,,
Virgilio Sport SPORT

Milan, si ferma anche Tomori: rossoneri in piena emergenza difensiva

Tegola pesantissima per il Milan, che perde Tomori per almeno un mese. Le parole di Maldini sono di circostanza, i rossoneri hanno urgente bisogno di un difensore.

14-01-2022 15:00

Ieri sera per il Milan è arrivata la vittoria negli ottavi di finale di Coppa Italia a San Siro contro il Genoa. Un successo arrivato solamente ai supplementari, in una gara preparata molto bene da Sheva al ritorno al Meazza, che ha impostato la partita su un 4-3-3 molto propositivo e interessante. Non va tutto bene però al Diavolo, che nonostante la vittoria si trova ancora più in emergenza di prima dal punto di vista difensivo. Si è infatti fermato Fikayo Tomori, uscito dopo poco più di 20 minuti di gioco per un guaio al ginocchio. Le notizie che arrivano non sono buone, e l’inglese dovrà dunque stare fermo ai box per diverse settimane.

Milan, Tomori fuori un mese: lesione al menisco 

È questo il responso dei medici dopo gli esami effettuati oggi. Lesione del menisco mediale del ginocchio sinistro che è stato operato nel pomeriggio e lo costringerà ora a un mese di stop, secondo quella che è la classica prognosi temporale in casi del genere. 

Questa la nota del club rossonero: “AC Milan comunica che Fikayo Tomori è stato sottoposto ad un intervento in artroscopia del ginocchio sinistro per risolvere la lesione del menisco mediale occorsa ieri. L’intervento, effettuato presso la Clinica La Madonnina, è perfettamente riuscito ed è stato eseguito dal Dr. Roberto Pozzoni con l’apporto dell’équipe del CTS (Centro di Traumatologia dello Sport) del Galeazzi alla presenza del Responsabile sanitario del Club, Stefano Mazzoni. Fikayo sta bene e inizierà da subito il percorso riabilitativo. I tempi di recupero sono stimabili in trenta giorni“.

Non una bella notizia per Stefano Pioli, che per la gara di Serie A con lo Spezia di campionato si trova in piena emergenza difensiva. Oltre al lungodegente Kjaer, Pioli deve fare i conti anche con problemi di Covid (Romagnoli e Ballo Touré). Una buona notizia, parziale, è il quasi recupero di Davide Calabria. Attualmente a disposizione del tecnico rossonero rimangono solo Gabbia e Kalulu.

MIlan, come leggere le parole di Maldini alla luce di questo infortunio?

Nel pre partita della Coppa Italia, ai microfoni di Mediaset, aveva parlato anche Paolo Maldini, uomo di mercato rossonero e leggenda del Diavolo. Maldini aveva parlato nello specifico di mercato e della tanta attenzione mediatica riservata alle trattative rossonere. Trattative che, dice Maldini, potrebbero anche non portare a nessun acquisto. Queste le sue parole:

“Si, direi anche troppi nomi, tanti sono inventati. Non possiamo smentire tutto, facciamo le cose a fari spenti perché è la nostra maniera di essere. Abbiamo senza dubbio grande solidità e non è detto che debba per forza arrivare qualcuno da qua a fine mercato”.

Ora, queste parole sono state pronunciate prima dell’infortunio di Tomori. La penserà alla stessa maniera ora che il britannico starà fuori un mese? La sensazione è che al di la delle frasi di circostanza qualcuno arriverà da qui al 31 gennaio.

Milan, svanito Botman il nome forte rimane Eric Bailly

Anche la Gazzetta dello Sport considera le parole di Maldini solo come frasi di circostanza, e anzi rincara la dose sottolineando il forte interesse rossonero per Eric Bailly, ormai uscito dalle rotazioni del Manchester United e che sarebbe un ottimo rinforzo per la retroguardia rossonera. 

Si continua a trattare proprio in questi momenti, col Milan che spera di convincere i Red Devils a concedere il giocatore in prestito con eventuale diritto di riscatto.

OMNISPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...