Virgilio Sport

La moviola di Milan-Chelsea: notte di follia, tutti gli errori dell'arbitro Siebert

La prova a San Siro del direttore di gara analizzata ai raggi X da Graziano Cesari che arriva a mettergli 3 in pagella

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Chi è Daniel Siebert, l’arbitro tedesco che ieri ha fatto infuriare tutto il Milan per le sue decisioni nella gara di Champions League contro il Chelsea? Il 38enne direttore di gara, internazionale dal 2015, sembrava un portafortuna: in 10 precedenti con le squadre italiane c’era stata una sola sconfitta delle nostre squadre, la scorsa stagione in Inter-Real Madrid a San Siro, vinta 1-0 dagli uomini di Carlo Ancelotti.

Una sola volta aveva arbitrato il Milan, nella fase a gironi di Europa League del 2020-2021, e i rossoneri si imposero in trasferta per 1-0 sullo Sparta Praha nella fase a gironi di Europa League nel 2020-21, ma ieri ne ha combinate di tutti i colori.

Milan-Chelsea, Cesari giudica una follia il rigore per i Blues

Ad analizzare ai raggi X la partita del Meazza è Graziano Cesari. L’ex arbitro genovese su Canale 5 parte dal primo episodio, quello che ha indirizzato tutta la partita. Poco dopo il quarto d’ora Mount cade dopo un contatto con Tomori, che strattona ma viene anche a suo volta strattonato dall’attaccante del Chelsea che crolla a terra mentre prova a calciare a rete su Tatarasanu. L’arbitro non ha dubbi ed indica il dischetto ed espelle Tomori giudicando l’azione chiara occasione da gol.

Cesari sbotta: “E’ una follia regolamentare di Siebert. Una decisione incomprensibile. L’intensità del tocco di Tomori non è tale da causare un calcio di rigore. L’arbitro dice che Tomori ha trattenuto, ma sbagliato! Le immagini non dicono assolutamente questo. Le mani di Tomori non stringono mai Mount e non si può parlare di trattenuta, ma le appoggia ed è quello che fa anche Mount e tutti i calciatori. Poi può tirare e tira.”

Milan-Chelsea, Cesari sottolinea che Siebert era già pronto a fischiare

Cesari mostra le immagini e aggiunge: “Vedete Pioli dice: ‘This is the Champions! No foul!’. Ripeto:F follia regolamentare di Siebert. Il VAR non poteva intervenire perché non può giudicare l’intensità del contatto. Guardate, al primo semplice appoggio del braccio di Tomori stava già per fischiare, ha dato il vantaggio anche per evitare che il giocatore si tuffasse subito ma non esiste questo rigore”.

I casi non finiscono qua. Al 29′ su un contrasto a centrocampo, Sterling ferma fallosamente Krunic con un tackle scivolato col piede a martello su Krunic. I giocatori del Milan invocano il rosso ma Siebert estrae solo il giallo. Per Cesari è giusto ma rileva: “Sterling è stato ammonico giustamente per un fallo su Krunic, poi successivamente però lo stesso attaccante inglese ferma Bennacer non andando neanche a cercare il pallone e ci stava il rosso, per me assolutamente”.

Milan-Chelsea, per Cesari il voto di Siebert è 3

Cesari conclude: “Quando un giocatore si disinteressa del pallone e va sull’avversario… Se giudichi la trattenuta di Tomori da rigore ed espulsione, ci stava il giallo anche su Sterling che addirittura mette le braccia sul collo di Bennacer. Voto all’arbitro: 3. Per il viaggio d’andata, per il viaggio di ritorno e perché si è vestito da arbitro”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...