso anno nel girone di Nations League, è avversario subito ostico e di livello:

“Vogliamo iniziare bene le qualificazioni all’Europeo. Siamo sicuri che a Napoli avremo il sostegno del pubblico. Con l’Inghilterra ormai è una classica, sono forti, tra i migliori al mondo. Sarà una gara molto difficile, noi cercheremo di fare la nostra partita. Non sarà semplice per entrambe”.

Italia, l’incognita Retegui: garantisce Mancini

Il nome nuovo è sicuramente quello di Mateo Retegui catapultato dall’Argentina alla Nazionale Italiana a sorpresa. Nell’oriundo con passaporto italiano Roberto Mancini ripone grandi speranze per l’attacco azzurro che negli ultimi anni ha sempre avuto problemi a trovare un bomber puro. Mancini è sicuro di Retegui ma chiede comunque tempo:

E’ un centravanti classico, ha bisogno di tempo per ambientarsi, per lui è la prima volta in tutti i sensi, ma è un bravo ragazzo, sveglio, educato, mi ricorda altri argentini che sono stati in Italia, vedo che molti lo paragonano a Denis. A me ricorda Batistuta quando arrivò in Italia…. Speriamo bene. Formazione? Vediamo, mancherà solo Bonucci. A centrocampo non abbiamo grandi problemi, saremo i soliti, abbiamo una scelta enorme, sono tutti bravi. Possiamo giocare con vari moduli ma col 4-3-3 ci sentiamo a nostro agio, soprattutto per giocare una partita molto propositiva”.

Italia, Mancini ricorda Vialli: “Sarà vicino comunque a tutti noi”

Impossibile per il ct Mancini non ricevere una domanda su Gianluca Vialli dal momento che sarà la prima partita dell’Italia senza il compianto ex capo delegazione azzurra che ci ha lasciato a fine 2022. Mancio, amico per la pelle di Vialli ne sottolinea al tempo stesso l’assenza e la presenza, in un modo o nell’altro:

“E’ una grande emozione perché è la prima volta senza Vialli. Le persone come lui saranno sempre vicine, sono persone immortali. Noi l’abbiamo avuto nel gruppo ed è stata una grande fortuna: è un grande dispiacere”.

Marco Verratti risponde alle critiche: “Ho fatto solo un errore”

In conferenza col ct Roberto Mancini c’era anche Marco Verratti uno dei pilastri della Nazionale anche se di recente fortemente criticato per il fallimento, l’ennesimo, dell’assalto Champions del Psg: “Ho fatto un’errore e ho ricevuto critiche giuste. Fa parte del calcio. Ho 30 anni e le spalle larghe”. L’ex Pescara è sicuro del valore della Nazionale: “Abbiamo fallito per i Mondiali, è vero ma siamo una buona squadra, in Europa oramai non è facile qualificarsi, sia per Europei che per Mondiali, basta sbagliare una partita. Ma sono sicuro ci rifaremo”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

EURO TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...