Virgilio Sport

Milan, carica Ibrahimovic: "Voglio giocare sempre". Pioli esulta: "Guariti"

Il tecnico dei rossoneri e l'attaccante svedese hanno parlato dopo la vittoria per 2-0 contro l'Atalanta

26-02-2023 23:45

Il Milan si è ritrovato. Dopo la crisi di inizio anno, la squadra di Stefano Pioli ha inanellato una serie di quattro vittorie consecutive tra campionato e coppe, senza subire reti.

I rossoneri si sono riorganizzati nel nuovo modulo con la difesa a tre deciso da Pioli e hanno ritrovato fiducia, concedendo pochissimo alla solitamente pirotecnica Atalanta di Gian Piero Gasperini. L’allenatore emiliano, alla partita numero 800 da tecnico, ha commentato con soddisfazione la rinascita dei suoi.

Pioli: “Squadra guarita, importante dare continuità”

“E’ stata una grande prestazione della mia squadra – ha spiegato Pioli a Dazn -. L’abbiamo giocata con l’energia che riconosco nei miei giocatori. Potevamo chiuderla prima ma l’importante è dare continuità. Non ne avevamo mai vinte 4 di fila in stagione e sapevamo delle difficoltà di giocare contro l’Atalanta. Abbiamo lavorato tanto, gestito bene la palla ed è chiaro che dobbiamo fare ancora tanti punti per arrivare nei primi 4 posti”.

“Come ne siamo usciti? Non c’era niente da sistemare, perché sulla coesione non ci sono mai stati dubbi. Le sconfitte ci hanno tolto fiducia e poi sono arrivate prestazioni al di sotto delle nostre possibilità. Le vittorie invece ci hanno ridato voglia di fare le cose per bene. La squadra è guarita e torniamo a giocare con le nostre caratteristiche”.

Milan, Pioli: “La testa comanda su tutto”

“Portiamo avanti un lavoro che i giocatori apprezzano e comunque penso sempre che la testa è quella che comanda tutto – ha continuato Pioli -. Non eravamo abituati ad un momento del genere, anche perché noi avevamo alzato le aspettative e le abbiamo un po’ pagate. Abbiamo cambiato qualche posizione, ma con gli stessi principi e più partite fai meglio interpreti certe situazioni”.

Mike Maignan e Zlatan Ibrahimovic non sono solo due ottimi giocatori, ma anche due leader della squadra – ha evidenziato Pioli -. Averli in campo ci ha aiutato e ci aiuterà moltissimo, la loro leadership ci dà tanto. Krunic ha fatto partita di un livello tecnico-tattico altissimo. Ora pensiamo a Firenze”.

Milan, Ibrahimovic: “Sono qui per giocare o restavo a casa”

A Dazn ha parlato anche Zlatan Ibrahimovic, che con la partita di oggi è diventato il giocatore più anziano dei rossoneri a giocare in massima serie. L’attaccante svedese si è mostrato molto determinato: “Voglio dare concorrenza ai miei colleghi e giocare, sennò non devo stare qua. Devo rimanere per quello che faccio nel presente, non per il passato. Chi pensa di giocare gli ultimi minuti, è già finito“.

Sui suoi mesi di stop: “Ho sofferto tanto, anche negli ultimi 6 mesi dello scorso anno. Volevo aiutare e non potevo stare in campo. Quando non stai bene è difficile aiutare la squadra. Ho provato in tutti i modi: potevo fare l’intervento 6 mesi prima, ma vedevo che poteva essere il nostro anno. Alla fine ho vinto, ma non ho mai sofferto come questa volta. Inoltre c’è stata la morte di Raiola, quindi anche mentalmente non è stato facile. Poi quando sto bene sono il più forte di tutti”.

Theo Hernandez: “Stiamo tornando il Milan di prima”

Theo Hernandez ha festeggiato la vittoria contro l’Atalanta ai microfoni di Dazn: “Abbiamo passato un periodo complicato, ma ora stiamo tornando ad essere il Milan di prima. L’autogol di Musso? Per me è mio il gol…Ho visto che potevo tirare ed è stato un bel gol”.

Sul ritorno di Maignan tra i pali della porta rossonera: “Era da tempo che lo aspettavamo. Il ritorno con il Tottenham in Champions? Prima dobbiamo pensare alla Fiorentina, una cosa alla volta”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Juventus - Frosinone
Cagliari - Napoli

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...