,,
Virgilio Sport SPORT

Juventus allo sbando: 3-0 Milan a Torino, Champions più lontana

Brahim Diaz, Rebic e Tomori firmano il trionfo rossonero, c'è anche un rigore sbagliato di Kessié. Vecchia Signora quinta in classifica, a -1 dal Napoli quarto.

Crolla senza alcuna attenuante la Juventus, che all’Allianz Stadium si fa dominare dal Milan e perde per 3-0. A segno vanno Brahim Diaz, Ante Rebic e Fikayo Tomori, ma c’è anche tempo per un rigore sbagliato da Franck Kessié. Bianconeri quinti in classifica, a -3 dal Diavolo (in vantaggio anche negli scontri diretti) e a -1 dal Napoli quarto. E anche la corsa Champions ora si complica maledettamente.

Pirlo si gioca la grande sfida con Morata al fianco di Cristiano Ronaldo, i tre schierati da Pioli alle spalle di Ibrahimovic sono Saelemaekers, Calhanoglu e Brahim Diaz. Bastano pochi minuti, però, per capire che il protagonista dell’Allianz Stadium sarà proprio quest’ultimo.

Se infatti la prima conclusione del match è dei padroni di casa (girata di De Ligt su cui interviene Hernandez), è poi il Milan a prendere il controllo delle operazioni. Inizialmente però i rossoneri non riescono a sfondare, nonostante le iniziative di Calhanoglu, Bennacer e Diaz. Ibrahimovic, quindi, viene murato da De Ligt.

I bianconeri non ci sono: addirittura, quando Kjaer perde un pallone velenosissimo, Morata non riesce ad approfittarne facendosi rimontare da Bennacer. Solo alla mezz’ora il vecchio leone Chiellini prova a sfruttare un erroraccio in uscita di Donnarumma su corner, ma manda sul fondo.

In campo però c’è più Milan, e si inizia a capirlo già nel finale di tempo: Theo Hernandez vola verso l’area avversaria e solo un grande Alex Sandro impedisce a Ibrahimovic di fare male, quindi a pochi secondi dall’intervallo arriva il gol. Lo segna Brahim Diaz, abile a ribadire in rete un pallone respinto da Szczesny su punizione di Calhanoglu.

Ci si aspetterebbe una reazione rabbiosa della Juventus nella ripresa, ma non dura che qualche minuto. Subito Bentancur raccoglie un servizio di tacco di Morata e costringe Donnarumma alla parata in tuffo. Sarà l’unica della sua partita. Poi poco, pochissimo altro. E il Milan, già in vantaggio, dilaga.

Primo capitolo della sinfonia è in realtà una mezza stecca: l’immarcabile Brahim Diaz costringe Chiellini alla deviazione di braccio in area, è rigore che però Kessié si fa parare da Szczesny al 58′.

Nemmeno questo episodio scuote la Vecchia Signora, e nemmeno la sostituzione di un Ibrahimovic acciaccato. Al posto dello svedese entra infatti Rebic, che al 78′ si inventa un destro a giro che finisce nel sette. Nessun disturbo per lui da parte della difesa di casa.

L’incubo della Vecchia Signora non è ancora finito: all’82′ infatti Tomori incorna in rete il tris, che chiude i conti e mette i rossoneri in vantaggio sui rivali anche negli scontri diretti. E per la Juventus è davvero notte fonda.

OMNISPORT | 09-05-2021 22:42

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...