Virgilio Sport

Inter su Sanchez: si pensa a clamoroso ritorno per risolvere problema attacco

Cedere Correa e riprendere il Nino Maravilla a parametro zero: ecco l'ultima pazza ideal del duo Marotta-Ausilio

Pubblicato:

Alessio Raicaldo

Alessio Raicaldo

Sport Specialist

Un figlio che si chiama Diego e la tesi di laurea sugli stadi di proprietà in Italia. Il calcio quale filo conduttore irrinunciabile tra passione e professione. Per Virgilio Sport indaga, approfondisce e scandaglia l'universo mondo dello sport per antonomasia

Sono settimane frenetiche per l’Inter che ha impellente necessità di completare la rosa. Il portiere, anzitutto, ruolo nel quale i nerazzurri sono letteralmente scoperti. Ma anche l’attacco dove, dopo gli addii di Lukaku e Dzeko, c’è forte l’esigenza di una prima punta fisica da affiancare a Lautaro Martinez e Marcus Thuram. Nelle idee della dirigenza meneghina, però, c’è anche la volontà di prendere un ulteriore attaccante dalla caratteristiche differenti. Una seconda punta, insomma, che sia tecnica e che garantisca anche un discreto numero di gol. Ciò è dovuto, più che da un’esigenza numerica, dalla tentazione di liberarsi di Joaquin Correa che a Milano non ha mai convinto. E da qui nasce la suggestione Alexis Sanchez.

Perché Sanchez è una buona opportunità

Alexis Sanchez l’ultima stagione l’ha vissuta a Marsiglia. Annata decisamente esaltante per l’attaccante cileno che ha messo a segno la bellezza di 18 reti in 44 presenze dimostrando affidabilità realizzativa ed anche un importante tenuta fisica. Oggi il Nino Maravilla è svincolato, si è infatti liberato dal club transalpino ed è in cerca di sistemazione.

Tesserarlo da free agent, con il solo ingaggio da pagargli, significherebbe poter direzionare altrove il budget a disposizione dell’Inter per la campagna acquisti. Grazie al lavoro svolto da Igor Tudor e alla fiducia che ha riposto nei confronti del calciatore, tornerebbe a Milano un Sanchez completamente differente da quello che lasciò poco più di un anno fa.

C’è già l’ok di Inzaghi per Sanchez

Alexis Sanchez e Simone Inzaghi. Non fu proprio un matrimonio da favola il loro. L’allenatore dell’Inter, infatti, non gli ha mai concesso parecchie opportunità di scendere in campo preferendogli soluzioni differenti. Ricorderete le dichiarazioni del Nino Maravilla contro il suo tecnico: “Mi sentivo un leone in gabbia” oppure quando ha parlato di ingiustizia per il fatto fosse stato mandato in panchina in un derby.

Insomma, da questo punto di vista le premesse non sarebbero idilliache. Ma stavolta sarebbe stato proprio il piacentino a dare il benestare alla trattativa, raccogliendo pure la disponibilità del cileno. Repentino cambiamento di idea? Piuttosto questa situazione va letta con la definitiva epurazione di Correa, giocatore sul mercato non ritenuto più funzionale al progetto.

L’avventura di Sanchez all’Inter, tra alti e bassi

Alexis Sanchez ha giocato per tre anni con la maglia dell’Inter. Nel 2020/2021, anno dello Scudetto, ha totalizzato il maggior numero di presenze con le 30 totali in campionato anche se non sempre partendo dal primo minuto. Dal punto di vista realizzativo la sua media non è stata eccellente, con 20 gol complessivi in 109 apparizioni.

In compenso si è arricchito il suo palmarès: oltre al già citato titolo sotto la guida di Antonio Conte ha aggiunto una Coppa Italia e una Supercoppa italiana con Inzaghi. In quest’ultimo il suo ingresso in campo risultò pure decisivo con il gol che consegnò il trofeo all’Inter evitando di andare ai calci di rigore contro la Juventus.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...