Virgilio Sport

Champions, il Napoli dà spettacolo: Spalletti omaggia Maradona

Il Napoli vince 3-0 coi Rangers e ora si andrà a giocare il primato nel girone col Liverpool ad Anfield. 20 gol realizzati nella fase a gironi: è record

Pubblicato:

Il Napoli vince la quinta partita su cinque in questa fase a gironi della UEFA Champions League 2022/2023, spazzando via col punteggio di 3-0 allo Stadio Diego Armando Maradona, i Rangers di Glasgow.

Protagonista della serata un grande Cholito Simeone con una fantastica doppietta nei primi 15 minuti di gioco, che indirizza la gara nel modo giusto fin dall’inizio. Grande gioia del gruppo squadra, di Spalletti, dei tifosi presenti allo stadio e anche del presidente Aurelio De Laurentiis, presente oggi al Maradona, che su Twitter ha lanciato un segnale di grande apprezzamento per il momento azzurro.

Spalletti intanto esalta la forza del gruppo e delle seconde linee sempre nel ricordo di Diego Armando Maradona.

De Laurentiis su Twitter: “Inarrestabili e divertenti”

Il Napoli per la prima volta dal 1929/30 ha ottenuto 12 vittorie consecutive considerando tutte le competizioni. Inoltre, risultato ancora più notevole, è la terza squadra italiana a vincere tutte le prime 5 partite nella fase a gironi di un’edizione della Champions League, dopo il Milan 1992/93 con Fabio Capello alla guida e la Juventus nel 2004/05, sempre con Fabio Capello.

Oggi allo Stadio Maradona era presente anche il patron azzurro Aurelio De Laurentiis, che subito dopo la gara non ha mancato di esprimere tutta la propria gioia con un post sul social network Twitter:

“Inarrestabili e divertenti! Forza Napoli Sempre #ADL”

Un’ambiente dunque coeso e sereno come poche volte è capitato nel corso degli ultimi anni. Un buon auspicio per gli ottavi, ai quali il Napoli è già qualificato.

L’eroe della gara Simeone: “Dedico la vittoria ai tifosi”

Giovanni Simeone è il primo giocatore del Napoli a segnare due gol nei primi 20 minuti di un match in Champions League. Non solo il Cholito però, tutto l’attacco azzurro è stato davvero pazzesco in questa prima fase della Champions League. Gli azzurri hanno infatti realizzato 20 gol in questa Champions League, solo Bayern Monaco (21 nel 2019/20) e Paris Saint-Germain (24 nel 2017/18) ne hanno realizzati di più dopo le prime cinque giornate nella competizione.

Oggi la copertina se la prende l’argentino, che commenta così subito dopo la fine della gara:

“Emozionante, provo sempre di dare tutto, oggi abbiamo fatto una stupenda gara, questo è un gigantesco regalo, va dedicato a tutti i tifosi, alla squadra, in cui lavoriamo ogni giorno, pure a quelli che sono dietro a lavorare e non si notano. Non scordiamo che abbiamo prima un’altra gara di Serie A da giocare, che è davvero fondamentale. Sono certo che questi pochi giorni di riposo verranno usati per affrontare come si deve la gara, dato che abbiamo un campionato di fronte”.

Grande rapporto di Simeone con Spalletti, del quale apprezza molto il modo di giocare. Non dimentica inoltre una dedica al compagno di reparto Raspadori:

“Spalletti mi ha dato libertà di essere quello che sono. Con Raspadori? Lui è un grandissimo giocatore, per uno che attacca tanto la profondità è sempre un vantaggio, sia per dare spazio a lui che per quello che crea per me, avere un giocatore come lui aiuta, è più bello”.

Spalletti soddisfatto del gruppo: “Ci siamo fatti trovare pronti”

Spalletti sta facendo davvero un gran lavoro dopo aver perso, in estate, giocatori molto importanti come Mertens, Insigne e Koulibaly. Ottimo mercato della dirigenza, ma grande merito va dato al tecnico nell’aver saputo costruire un’alchimia e un gioco su misura per i giocatori che ha al momento a disposizione.

Queste le sue parole dopo l’ottimo 3-0 contro i Rangers:

“Siamo stati quasi perfetti, dato che non era semplice stare sempre su questo livello. La squadra al contrario è scesa in campo, specialmente quelli più freschi che ho messo dentro, prontissima, loro si sono fatti trovare pronti al momento giusto. Meritano un plauso per l’attenzione e la cura che hanno messo nell’allenarsi e per aver sfruttato al meglio il tempo che gli ho concesso oggi. Abbiamo fatto una stupenda gara e siamo contento che l’abbiamo fatto col nostro pubblico vicino”.

Un pensiero va anche a Diego Armando Maradona, al quale è intitolato lo stadio e il quale, come ricorda Spalletti, è sempre vicino alla squadra anche da lassù:

“Maradona sarebbe stato orgoglioso? Sì, certamente sì. Maradona è vicino alla squadra in ogni momento: abbiamo la statua nello spogliatoio, i giocatori dentro mettono delle canzoni che parlano di lui, oltre alle canzoni che ci sono fuori. Quindi c’è anche della sua qualità nel primo tempo di stasera”.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...