,,
Virgilio Sport

L'espulsione di Allegri, chi lo ha colpito? L'accusa: "Un calciatore dell'Inter"

Mister Allegri fornisce la sua versione sulla rissa finale di questa finale di Coppa Italia e accusa senza fare il nome del giocatore che lo avrebbe colpito. E che avrebbe innescato la miccia

12-05-2022 17:03

Che cosa rimane di questa finale di coppa Italia tra Juventus e Inter? Troppo, troppo calcio e disillusione. Altrettanti dubbi su Var, modalità di applicazione e interpretazione del regolamento. E un moltiplicarsi della suscettibilità di Max Allegri, l’allenatore aziendalista, che Andrea Agnelli e i suoi hanno rivoluto contro ogni analisi del recente passato e prospettive di rifondazione e preferendo un ritorno al passato, un ricorso storico che impone più tempo e altri sforzi.

La sua furia la abbiamo osservata, non stupiti, ma coscienti che qualcosa era accaduto perché – dopo la prima ammonizione – Allegri straripasse aggiudicandosi un secondo cartellino e finisse fuori a elaborare una fine anticipata della stagione zero titoli.

L’accusa di Allegri dopo la rissa e l’espulsione

In effetti, mister Allegri ha fornito a mezzo televisivo la sua versione dei fatti che avrebbero portato alla sua reazione esagerata e la doppia ammonizione.

“Un giocatore dell’Inter è venuto in panchina e mi ha dato una pedata, ho reagito e hanno espulso me, giustamente”, ha riferito l’allenatore della Juventus ancora visibilmente irritato e per l’epilogo zero titoli e per l’episodio in sé.

Ha spiegato così l’espulsione di mercoledì 11 maggio nel finale caotico nell’Olimpico riempito per questa finale che segna il nuovo corso post pandemia: 4-2 recita il risultato finale che ha regalato l’ottava Coppa Italia, dopo più di un decennio, all’Inter.

Una celebrazione che è stata inquinata da questa accusa, passata in secondo piano a causa delle dichiarazioni di Ivan Perisic, protagonista di una prestazione gigantesca, ma in attesa di un rinnovo che stenta a essere proposto.

Il mistero sul calciatore che ha colpito Allegri

Soffermiamoci su questo calciatore che avrebbe dato una pedata ad Allegri. Una prima miccia era stata accesa sul 2-2, quando l’arbitro assegna un rigore molto discutibile per un fallo su Lautaro e trasformato da Calhanoglu. protesta della panchina juventina e diverbio tra Allegri e il vice di Inzaghi, Farris: brutto scontro verbale, quasi fisico dopo una serie di paroline. Ammonizione per entrambi.

La seconda rissa: il gesto senza autore e il rosso

La seconda rissa scoppia quando l’Inter sigla il 4-2 che decide poi l’assegnazione della Coppa Italia, proprio per l’intuizione geniale che rende merito al talento di Perisic. Dala panchina dell’Inter si alzano tutti e invadono il campo e la stessa area tecnica della Juventus: una provocazione, visto il clima acuito dalle tensioni precedenti.

In questo marasma, sarebbe arrivato un calcio ad Allegri. da parte di chi non è chiaro: le immagini non hanno mostrato, in tempo reale, quanto accaduto. Si vedono Lautaro e lo staff nerazzurro, Allegri, Bonucci e Ake dal’altra parte.

Il direttore di gara nota la replica del tecnico, conversa animatamente con Lautaro che urla contro gli juventini. Allegri si lascia andare e viene ammonito di nuovo, incassando l’espulsione. Fila verso lo spogliatoio scortato da Bernardeschi, visibilmente irritato. E senza aver dato nome all’autore di quel gesto.

VIRGILIO SPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...