Virgilio Sport

Milan-Fiorentina, la moviola: rigore negato e gol dubbio, che polemiche

La prova dell'arbitro Sozza al Meazza ai raggi X, il parere di Paolo Casarin, Maurizio Pistocchi e Luca Marelli

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

E’ uno dei giovani arbitri maggiormente stimato dal designatore Rocchi l’arbitro Simone Sozza, scelto per dirigere ieri a San Siro Milan-Fiorentina. Con i rossoneri il fischietto di Seregno aveva un solo precedente (nessuno in campionato), relativo alla scorsa stagione quando diresse il quarto di finale di Coppa Italia vinto 4-0 dai rossoneri contro la Lazio. Con lui a dirigere la Fiorentina in precedenza aveva disputato solo 2 partite, entrambe l’anno scorso. A Torino contro la Juventus, quando i viola persero 1-0 nel finale con rete di Cuadrado e rimasero in dieci uomini dopo l’espulsione di Milenkovic, e quella col Napoli al Franchi che finì 1-2, ma come se l’è cavata ieri Sozza?

Milan-Fiorentina, per il Corriere dello Sport Sozza merita 4

Giudizi contrastanti arrivano dai giornali: per il Corriere dello Sport in Milan-Fiorentina Sozza è stato disastroso e merita 4 in pagella, meno severi gli altri quotidiani. Sotto i riflettori ci sono i due episodi-chiave: il rigore non concesso alla Fiorentina e la rete allo scadere del Milan convalidata nonostante qualche dubbio.

Al 70′ Ikonè parte in velocità e Tomori interviene in scivolata, in area di rigore. L’arbitro Sozza prima non concede nulla e, poi, viene richiamato al VAR. Dopodiché, conferma la sua decisione, mentre al 93′ il Milan segna con autorete di Milenkovic ma c’è un contatto dubbio tra Rebic e Terracciano.

Milan-Fiorentina, per Casarin da annullare il gol-vittoria dei rossoneri

Per Paolo Casarin il rigore non c’era ma la rete del MIlan non era valida. L’ex designatore scrive sul Corriere della Sera: “Due casi importanti in area: Tomori sposta il pallone senza danneggiare Ikone. Alla fine Rebic contrasta fuori area fallosamente Duncan, Sozza lascia andare, cross in area contatto alto tra Rebic e Terracciano e autogol di Milenkovic. Sozza concede il gol senza tener conto del fallo di Rebic fuori area”.

Milan-Fiorentina, per Pistocchi il rigore per i viola c’era

La pensa diversamente Maurizio Pistocchi. Per l’ex moviolista di Mediaset il rigore per la Fiorentina c’era, come sottolinea su twitter: “Nell’episodio cruciale Tomori entra su Ikone: due i contatti, con la gamba dx sulla gamba sx e con il piede sx sul piede sx, poi tocca anche la palla. IMHO Fallo e rigore non concesso alla Fiorentina”.

Milan-Fiorentina, per Marelli niente rigore e dubbi sul gol

Infine Luca Marelli che a Dazn parte dal rigore negato e dice: “C’è un contrasto tra Tomori e Ikoné, tocca anche la gamba destra di Ikoné e secondo me è contemporaneo. Non interviene il VAR perché è una valutazione di campo. C’è molto da discutere, per quanto mi riguarda non assegnare il rigore è la scelta più corretta”.

Poi passa all’azione dell’autorete di Milenkovic. “Ci sono due interventi da valutare, il primo a centrocampo tra Rebic e Duncan e l’arbitro è in posizione ideale per valutare. Poi c’è un contrasto tra portiere e Rebic, sono due giocatori che si muovono l’uno verso l’altro. Anche qui c’è margine di valutazione. Sono episodi complessi da valutare, ci possono essere valutazioni diverse. Ci sta convalidare la rete però è più evidente il contrasto su Duncan che su Terracciano“.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...