Virgilio Sport

MotoGp, Day 3 di test a Sepang: grande Italia, Marini e poi Bagnaia

Nel terzo e ultimo giorno sulla pista malesiana, in tanti hanno provato novità e sperimentazioni. Nove moto italiane tra le prime dieci

Pubblicato:

Grande Italia nel terzo e ultimo giorno di test per la MotoGp a Sepang, in Malesia. Il miglior tempo è stato di Luca Marini, che ha preceduto il campione del mondo Pecco Bagnaia. Nelle prime dieci posizioni, tra Aprilia e Ducati, ci sono ben nove moto italiane. Si può dire che è stato un vero e proprio dominio dei motori nostrani.

Marini fa meglio di Bagnaia, ma l’iridato è contento

Luca Marini, su Mooney Vr46, è stato dunque il migliore nel terzo giorno di test. Ha fatto segnare il tempo di 1.57.889, restando in pista per 50 giri. Ha preceduto di pochissimo la Ducati ufficiale di Bagnaia, che ha percorso 43 giri con il miglior tempo di 1.57.969. L’iridato è apparso contento dopo questa tre giorni, ha ritrovato sensazioni simili all’anno scorso.

In terza posizione troviamo l’Aprilia di Maverick Vinales, che ha chiuso in 1.58.036, compiendo in tutto 55 giri. Da notare come l’Aprilia abbia raggiunto la maggiore velocità della Ducati, i 337,5 km. Quarto il compagno di squadra di Bagnaia, Enea Bastianini, che ha fatto registrare 1.58.149. Per lui, 42 giri in pista. A seguire lo spagnolo Jorge Martin, con 1.58.204. Quindi, Aleix Espargaro, Fabio Di Giannantoio, Marco Bezzecchi e Alex Marquez che ha preceduto il fratello Marc Marquez, decimo e primo su una moto non italiana, la Honda. Lontano Fabio Quartararo, solo 19esimo con la Yamaha.

Sepang: tutte le novità oggi in pista

Come detto, in tanti oggi hanno lavorato sulle novità e solo in un secondo momento sui tempi. La Yamaha, per esempio, ha provato una nuova carena. La Ducati ha preferito non fare una simulazione di gara, lavorando invece sull’erogazione del motore. La Ktm ha fatto prove di aerodinamica. Vinales, con l’Aprilia, ha provato il nuovo forcellone. Zarco ha provato la carena 2023, come altri piloti Ducati tra cui Bagnaia e Bastianini.

Marc Marquez si è presentato in Malesia con quattro moto diverse. Dopo aver parcheggiato la Honda versione 2022, ha provato tre prototipi 2023. Ieri ha accantonato uno di questi tre prototipi provando nell’ultimo giorno di test gli altri due.

Ducati “promossa” da Bagnaia e Bastianini e dai rivali

Come già scritto, la Ducati è stata abbondantemente promossa da Bagnaia e Bastianini. Ma c’è grande soddisfazione pure nel team Ducati Pramac, con Zarco e Martin che si sono detti entusiasti della nuova moto. Dal box della Ducati ufficiale “filtra una grande soddisfazione sulla nuova Desmosedici GP23, la moto è stata promossa dai piloti”. Contenti questi ultimi delle modifiche fatte alla due ruote.

Nonostante i sensibili progressi visti sull’Aprilia, Aleix Espargaro è preoccupato: “In generale è andata bene. Se vogliamo vincere, dipendiamo dalle specifiche del motore da gara. Penso che siamo appena dietro la Ducati, ma dobbiamo riuscire a fermare meglio la moto e migliorare la coppia ai bassi regimi. La moto del 2023 comunque è un po’ meglio di quella del 2022”. E poi ancora: “Quest’anno sembra tutto uguale al 2022 e non hanno commesso alcun errore i ducatisti. I piloti della Mooney VR46 e di Gresini vanno molto veloci, e anche gli altri. Se non facciamo qualcosa, la Ducati conquisterà i primi sei posti nel Mondiale”. Infine: “Il discorso dell’anno scorso, secondo cui ogni buon risultato è ben accetto, non è più valido. Siamo obbligati a finire davanti, anche se non abbiamo ancora la struttura per dire che siamo obbligati a lottare per il titolo”.

Ora si tornerà a lavorare in officina in attesa dei prossimi test, che arriveranno nell’imminenza dell’inizio del nuovo Mondiale. Sono stati programmati infatti per l’11-12 marzo a Portimao.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...