Virgilio Sport

Juventus-Lazio, moviola: Focus su rigore che ricorda scontro Ronaldo-Iuliano

La prova dell'arbitro napoletano Maresca allo Stadium analizzata ai raggi X dall'esperto di Mediaset Graziano Cesari

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Con un organico arbitrale assai ridotto, visto che mancavano tutti gli arbitri internazionali che erano a un corso d’aggiornamento e Simone Sozza che era a un raduno UEFA, Rocchi aveva designato per Juventus-Lazio, il match sulla carta più difficile ed equilibrato tra le 4 gare dei quarti di coppa Italia, il napoletano Fabio Maresca, dopo aver scartato i prescelti per i big-match della prossima giornata di serie A ma come se l’è cavata il fischietto campano nella gara che ha visto la Juventus vincere di misura col gol di Bremer?

Juventus-Lazio, i precedenti di Maresca con le due squadre

Assistito da Carbone e Preti con Feliciani quarto uomo. Di Paolo al Var, coadiuvato all’AVAR da Di Martino, Maresca aveva ben 19 precedenti in campionato con la Lazio, con un bilancio di 12 vittorie biancocelesti, di 2 pareggi e di 5 sconfitte. In questa stagione, Maresca aveva già diretto la Lazio nella vittoria esterna (0-4) contro la Fiorentina mentre era all’esordio in coppa Italia. Brutto ricordo invece per la Juve: l’ultimo degli 11 precedenti era il ko a Monza nel girone d’andata (in totale con lui 8 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte).

Juventus-Lazio, i casi discussi

Non è stata una serata difficile per Maresca che ha arbitrato bene. Solo quattro ammoniti: Cuadrado, Perin e Danilo della Juve e Zaccagni della Lazio, e poche polemiche. Al 27′ la squadra di Allegri reclama un rigore: Chiesa viene imbeccato in area da Fagioli e si scontra con Patric: lo Stadium invoca il rigore, ma Maresca lascia proseguire.

Juventus-Lazio, il Var fa arrabbiare i tifosi

Infine al 44′ su cross morbido dalla destra di Kostic verso il centro dell’area, Bremer è bravissimo ad anticipare Maximiano (colpevole nell’occasione) e a depositare il pallone in rete di testa: gol rivisto al VAR, posizione regolare del brasiliano, tenuto in gioco da Lazzari. Il Var ha impiegato più del solito prima di dare l’ok, facendo irritare sui social i tifosi bianconeri, ma oltre alla posizione del giocatore andava valutato anche un eventuale tocco di braccio, che non c’è stato.

Juventus-Lazio, per Cesari non c’era rigore per la Juve

A fare chiarezza è Graziano Cesari. L’ex arbitro genovese su Canale 5 promuove Maresca e dice: “Voto sette, ottimo arbitraggio, bravo. Bissata la prestazione della Supercoppa. C’è stata una timida protesta della Juve per il contatto Chiesa-Patric. Ma Maresca è piazzatissimo e Patric e fermo. Anche se ricorda il contatto Iuliano-Ronaldo“.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...