Virgilio Sport

Milan: Pioli abbraccia Berlusconi, replica a Spalletti e polemizza con Leao

Il tecnico rossonero chiede la conferma della qualità vista nella gara di Napoli anche con l'Empoli

06-04-2023 14:21

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Quando sabato scorso diceva in conferenza: “nessuno crede che possiamo vincere a Napoli, nessuno crede che entreremo nelle prime 4 e che possiamo fare strada in Champions” aveva probabilmente ragione Stefano Pioli. C’era pessimismo sul suo Milan, che sembrava aver riperso la bussola dopo un filotto importante. Il 4-0 al Maradona contro la squadra di Spalletti ha invece restituito riflettori e ottimismo sui rossoneri, lanciatissimi davvero su tutti i fronti adesso. E’ stato però talmente bello quel Milan visto a Fuorigrotta domenica da sembrare non replicabile. Pioli non la pensa così anche se domani con l’Empoli lo cambierà un pochino pensando alla Champions.

Milan, Pioli ha un pensiero per Berlusconi

Il tecnico rossonero non si aspetta però una passeggiata domani, anzi: “Dobbiamo rimanere sempre in tensione, le partite si vincono prima con la volontà e poi con la qualità ma vogliamo approfittare di questo turno casalingo”, Inevitabile parlare di Berlusconi: “Siamo tutti preoccupati, non abbiamo notizie precise ma ci stringiamo a lui ma speriamo che possa riprendersi e venire anche allo stadio a vedere il Milan”.

Milan, Pioli risponde a Leao

La gara col Napoli è stata una svolta: “I giocatori sanno che saranno due mesi decisivi per la nostra stagione, mancano 10 partite di campionato e quelle di Champions, quella vittoria deve essere importante per farci giocare sempre a quel livello”. Sulla formazione non svela nulla: “Qualche cambiamento ci sarà perché giochiamo 4 partite ravvicinate ma sarà la migliore possibile. Leao ha detto che partendo da sinistra si esprime meglio? Io non accontento un singolo giocatore, cerco di mettere in campo la squadra nella miglior maniera possibile. A me Rafa aveva detto il contrario ma l’importante è che stia bene, che abbia il sorriso. A Napoli è stato bravissimo, ha grande qualità, non sempre lega benissimo il gioco con gli altri, deve rispettare questo e a Napoli l’ha fatto molto bene. Più i giocatori stanno bene più possiamo vincere in questo rush finale”.

Brahim Diaz è a disposizione: “Sta bene, può giocare anche più a destra come a Napoli ma è importante sempre, l’importante è che sia bene”. A Napoli è stato fondamentale anche Krunic: “E’ un giocatore che fa giocare bene chi gioca vicino a lui, se non viene esaltato dagli altri non mi interessa, lo so io, lo sanno i compagni e lo sa lui. Il modulo con tre centrocampisti? Può essere che si rivedrà”.

Spalletti ha detto che il Milan è arrivato a Napoli pensando di poter perdere ma Pioli non cade nel trabocchetto: “Non devo commentare le sue parole e non devo pensare al Napoli, ci penseremo per le gare di Champions, ora c’è l’Empoli”. Il rammarico per lo scudetto non c’è: “Dobbiamo essere solo concentrati per il finale di stagione, le valutazioni si fanno alla fine, possiamo ancora dimostrare che squadra siamo”.

Milan, Pioli chiede provvedimenti contro il razzismo

Sul caso-Lukaku e sul tema razzismo Pioli ripete in pratica quello che aveva detto poco prima Spalletti: “Non so se c’è razzismo in Italia ma provo un grande dispiacere a vedere certe scene, penso sia una minoranza ma se certe situazioni continuano bisogna prendere provvedimenti”. Infine Pioli elogia l’Empoli: “Squadra veloce e tecnica, da affrontare con rispetto, ci faranno correre tanto”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...